option
My Daypo

test 1 c

COMMENTS STADISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
test 1 c

Description:
test prueba

Author:
AVATAR

Creation Date:
04/10/2021

Category:
Others

Number of questions: 573
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
La prospettiva empirista è sostenuta da: Wundt Locke Fechner Cartesio.
Wertheimer studiò i processi di apprendimento per: scoperta induzione analisi intuizione.
Lo studio delle mente umana è diventato disciplina scientifica nel: XVIII secolo XIX secolo XX secolo XVII secolo.
L'introspezione è il metodo che permette di: recuperare ricordi lontani rilevare l'esperienza immediata accedere a contenuti inconsci rievocare ricordi passati.
Tra gli esponenti della Psicologia della Gestalt ricordiamo: Wertheimer, Koffka e James Wertheimer, Koffka e Köhler Wertheimer, Wundt e Köhler Koffka, Köhler e Skinner.
Il metodo dell'introspezione adottato da Wundt: applica il concetto filosofico di introspezione Sistematizza il concetto filosofico di introspezione, grazie al metodo sperimentale supera il concetto filosofico di introspezione sostituisce il concetto filosofico di introspezione con il metodo.
La psicologia è: Studio scientifico del comportamento umano Studio scientifico delle emozioni e dei processi mentali Studio scientifico del comportamento e dei processi mentali Studio scientifico dei processi mentali.
Chi ha definito la psicologia come «scienza dell'esperienza immediata»? Brentano Watson James Wundt.
James propone il metodo: metodo comportamentale metodo analitico metodo comparativo metodo elettivo.
La nascita della psicologia come scienza viene tradizionalmente fatta corrispondere al: 1850 1900 1897 1879.
Secondo Watson, il meccanismo fondamentale dell'apprendimento è: il condizionamento classico, tipicamente attivo il condizionamento operante il rinforzo il condizionamento classico, tipicamente passivo.
Lo Human Information Processing (HIP) propone l'analogia tra: operazioni della mente umana e processi dei primati superiori operazioni della mente umana e processi di elaborazione del computer operazioni della mente individuale e processi di elaborazione collettiva operazioni della mente umana e processi di elaborazione dei simulatori.
Secondo il costruttivismo, apprendere significa: sintetizzare e integrare nuove esperienze entro nuove strutture nessuna delle precedenti sintetizzare e integrare nuove esperienze entro significati precedenti integrare nuove conoscenze entro conoscenze precedenti.
James studiò il valore adattivo: dei ragionamenti delle emozioni dei comportamenti, in particolare degli script dei comportamenti, in particolare delle abitudini.
HIP significa: Human Information Psychology Human Intelligence Psychology Human Information Processing Human Instant Processing.
Il funzionalismo studia: il comportamento osservabile e misurabile oggettivamente i processi interni dell'organismo non rilevabili come comportamento manifesto l'intelligenza naturale e artificiale le funzioni della mente e il ruolo del comportamento nell'adattamento all'ambiente.
Che cosa viene criticato al paradigma HIP? l'allontanamento della ricerca psicologica dai reali processi quotidiani entrambe le opzioni proposte la riduzione dell'importanza del contesto ambientale nessuna delle opzioni proposte.
Secondo Watson, la psicologia deve studiare il comportamento osservabile, indagando: le condizioni ambientali antecedenti le conseguenze osservabili le risposte comportamentali tutte le opzioni precedenti.
Secondo Watson, la psicologia è una scienza: sperimentale e soggettiva sperimentale e oggettiva soggettiva oggettiva.
Se vi trovaste davanti uno psicologo che afferma che la mente è una black box, avreste a che fare con: uno strutturalista un neocomportamentista un funzionalista un comportamentista.
Per il costruttivismo l'apprendimento è: un processo di adesione delle strutture cognitive alle nuove situazioni che si presentano un processo di progressivo adeguamento delle strutture cognitive alle nuove situazioni che si presentano nessuna delle precedenti un processo di rapido adeguamento delle strutture cognitive alle nuove situazioni che si presentano.
Secondo James, la vita mentale è: un'esperienza di flusso frammentario, influenzato dagli aspetti fisiologici del corpo un'esperienza di flusso unitario continuo, influenzato dagli aspetti fisiologici del corpo un'esperienza di flusso unitario continuo, influenzato dal ragionamento un'esperienza di flusso frammentario, influenzato dal ragionamento.
Il cognitivismo afferma che la mente è come: una scatola nera un computer una rete un modulo.
Un'ipotesi può essere definita come: un approccio utilizzato per incrementare sistematicamente la conoscenza e la comprensione di un comportamento o di un altro fenomeno una predizione formulata in modo da poter essere testata una spiegazione generale di un fenomeno osservato la prima fase del metodo scientifico.
L'osservazione del comportamento può registrare: intervalli di tempo presenza/assenza tutte le opzioni proposte eventi.
Un test valido: indica la capacità effettiva di misurare la variabile indagata tutte le opzioni precedenti richiede condizioni di somministrazione identiche e utilizza le norme statistiche per il confronto dei dati mantiene costanti le misurazioni in tempi diversi e con somministratori diversi.
La funzione del gruppo di controllo è di: Escludere spiegazioni alternative dei risultati Rendere possibili ulteriori dimostrazioni della validità delle ipotesi formulate dallo sperimentatore Bilanciare i soggetti Aiutare lo sperimentatore nella somministrazione delle prove.
Perché gli studi condotti su campioni di studenti universitari possono essere criticabili? perché spesso capiscono quale risposta vuole lo sperimentatore e non la danno apposta perché potrebbero non essere un campione rappresentativo rispetto all'intera popolazione perché potrebbero rispondere in modo ingannevole perché spesso capiscono in anticipo quale risposta vuole lo sperimentatore e la danno.
Nell'osservazione, sono possibili fonti di errore le variabili legate a: contesto osservato tutte le opzioni proposte osservatore.
Quale metodo si potrebbe utilizzare per essere sicuri dei risultati di un esperimento? operare analisi statistiche per determinare se un risultato è significativo replicare i risultati utilizzando altri gruppi di partecipanti assegnare i soggetti ai gruppi in modo causale tutte le opzioni proposte.
Il metodo osservativo: opera un controllo delle variabili indipendenti indaga relazioni causali indaga relazioni funzionali realmente esistenti opera un controllo delle variabili dipendenti.
Se il risultato di un esperimento è significativo, le differenze tra i gruppi (sperimentale e di controllo) sono: non devono esserci differenze tra i gruppi il più possibile ampie il più possibile minime nessuna delle opzioni proposte.
Nel metodo osservativo, le categorie di codifica possono essere: molecolari o globali molari o molecolari analitiche o globali molari o analitiche.
In un esperimento, la variabile indipendente è: La variabile su cui di misurano gli effetti della manipolazione La variabile che viene manipolata la variabile che serve per il confronto dei dati dei diversi sotto gruppi in cui viene diviso il campione La variabile che interviene casualmente.
Un test attendibile: tutte le opzioni precedenti mantiene costanti le misurazioni in tempi diversi e con somministratori diversi richiede condizioni di somministrazione identiche e utilizza le norme statistiche per il confronto dei dati indica la capacità effettiva di misurare la variabile indagata.
Il termine "variabile indipendente" indica: il fattore manipolato dallo sperimentatore un effetto non preventivabile che può verificarsi nel corso di un esperimento il fattore che cambia in funzione del comportamento del soggetto l'effetto che lo sperimentatore misura.
Un test standardizzato: indica la capacità effettiva di misurare la variabile indagata mantiene costanti le misurazioni in tempi diversi e con somministratori diversi richiede condizioni di somministrazione identiche e utilizza le norme statistiche per il confronto dei dati tutte le opzioni precedenti.
I dati comportamentali registrano: il comportamento sociale comportamento in quanto tale i comportamenti spontanei i comportamenti verbalizzati.
Nei quasi esperimenti: diminuisce la variabilità interna e aumenta la validità esterna aumenta la variabilità interna e diminuisce la validità esterna aumenta la variabilità interna e diminuisce la validità interna diminuisce la variabilità interna e aumenta la validità interna.
Il metodo osservativo: tutte le opzioni proposte considera l'interazione individuo-ambiente permette di studiare situazioni non riproducibili in laboratorio permette la massima aderenza al dato.
i dati psicometrici permettono di: cogliere regolarità nei fenomeni confrontare popolazioni diverse tutte le opzioni precedenti ricavare previsioni sui comportamenti futuri.
I questionari devono essere somministrati in condizioni: confrontabili costanti continue costanti e confrontabili.
L'osservazione rappresenta un continuum secondo il grado di struttura: dell'ambiente che l'osservatore impone all'ambiente nessuna delle opzioni di risposta entrambe le opzioni di risposta.
Nei disegni sperimentali between: due gruppi con soggetti diversi, ma paragonabili, vengono messi a confronto il medesimo gruppo di soggetti è sottoposto a diverse condizioni ogni gruppo di soggetti è sottoposto a una sola condizione nessuna delle opzioni proposte.
Nei disegni sperimentali within: due gruppi con soggetti diversi, ma paragonabili, vengono messi a confronto nessuna delle opzioni proposte il medesimo gruppo di soggetti è sottoposto a diverse condizioni ogni gruppo di soggetti è sottoposto a una sola condizione.
Il metodo osservativo prevede tre fasi principali: progettazione, registrazione, analisi del fenomeno selezione, analisi, codifica del fenomeno selezione, registrazione, analisi del fenomeno selezione, registrazione, confronto del fenomeno.
Nel metodo osservativo, le categorie di codifica devono: tutte le opzioni proposte prevedere lo stesso livello di analisi essere definite in modo univoco essere omogenee, esaustive ed esclusive.
Le domande chiuse di un questionario, in cui si hanno più opzioni di risposta sono dette: Likert a scelta dicotomica a scala graduata a scelta multipla.
Le domande chiuse a scala graduata di un questionario possono essere: numeriche verbali tutte le opzioni proposte visive.
La somministrazione di un questionario deve sempre essere: uniforme breve controllata in un'unica sessione.
In un questionario: gli item sugli stessi aspetti vanno distribuiti gli item vanno randomizzati gli item vanno raggruppati per sezioni gli item vanno alternati.
Un questionario può essere: etero-somministrato entrambe le opzioni di risposta auto-somministrato nessuna delle opzioni proposte.
Nella procedura a doppio cieco: tutte le opzioni di risposta chi redige i questionari non è a conoscenza delle ipotesi della ricerca chi compila i questionari non è conoscenza delle ipotesi della ricerca chi codifica e tabula le risposte raccolte dai questionari non è a conoscenza delle ipotesi della ricerca.
Uno strumento di misurazione è valido quando: misura con adeguata approssimazione la variabile che dichiara di esaminare misura la variabile che dichiara di esaminare è ufficialmente riconosciuto all'interno della comunità scientifica di riferimento viene utilizzato in un congruo numero di studi scientifici.
I fattori che minacciano la validità interna nella conduzione di una ricerca sono: Effetto della regressione, Selezione, Mortalità Eventi storici, Maturazione, Effetto delle prove tutte le opzioni di risposta Fluttuazioni degli strumenti, Aspettative del ricercatore e del soggetto.
La validità di costrutto indica: la conformità tra teoria e metodo la conformità tra teoria e ipotesi la conformità tra teoria, esperimento e risultati la conformità tra teoria e strumenti.
La validità di uno strumento di misurazione è funzione della sua efficacia nel: valutare gli individui rispetto al criterio considerato differenziare gli individui rispetto al criterio considerato rilevare il criterio considerato misurare gli individui rispetto al criterio considerato.
Quando i risultati di una ricerca possono essere generalizzati ad una più ampia gamma di situazioni rispetto a quella specifica indagata nella ricerca, si parla di: validità interna validità statistica validità ecologica validità esterna.
Bolter sintetizza l'idea che la tecnologia fornisca i mezzi per trasformare l'ambiente e concorra a determinare la prospettiva culturale di un'epoca nel concetto di: tecnologia digitale tecnologia culturale tecnologia caratterizzante cultura tecnologica.
Secondo la prospettiva relazionale l'identità culturale è: un processo in divenire, frutto dell'interdipendenza tra aspetti esterni e interni una proposta autonoma, alimentata dalle aspirazioni di autoaffermazione di una data comunità il risultato di un processo frutto dell'interdipendenza tra aspetti esterni e interni l'insieme delle proprietà storiche di una cultura.
Secondo la prospettiva soggettiva, l'identità culturale è: l'insieme delle proprietà storiche di una cultura una proposta autonoma di una data comunità, riconosciuta anche all'esterno una proposta autonoma, alimentata dalle aspirazioni di autoaffermazione di una data comunità l'insieme delle proprietà e delle qualità di una cultura, fondato sull'evoluzione delle prassi nel tempo.
L'identità culturale è stata studiata secondo la prospettiva: oggettiva, soggettiva, relazionale oggettiva, relazionale, ecologica oggettiva, soggettiva, storica oggettiva, sociale, emotiva.
Secondo la prospettiva oggettiva, l'identità culturale è: l'insieme delle proprietà attribuite ad una cultura da parte di comunità esterne l'insieme delle proprietà e delle qualità estrinseche di una cultura, fondato sull'evoluzione delle prassi nel tempo l'insieme delle proprietà attribuite ad una cultura dalla comunità di riferimento l'insieme delle proprietà e delle qualità intrinseche di una cultura, fondato sulle tradizioni del passato.
Secondo la prospettiva culturale, il medium è: nessuna delle precedenti opzioni di risposta uno strumento tecnologico che immagazzina e trasferisce informazione, migliorando i gradi di efficienza nella comunicazione entrambe le precedenti opzioni di risposta un artefatto che perfeziona e amplifica le potenzialità comunicative, mediando le relazioni tra individuo e ambiente.
Secondo la prospettiva tecnologica il medium è: uno strumento tecnologico che immagazzina e trasferisce informazione, migliorando i gradi di efficienza nella comunicazione un artefatto che perfeziona e amplifica le potenzialità comunicative, mediando le relazioni tra individuo e ambiente nessuna delle precedenti opzioni di risposta entrambe le precedenti opzioni di risposta.
L'approccio emico studia la cultura: da una prospettiva storica dall'esterno dall'interno da una prospettiva sociale.
Qualsiasi forma di apprendimento è sempre mediata da: strumenti abilità relazioni conoscenze.
L'insieme delle situazioni in cui una persona usa due lingue, indipendentemente dal livello di padronanza, è detto: bilinguismo successivo bilinguismo acquisizione di lingua straniera poliglottismo.
L'insieme di procedure finalizzate che, sulla base di esperienze individuali e socialmente validate, consente di raggiungere un determinato risultato precedentemente progettato e rispondente a un preciso bisogno è detto: tecnologia artefatto secondario conoscenza pragmatica tecnica.
Gli artefatti secondari sono: artefatti immaginari con funzione ludica o estetica strumenti e dispositivi usati direttamente rappresentazioni degli artefatti primari rappresentazioni degli artefatti primari e dei modi di azione loro associati.
L'approccio etico allo studio della cultura: studia le specificità di ogni cultura è un approccio universale e indipendente utilizza il metodo idiografico ha dato avvio alla psicologia culturale.
All'interno delle comunità di pratiche, l'apprendimento: è un atto sociale, guidato dalle esigenze della comunità tutte le opzioni proposte è situato e contribuisce alla formazione dell'identità è distribuito tra le persone e gli artefatti.
Le fasi dell'apprendistato cognitivo sono: modellamento, coaching, metacognizione, scaffolding modellamento, coaching, fading, supervisione modellamento, rinforzo, fading, scaffolding modellamento, coaching, fading, scaffolding.
Ogni persona è parte di una comunità culturale o di pratiche dipende dal soddisfacimento di alcuni criteri falso non necessariamente vero.
L'apprendistato cognitivo richiede tre principali operazioni mentali: articolazione, riflessione, confronto articolazione, riflessione, esplorazione articolazione, organizzazione, esplorazione selezione, riflessione, esplorazione.
La percezione è: L'elaborazione attiva e costruttiva dell'informazione L'elaborazione cognitiva attiva e costruttiva dell'informazione sensoriale L'elaborazione sensoriale dell'informazione L'elaborazione cognitiva dell'informazione sensoriale.
Nello stadio secondario della percezione visiva: si ha l'elaborazione cognitiva dello stimolo e il confronto con le tracce mnestiche lo stimolo viene descritto da intensità, lunghezza d'onda e frequenza spaziale delle onde visive tutte le opzioni di risposta si colgono i dettagli dello stimolo.
secondo la Teoria del Gate Control: dei recettori specifici nel midollo spinale quando attivati da un evento esterno permettono di sentire dolore dei recettori specifici nel midollo spinale quando attivati da un evento interno/esterno permettono di sentire dolore dei recettori specifici nella corteccia cerebrale quando attivati da un evento interno/esterno permettono di sentire dolore dei recettori specifici nel midollo spinale quando attivati da un evento interno permettono di sentire dolore.
Nello stadio primario della percezione visiva: si ha l'elaborazione cognitiva dello stimolo tutte le opzioni di risposta lo stimolo viene confrontato con le tracce mnestiche lo stimolo viene descritto da intensità, lunghezza d'onda e frequenza spaziale delle onde visive.
Nella percezione, l'attenzione indica: La focalizzazione La categorizzazione La elettività La selettività.
processi di elaborazione Top-down: chiamano in gioco i processi di attenzione sono appresi nel corso dell'infanzia guidano il riconoscimento dei pattern e delle caratteristiche delle singole componenti degli stimoli sono guidati da alti livelli di conoscenza, da aspettative e motivazione.
La teoria del gate control: coinvolge recettori neurali e fattori psicologici riguarda il senso dell'olfatto coinvolge soltanto recettori di tipo neurale spiega perché il dolore è percepito in maniera simile in tutte le culture.
L'impressione soggettiva, immediata, semplice che corrisponde ad una data intensità dello stimolo fisico è detta: percetto percezione sensazione soglia sensoriale.
Il dolore può essere classificato come: acuto e grave rapido e lento acuto e lento acuto e persistente.
Se lo stimolo distale è una tazza, lo stimolo prossimale è: l'immagine retinica della tazza la tazza percepita la tazza fisica nessuna delle precedenti.
11. Le proprietà fondamentali di uno stimolo visivo sono: frequenza spaziale, lunghezza d'onda, orientamento, movimento frequenza spaziale, lunghezza d'onda, intensità, movimento frequenza spaziale, lunghezza d'onda, luminosità, movimento frequenza, lunghezza d'onda, orientamento.
Il sistema sensoriale umano risponde a: Gli stimoli oltre una certa soglia Gli stimoli propriocettivi Gli stimoli dei suoi specifici organi recettori Qualsiasi tipo di stimolo.
La legge di Fechner afferma che: gli incrementi uguali appaiono più piccoli quando lo sfondo è grande gli incrementi uguali appaiono più grandi quando lo sfondo è grande gli incrementi uguali appaiono più grandi quando lo sfondo è piccolo gli incrementi uguali appaiono più piccoli quando lo sfondo è piccolo.
La legge di Weber: è stata ripresa da Fechner tutte le precedenti afferma che la Just Noticeable Difference è una proporzione costante rispetto all'intensità dello stimolo iniziale è espressa da K = DI/I.
La nuova psicofisica: corrisponde alla teoria della detenzione del segnale chiarisce la differenza fra sensazione e percezione non utilizza il metodo dei limiti evidenzia il ruolo attivo del soggetto nella valutazione e nella stima dello stimolo.
La Teoria della Detenzione del Segnale: sposta l'accento sui processi di giudizio o su quelli sensoriali a seconda del tipo di stimoli enfatizza i processi di giudizio rispetto ai processi sensoriali enfatizza i processi sensoriali rispetto ai processi di giudizio dà uguale rilievo ai processi di giudizio e a quelli sensoriali.
La soglia assoluta è: la minore intensità di stimolo necessaria affinché questo sia percepibile la minima quantità di cambiamento dell'intensità di uno stimolo necessaria per recepire la differenza rispetto a uno stimolo di confronto anche detta Just Noticeable Difference una stimolazione di fondo che interferisce con la percezione di altri stimoli.
Si definisce Soglia Differenziale: la quantità minima di cambiamento nell'intensità di uno stimolo necessaria affinché questo sia percepito come differente rispetto ad uno stimolo di confronto la quantità massima di intensità di uno stimolo necessaria affinché questo sia percepito la quantità minima di intensità di uno stimolo necessaria affinché questo sia percepito la quantità massima di cambiamento nell'intensità di uno stimolo necessaria affinché questo sia percepito come differente rispetto ad uno stimolo di confronto.
Secondo il fenomeno della costanza percettiva: Indici simili evocano percezioni differenti Percezioni differenti evocano indici identici Indici differenti evocano percezioni differenti Indici differenti evocano una percezione identica.
Si parla di configurazioni instabili quando: Sono possibili più di due organizzazioni È possibile una sola organizzazione Sono possibili due organizzazioni Non presentano alcun tipo di organizzazione.
La convergenza: è un indizio binoculare della profondità è un indizio monoculare della profondità offre una stima della distanza è un indizio pittorico.
Le leggi che regolano l'organizzazione figura - sfondo sono: inclusione, spazio, orientamento, convessità inclusione, area relativa, completamento, convessità inclusione, area relativa, orientamento, concavità inclusione, area relativa, orientamento, convessità.
Secondo gli psicologi della Gestalt, i principi organizzativi della percezione sono: Validi per tutte le modalità sensoriali Soggettivi, ma evidenti Appresi nell'arco di vita Innati e universali.
Con il termine gradiente di trama si intende: Immagini di superfici che si allontanano dall'osservatore Immagini di superfici che si avvicinano all'osservatore La graduale modificazione della grandezza media degli oggetti e dei dettagli di una scena dall'alto al basso La graduale modificazione della grandezza media degli oggetti e dei dettagli di una scena da sinistra a destra.
La figura reversibile prevede: la predominanza della figura un'inversione sistematica di figura e sfondo la predominanza dello sfondo nessuna delle opzioni proposte.
Il gradiente di trama è un indice: Monoculare Di grandezza Monoculare e binoculare Binoculare.
Gli stimoli reversibili sono quelli che: Non presentano alcun tipo di organizzazione Presentano più di due organizzazioni alternative presentano una organizzazione ambigua Presentano due organizzazioni alternative.
I Principi di raggruppamento percettivo della Gestalt agiscono sulla base dei fattori di: prossimità, somiglianza, costanza, continuità e simmetria prossimità, somiglianza, chiusura, continuità, pregnanza e simmetria prossimità, somiglianza, chiusura, pregnanza e simmetria prossimità, somiglianza, chiusura, continuità e pregnanza.
In base al Fenomeno dei contorni anomali: percepiamo stimoli modali percepiamo i contorni fisici degli stimoli percepiamo stimoli amodali tutte le precedenti opzioni di risposta.
Le funzioni della coscienza sono: finalizzate all'adattamento all'ambiente finalizzate al mantenimento dell'identità personale finalizzate all'adattamento dei legami interpersonali finalizzate all'adattamento dei comportamenti.
Il networked flow: è uno stato raggiunto gradualmente è uno stato raggiunto attraverso 6 passaggi successivi è uno stato raggiunto all'improvviso è uno stato raggiunto attraverso 4 passaggi successivi.
Tra i nove indicatori empirici dello stato di Flow ci sono: Integrazione tra azione e consapevolezza Feedback inequivocabili, esperienza autotelica e coscienza del tempo obiettivi chiari, esperienza autotelica e paradosso del controllo coscienza di sé e concentrazione totale sul compito.
Il Paradosso del controllo (o paradosso del sé) tipico del flow, comporta che: si abbia massima coscienza di sé e massimo controllo sull'azione si perda coscienza di sé, ma si svolga l'azione in modo automatico si perda coscienza di sé e del controllo sull'azione si perda coscienza di sé, ma si abbia il massimo controllo sull'azione.
Tra i nove indicatori empirici dello stato di Flow ci sono: Equilibrio dinamico tra sfida e capacità concentrazione sull'ambiente coscienza di sé coscienza del tempo.
Lo stato di consapevolezza di stimoli esterni e interni provati in un dato momento è detto: coscienza io sé consapevolezza.
Un ciclo completo di sonno dura: 90 minuti 100 minuti 60 minuti 120 minuti.
Una persona che si addormenta nel corso dello svolgimento di normali azioni quotidiane, soffre di: narcolessia insonnia ipnofilia apnea.
Durante il sonno notturno la durata della fase 4: si allunga si accorcia varia rimane costante.
I disturbi del comportamento del sonno REM si verificano quando una persona: Va in apnea mentre dorme Non è in grado di sognare Si muove mentre sogna Si addormenta durante il giorno.
Il disturbo del sonno è probabile che sia associato a: insonnia ipnosi narcolessia SIDS.
Secondo gli studi sui contenuti dei sogni gli elementi tematici riportati più di frequente riguardano: la sfortuna la violenza la sessualità il successo.
Quale di questi disturbi del sonno può avere un ruolo nella sindrome della morte improvvisa infantile? I terrori notturni La narcolessia Nessuna delle precedenti Le apnee notturne.
Uno dei modi più raccomandati per combattere l'insonnia è: andare a dormire concentrandosi sull'idea di avere sonno variare l'orario in cui si va a dormire usare il letto solo per dormire fare attività fisica appena prima di andare a letto.
La quantità di sonno REM: Decresce dalla prima infanzia alle età successive Resta costante nell'arco di vita varia quotidianamente Decresce tra la prima infanzia e l'adolescenza e aumenta nuovamente tra l'età adulta e anziana Tende a crescere al crescere dell'età.
Il sogno in cui si è consapevoli di sognare è detto: Sogno lucido Sogno desto Sogno oculare Sogno paradosso.
Durante la prima metà della notte si sperimentano prevalentemente le fasi di sonno: fasi 1 e 2 fasi 1 e 2 fase REM fasi 3 e 4.
Le onde cerebrali durante il sonno vengono registrate attraverso: tomografia ad emissione di positroni (PET) tomografia assiale computerizzata (TAC) elettrocardiogramma (ECG) elettroencefalogramma (EEG).
L'effetto di "rebound" del sonno REM è causato da: un periodo troppo breve di sonno REM un periodo troppo lungo di sonno REM entrata troppo rapida nel sonno REM abbandono repentino del sonno REM.
Fenomeni quali parlare o camminare nel sonno, tendono a verificarsi nello stadio: 2 1 4 3.
Rispetto al sonno, è vero che: le persone anziane sembrano aver bisogno di meno ore di sonno rispetto ai giovani la privazione cronica di sonno genera danni permanenti durante la fase REM del sonno aumenta la produzione di monoammine dormiamo più ore di quanto si facesse il secolo scorso.
Le prestazioni peggiorano e il rischio di incidente aumenta nel caso di: sonno paradossale eccesso di sonno disordini nei ritmi circadiani privazione del sonno.
I sogni sarebbero desideri inconsci e dimenticati, secondo la teoria: della sintesi-attivazione dell'apprendimento invertito dei sogni per la sopravvivenza della soddisfazione dei desideri inconsci.
Sulla base del rapporto attività-riposo e del livello di produttività in orario mattutino/serale, si distinguono tre tipologie di iindividui: mattutini, pomeridiani e serotini mattutini, serotini e intermedi mattutini, serotini e notturni mattutini, serali e intermedi.
I cronotipi serotini tendono ad avere uno stile di pensiero: sinistro verbale destro visivo.
I cronotipi mattutini tendono ad avere uno stile di pensiero: visivo destro sinistro verbale.
I disturbi tipici del riadattamento dopo il cambiamento dell'ora legale o del "jet lag" sono dovuti a: privazione di sonno REM ritmi circadiani disturbi secondari del sonno eccessiva produzione di acetilcolina.
Gli studi sulla Torre di Hanoi hanno dimostrato il ruolo della verbalizzazione nel favorire: alti livelli di qualità delle regole tutte le precedenti opzioni di risposta strategie economiche strategie rapide.
Secondo Ericcson e Simon, per essere affidabili, i self report devono: tutte le precedenti opzioni di risposta essere concomitanti richiedere informazioni oggetto di attenzione focalizzata indagare che cosa il soggetto fa o pensa, non le sue interpretazioni.
I processi di verbalizzazione possono essere: concomitanti, anticipatori concomitanti, a posteriori simultanei, anticipati simultanei, orientati.
I resoconti introspettivi riguardano: soltanto processi mentali consapevoli anche i processi mentali consapevoli soltanto i processi mentali inconsci anche i processi mentali inconsci.
Il talking aloud consiste nel: verbalizzare ad alta voce un discorso che si farebbe comunque nel caso di compiti nuovi verbalizzare ad alta voce un discorso che si farebbe comunque a livello subvocale verbalizzare operazioni mentali compiute nella traduzione di immagini in parole verbalizzare operazioni mentali che il soggetto non eseguirebbe spontaneamente.
Le variazioni negli stati di coscienza inducono: processi di pensiero più logici e profondi l'alterazione della sensazione del tempo la sensazione di maggior autocontrollo l'abilità di descrivere razionalmente le esperienze.
La suggestionabilità è una caratteristica di: insonnia regressione rimozione ipnosi.
Nella meditazione, lo stato di alterazione della coscienza è raggiunto: assumendo sostanze che stimolano il sistema parasimpatico restringendo il focus dell'attenzione su un unico oggetto comprimendo la memoria a breve termine stimolando la formazione reticolare.
Secondo l'approccio matematico, l'informazione è: un dato relativo un dato assoluto un dato in sé una relazione tra più dati.
La semiotica studia i processi di: trasmissione intenzione informazione significazione.
L'approccio del segno come equivalenza ha come principale esponente: Peirce De Saussure Grice Austin.
Secondo il modello matematico della comunicazione il feedback è: il processo di selezione di alcuni aspetti del segnale durante la fase di decodifica il processo di codifica del segnale da parte del ricevente la ripetizione del messaggio durante la fase di codifica la quantità di informazione ritorna all'emittente, influenzando i messaggi successivi.
Il modello matematico della comunicazione è proposto da: Sperber e Wilson Austin Shannon e Weaver Morris.
Tra i caratteri distintivi del linguaggio umano c'è: feed-back totale generalità stabilità durata.
La comunicazione è un'attività eminentemente: psicologica cognitiva linguistica sociale.
Tra gli approcci teorici allo studio della comunicazione ci sono: Pragmatico, Sociologico, Culturale Psicologico, Sociologico, Semantico Matematico, Semiotico, Pragmatico Semiotico, Matematico, Sociale.
Giuditta chiama il fidanzato dal telefono dell'ufficio. Secondo l'approccio matematico della comunicazione, il recettore è: il telefono ricevente l'apparato acustico del fidanzato il fidanzato il filo del telefono.
L'approccio matematico valorizza: i feedback l'intenzione la multimodalità dei sistemi di comunicazione il codice.
Tra i caratteri distintivi del linguaggio umano c'è: generalità generalità feedback parziale canale vocale-uditivo.
Le funzioni base della comunicazione sono: funzione proposizionale, culturale, linguistica funzione proposizionale, relazionale, emotiva funzione dichiarativa, linguistica, espressiva funzione proposizionale, relazionale, espressiva.
Secondo la prospettiva semiotica, il segno può essere definito come: inferenza equivalenza equivalenza e inferenza equivalenza e referenza.
Tra i caratteri distintivi del linguaggio umano c'è: durata feedback parziale semanticità feedback parziale.
Secondo Peirce, il segno ha funzione di: relazione indicazione rimando contesto.
Secondo Shannon, la comunicazione è: ciò che passa dalla fonte al destinatario ciò che viene codificato dal destinatario ciò che viene trasmesso attraverso un canale ciò che è detto dalla fonte.
Tommaso è stato dichiarato colpevole di omicidio. Di conseguenza viene incarcerato per i prossimi dieci anni. Secondo Austin, si tratta di un atto: illocutorio comunicativo perlocutorio locutorio.
Il contesto implicito è dato da parole, gesti, espressioni ed elementi della CNV tutte le opzioni proposte il mondo di riferimenti che il parlante condivide con l'interlocutore il mondo di riferimenti del parlante.
Non è vero che il contesto: è individuale implica sviluppo dipende dalle persone e dalla loro memoria è costituito dalla persona che agisce nel e in relazione con un determinato ambiente.
Il contesto è l'insieme delle condizioni, delle opportunità, delle restrizioni e dei vincoli spaziali, temporali, relazionali, istituzionali e culturali che genera un messaggio di senso genera un messaggio di senso insieme al testo vero genera un messaggio di senso insieme all'intenzione falso.
Il principio di cooperazione stabilisce che coloro che conversano cercano di fare in modo che: Non sorgano conflitti gli interlocutori siano soddisfatti Non si perda tempo Si riesca a comunicare.
Il triangolo semiotico rappresenta le relazioni tra: grammatica, sintassi e semantica Io, Es, Super-io Emittente, Ricevente e Contenuto significato, significante e contenuto.
Secondo Grice, l'implicatura conversazionale è il processo inferenziale che colma la distinzione tra dire e significare il processo inferenziale che mette in relazione dire e significare il processo inferenziale che colma la distinzione tra dire e pensare il processo inferenziale che colma la distinzione tra dire e fare.
La pragmatica studia: i significati dei messaggi le relazioni tra segni e comunicanti le relazioni tra i segni i significati dei segni.
Per la semantica strutturale, il significato: si riferisce al concetto corrispettivo consiste nel sistema di somiglianze che esistono tra la parola data e tutte le altre consiste nel sistema di somiglianze che esistono tra la parola data e tutte le altre nella stessa famiglia esclude riferimenti alla realtà esterna.
Per la semantica cognitiva, il vincolo di accettazione di un modello esplicativo è: la plausibilità psicologica la plausibilità linguistica la plausibilità ontologica la plausibilità euristica.
Quale fra questi non è un corollario della teoria CNS? Il concetto è caratterizzato da un elenco non strutturato di tratti Soltanto i tratti più salienti possono venire aggiunti I tratti presentano confini di delimitazione netta Nessun tratto può venir cancellato.
Secondo la semantica vero-condizionale, il significato di una parola: non è dato dal rapporto tra linguaggio e realtà è dato dal rapporto tra linguaggio e parlante è dato dal rapporto tra linguaggio e realtà è dato dal rapporto tra linguaggio e grammatica.
La semantica a tratti prevede che: i tratti semantici non siano necessariamente di numero finito il significato sia scomponibile in tratti semantici, che sono condizioni necessarie e sufficienti il significato sia scomponibile in tratti semantici, che sono condizioni necessarie, ma non sufficienti il significato sia un insieme di tratti a sé stanti.
Il significato è un'entità: statica generale univoca dinamica.
La fonetica studia: le regole che determinano la combinazione di frasi e parole i significati di parole e frasi le unità fondamentali del linguaggio le parole entro il loro contesto d'uso.
Secondo l'ipotesi di Whorf, il modo di concettualizzare il mondo: È indipendente dal linguaggio Influenza il linguaggio È influenzato dal linguaggio nessuno delle opzioni proposte.
Secondo Grice, l'intenzionalità comunicativa consiste nel: voler entrare in relazione con l'interlocutore voler accompagnare il processo di decodifica del destinatario voler rendere consapevole il destinatario di qualcosa voler aumentare le informazioni possedute dal destinatario.
Secondo Searle, l'intenzione collettiva richiede: la partecipazione intenzionale dei comunicati la predisposizione alla cooperazione l'azione differenziata e coordinata dei partecipanti la condivisione degli obiettivi da parte dei partecipanti.
L'unità elementare del linguaggio parlato si chiama: Morfema Sillaba Fonema Sonema.
Non è un fenomeno di variabilità e instabilità semantica: la cancellabilità dei tratti semantici la presenza di confini definiti la vaghezza semantica il contesto d'uso.
La denotazione rappresenta: il significato secondario il significato aggiuntivo il significato primario e convenzionale il significato affettivo.
La sintassi studia: le regole che determinano la combinazione di frasi e parole i significati di parole e frasi le unità fondamentali del linguaggio le parole entro il loro contesto d'uso.
Intenzione significa: direzionalità e volontarietà tutte le opzioni proposte autonomia e volontarietà direzionalità e soggettività.
La semantica studia: le unità fondamentali del linguaggio le parole entro il loro contesto d'uso le regole che determinano la combinazione di frasi e parole i significati di parole e frasi.
La we-intention: non comporta necessariamente una rappresentazione mentale condivisa dell'evento comunicativo è riducibile ad una visione riduttiva è riducibile ad una visione additiva è un fenomeno elementare primitivo.
Le strategie comunicative: sono stabili tutte le opzioni proposte sono generalizzabili implicano un processo di calibrazione affettiva e cognitiva del messaggio.
In assenza di intenzionalità reciproca non si ha: relazione comunicazione informazione contenuto.
Secondo Grice, si ha una inferenza autorizzata, quando: il destinatario cerca di riconoscere l'intenzione del parlante il parlante indica al destinatario come interpretare il messaggio non si ha trasparenza intenzionale parlante e destinatario non hanno reciproca conoscenza e consapevolezza dello stato mentale dell'altro.
La sincronia comunicativa: è acquisita nell'interazione con i pari è la proprietà globale e fondamentale della comunicazione non considera la dimensione temporale degli scambi è innata.
L'intenzione-in-azione è: la capacità di intervenire in modo intenzionale nell'imprevisto il monitoraggio dell'azione nel suo corso la progettazione di un'azione lo scopo iniziale di un'azione.
L'intenzione antecedente è: la capacità di intervenire in modo intenzionale nell'imprevisto lo scopo iniziale di un'azione la previsione degli esiti di un'azione la progettazione di un'azione.
Il morfema è: La più piccola unità linguistica dotata di significato Qualsiasi unità linguistica La più piccola unità linguistica Qualsiasi unità linguistica dotata di significato.
Secondo la versione forte dell'Intenzionalismo: il destinatario deve andare oltre il significato letterale il destinatario non può cogliere l'intenzione del parlante il destinatario non può cogliere completamente l'intenzione del parlante l'intenzione è del parlante.
L'interpretazione letterale: è l'opzione più ricca è una delle opzioni possibili è spesso un'opzione fuorviante è l'opzione più adeguata.
Processo di re-intenzionalizzazione consiste nel: ricevere un messaggio manifestare un'intenzione interpretare un messaggio condividere un obiettivo comunicativo.
L'intenzione globale è: nessuna delle opzioni proposte sintesi tra mondo interno, mondo esterno e messaggio tutte le opzioni proposte l'intenzione di comunicare qualcosa da parte del comunicatore al destinatario.
Secondo il Principio dell'assumere per garantito di Bach: il destinatario non può cogliere l'intenzione profonda del parlante il destinatario si muove all'interno di format regolari il destinatario non può accettare il primo senso dell'atto comunicativo il destinatario non si muove all'interno di format regolari.
Secondo Chomsky tutte le lingue hanno una struttura: specifica, chiamata grammatica locale comune, chiamata grammatica universale specifica comune.
Chomsky: ritiene che il linguaggio sia un fenomeno unicamente umano cita la capacità di alcuni animali di apprendere elementi base del linguaggio sostiene ci sia un gene legato allo sviluppo del linguaggio afferma che la musica sia un fenomeno peculiare della struttura umana.
significati denotativo e connotativo riguardano: Le parole funzione Le parole contenuto il lessico tecnico Sia le parole funzione che le parole contenuto.
Il significato metaforico può essere interpretato alla luce di tre modelli: semantico, della comparazione, dell'inferenza semantico, della derivazione, dell'attribuzione semantico, della comparazione, dell'inclusione semantico, della comparazione, dell'attribuzione.
La categoria di cose che una sola parola indica costituisce il significato: Semantico Connotativo Primitivo Denotativo.
Secondo l'ipotesi di Sapir-Whorf: in funzione della lingua parlata, nella comunità culturale nessun aspetto del pensiero differisce in funzione della lingua parlata, nella comunità culturale alcuni aspetti del pensiero relativi a concetti astratti differiscono in funzione della lingua parlata, nella comunità culturale tutti gli aspetti del pensiero differiscono in funzione della lingua parlata, nella comunità culturale alcuni aspetti del pensiero differiscono.
Tra i parametri di misurazione dei gesti ci sono: fluidità e continuità animazione e qualità forza e intensità estensione spaziale e temporale.
Nella conversazione: gli uomini guardano il parlante più delle donne chi parla guarda meno l'interlocutore chi ascolta guarda meno il parlante lo sguardo non ha un ruolo nel passaggio di turno.
Il contatto oculare: varia molto in base alla cultura di riferimento ha sempre valenza positiva è ricercato in tutte le culture è essenziale per la comunicazione.
La voce è una sostanza fonica che comprende riflessi, caratterizzatori vocali, vocalizzazioni, caratteristiche extralinguistiche e paralinguistiche non comprende i riflessi non comprende le vocalizzazioni falso vero.
L'atto fonopoietico: non assicura un feedback completo è sintesi di aspetti vocali verbali e non verbali fa riferimento al canale vocale ha persistenza nel tempo.
La qualità della voce è definita da: le componenti vocali verbali l'impronta vocalica le caratteristiche fisiologiche dell'individuo le componenti vocali non verbali.
il silenzio: è una comunicazione strategica ambigua è assenza di comunicazione è una comunicazione strategica chiara le regole del silenzio sono trasversali alle diverse culture.
La fonetica studia: i significati di parole e frasi le regole che determinano la combinazione di frasi e parole le unità fondamentali del linguaggio le parole entro il loro contesto d'uso.
I processi di encoding riguardano: la capacità del destinatario di riconoscere lo stato emotivo affettivo del parlante l'accuratezza media di riconoscimento l'analisi dei correlati acustici dell'espressione vocale l'analisi della Matrice delle confusioni.
I processi di decoding riguardano: tutte le opzioni proposte l'analisi dei correlati acustici dell'espressione vocale la misurazione dei profili vocali distintivi delle diverse emozioni la capacità del destinatario di riconoscere lo stato emotivo affettivo del parlante.
Il linguaggio: rappresenta l'evoluzione della comunicazione non verbale consente la conoscenza dichiarativa e proposizionale ha dato avvio alla CNV consente la conoscenza procedurale.
I gesti iconici: generalmente non accompagnano il discorso sono strettamente collegati al contenuto della comunicazione sono gesti convenzionalizzati, spesso esibiti in assenza di parole sono gesti ritmici, poco convenzionalizzati, che possono accompagnare o meno il discorso.
I percorsi evolutivi di linguaggio e CNV variano su tre dimensioni nessuna delle opzioni proposte digitale, denotativa, arbitraria vs. analogica, connotativa, intenzionale digitale, denotativa, controllata vs. analogica, connotativa, motivata digitale, denotativa, arbitraria vs. analogica, connotativa, motivata.
Fanno parte dei gesti: emblemi e imitazioni emblemi e pantomime tutti le opzioni proposte pantomime e ripercussioni.
Secondo la concezione innatista, la CNV è: di origine filogenetica, regolata da processi nervosi, soggetta controllo volontario non di origine filogenetica di origine filogenetica, naturale, non rivelatrice degli stati d'animo di origine filogenetica, universale, spontanea.
Tra le diverse tipologie di gesti ricordiamo quelli: lessicali, deittici e motori tutte le opzioni proposte deittici, motori e universali iconici, simbolici e espressivi.
Lo sguardo laterale è tipico: degli uomini degli scambi minacciosi dei bambini delle donne.
Tra i fattori che interessano la qualità della voce, ricordiamo quelli: biologici, audiometrici, sociali biologici, sociali e contingenti biologici, sociali e di personalità biologici, sociali e culturali.
I parametri delle caratteristiche paralinguistiche sono: Tono, intensità, tempo Tono, durata, accento tono, durata, ritmo Altezza, intensità, ritmo.
Secondo la concezione integrata: a prescindere dalla cultura, le strutture nervose e i processi neurofisiologici specie-specifici si organizzano in circuiti nervosi specifici all'interno di ogni cultura, strutture nervose e processi neurofisiologici universali si organizzano in circuiti nervosi specifici all'interno di ogni cultura, strutture nervose e processi neurofisiologici specie-specifici si organizzano in circuiti nervosi universali i movimenti delle diverse forme di CNV sono controllati da circuiti nervosi aspecifici.
Lo sguardo dura in media: 5 secondi 3 secondi 1,5 secondi 2.5 secondi.
I gesti sono: un sistema di organizzazione dello spazio interpersonale nella comunicazione azioni motorie coordinate e circoscritte che generano un significato un sistema di organizzazione del tempo nella comunicazione sono l'insieme delle azioni di contatto in un atto comunicativo.
La fissazione oculare è: Uno sguardo prolungato tra due persone Uno sguardo prolungato tra un singolo e un gruppo Un processo di percezione visiva Un tema ricorrente nei discorsi di una persona.
Qualità paralinguistiche della voce, espressioni facciali, gesti, sguardo, prossimità, aptica e postura sono processi e fenomeni che costituiscono l'insieme della CNV vero vero tranne la voce falso vero tranne lo sguardo.
Linguaggio e sistemi non verbali sono reciprocamente uniti da una relazione di "asimmetria strutturale", perché: la CNV è il substrato del linguaggio Il linguaggio presuppone la CNV ciascuno è indipendente ogni forma di CNV presuppone il linguaggio.
La zona sociale prevede distanze di: 0-0,5 m 0,5-1 m 1-4 m > 4 m.
Il FACS è: il Facial All Coding System il Fast Attitude Coding System il Facial Action Coding System il Facial Active Coding System.
L'effetto auditorio: è fondamentale per la l'adattamento delle espressioni facciali è fondamentale per la comparsa, il mantenimento e il cambiamento delle espressioni facciali è fondamentale per l'efficacia e il mantenimento delle espressioni facciali è fondamentale per l'efficacia e il mantenimento delle espressioni facciali.
La zona intima prevede distanze di: 1-4 m > 4 m 0,5-1 m 0-0,5 m.
La teoria innatista della mimica facciale: afferma che le espressioni facciali sono decodificabili solamente all'interno di una stessa cultura è stata proposta da Eckman afferma che le espressioni facciali sono universali e risultato dell'evoluzione della specie umana afferma che le espressioni facciali sono comportamenti comunicativi funzionali alla sopravvivenza.
Nell'interazione con persone di cultura sudamericana, il contatto fisico e la riduzione delle distanze interpersonali sono: percepiti negativamente indice di uno spazio sociale rispettato percepiti positivamente indice di uno spazio personale violato.
Il sorriso indica disponibilità a cooperare ed è un promotore dell'affinità relazionale con funzione emotiva sociale emotiva e sociale cognitiva.
Il TEC è: test of endorphin calibration test of emotion comprehension test of emotion control training for empowerment and creativity.
Nella comunicazione seduttiva il fattore novità ha un ruolo fondamentale, perché comporta attrazione e sfida della conquista. Si parla in questo caso di: strategia dell'apparenza Effetto Coolidge esibizione di sé cambiamento di status.
La comunicazione seduttiva si fonda: sull'implicito Su nessuna di queste sull'inferenza sulla comunicazione non verbale.
Le sequenze della comunicazione seduttiva sono: selezione, contatto, avvicinamento, mantenimento individuazione e selezione, contatto, avvicinamento reciproco, mantenimento del legame individuazione e selezione, avvicinamento reciproco, mantenimento del legame individuazione e selezione, contatto, avvicinamento reciproco, mantenimento dello status.
Quali tra le seguenti dicotomie non si riferisce ad una tipologia di menzogna? Per omissione vs. Per commissione Preparate vs. Non preparate Lineari vs. Non lineari Cooperative vs. Non cooperative.
La comunicazione menzognera realizza la soluzione dell'ottimo locale, perché: Massimizza i rischi e minimizza le opportunità Massimizza le opportunità e annulla i rischi Massimizza sia le opportunità sia i rischi, a seconda degli esiti Massimizza le opportunità e minimizza i rischi.
Sequenza strategica e intenzionale di mosse finalizzate ad attrarre un'altra persona per creare un legame. E' la definizione della comunicazione: ironica seduttiva persuasiva diretta.
La comunicazione seduttiva è: tutte le opzioni proposte un gioco relazionale legato all'immagine e alla stima di sé e alla condivisione profonda di stati interni con l'altro intrigante, obliqua, allusiva, imbroglio è un insieme di mosse e contromosse in continua evoluzione.
La menzogna richiede che vengano soddisfatte le condizioni di: Falsata del contenuto, conoscenza del destinatario, valutazione delle variabili di contesto Intenzionalità, valutazione delle variabili di contesto, consapevolezza Nessuna delle opzioni citate Falsità del contenuto, consapevolezza, intenzione.
Quale tra le seguenti opzioni non è una strategia per la menzogna: Travestimento Falsa conferma Occultamento Falsificazione.
Non è vero che la comunicazione seduttiva: comporta un cambiamento di status comporta uno spazio comunicativo intermedio tra falso, finto e reale è una diretta, allusiva e evocativa è un processo di conquista reciproca che comporta una forte responsabilità relazionale condivisa.
Le condizioni che definiscono una vera menzogna devono verificarsi: Non sono vincolanti Almeno due su tre Simultaneamente In sequenza.
Giovanna sta studiando un complesso capitolo di Psicologia Generale. Riesce a studiare per un'ora ininterrotta, passando in maniera critica da un concetto ad un altro e raggiungendo una buona visione integrata dell'argomento. E' un esempio: attenzione distribuita attenzione sostenuta attenzione divisa shifting attentivo.
Alberto risponde al cellulare mentre è alla guida. Perché ciò rappresenta un rischio? nessuna delle precedenti si tratta di una condizione in cui l'attenzione selettiva non funziona adeguatamente si tratta di una condizione di doppio compito che rallenta i tempi di frenata non è possibile prestare attenzione adeguata a entrambi i compiti.
Rossana risponde al telefono, mentre cucina e sistema la spesa. Quale tipo/quali tipi di attenzione è/sono in gioco? divisa o distribuita sostenuta selettiva e divisa selettiva.
Tra i processi attentivi possiamo citare: shift attentivo, shift mantenuto shift attentivo, fuoco attentivo shift attentivo, attenzione divisa, attenzione binoculare attenzione mantenuta, attenzione divisa, attenzione retroattiva.
L'effetto cocktail party è stato identificato da: Broadbent nessuno dei precedenti Treisman Posner.
L'ipotesi che le persone possano ascoltare una sola voce per volta è stata formulata da: Stroop Treisman Norman Broadbent.
L'effetto che fa riferimento al rallentamento dei tempi di risposta nelle condizioni non corrispondenti, rispetto a quelle corrispondenti, prende il nome di: effetto Posner effetto flankers effetto Simon effetto Stoop.
L'effetto Stroop è: Un automatismo della percezione La capacità di porre attenzione solo a certi aspetti di uno stimolo Un aumento dell'attenzione selettiva una mnemotecnica.
Maria fa la segretaria. Da un paio d'ore sta sistemando delle fatture e ormai le va insieme la vista. Ad un certo punto, prende il cellulare e controlla se ci sono nuovi messaggi su Whatsapp. È un esempio di: orientamento volontario dell'attenzione attenzione distribuita attenzione sostenuta caduta dell'attenzione.
Siete ad una mostra di design. A un certo punto vedete delle scritte tridimensionali che riportano la parola "Rosso", scritta con il colore rosso, verde e blu. Vi accorgete che leggete rapidamente la prima scritta, mentre negli altri due casi la vostra velocità di lettura rallenta. È un esempio di: effetto pop-out effetto flanker effetto Simon effetto Stroop.
Il processo di memoria della codifica ha la principale funzione di: mantenere l'informazione nel tempo conservare l'informazione in memoria recuperare l'informazione dalla memoria registrare le informazioni con gli altri sensi.
La domanda «Abiti in via Gattamelata 27?» rappresenta un compito di: Riesumazione Rievocazione Recupero Riconoscimento.
Una domanda a scelta multipla è un esempio di compito di: riconoscimento priming rievocazione recenza.
La memorizzazione dei numeri di telefono su supporti esterni (rubrica, memoria del cellulare, ecc.) comporta il rischio che: l'alto numero di contatti non permetta l'organizzazione dei rispettivi riferimenti in memoria a lungo termine ci siano meno indizi utili in fase di recupero, quando si cerca di ricordare un numero di telefono i possessori di supporti meno avanzati siano svantaggiati le persone perdano la capacità di utilizzare la propria memoria per ricordare i numeri di telefono.
Quale psicologo ha misurato la capacità della memoria studiando il ricordo di sillabe senza senso? Von Restorff Ebbinghaus Loftus Bartlett.
L'"effetto recenza" consiste nella maggior facilità di rievocazione di uno stimolo che entro una lista è: Posto in mezzo Ripetuto più volte Posto alla fine Posto all'inizio.
Quando si deve ricordare una melodia appena ascoltata per la prima volta, quale memoria si attiva? gustativa ecoica iconica tattile.
Siete per strada e trovate un cartello "affittasi" interessante, ma non avete modo di trascriverlo o fotografarlo. Quale processo potrebbe aiutarvi a ricordare il numero? interferenza sulla punta della lingua (tip-of-the-tongue) rappresentazione semantica chunking.
In riferimento alla memoria a breve termine, si può affermare che: ha capacità di immagazzinamento illimitata e potenzialità di rappresentazione incompleta ha capacità di immagazzinamento illimitata e potenzialità di rappresentazione completa ha capacità di immagazzinamento limitata e potenzialità di rappresentazione completa ha capacità di immagazzinamento limitata e potenzialità di rappresentazione incompleta.
La reiterazione: prolunga la permanenza dell'informazione in memoria a breve termine, al fine di permetterne il passaggio in quella a lungo termine prolunga la permanenza dell'informazione nella memoria a breve termine, senza tuttavia incidere sul passaggio della stessa in quella a lungo termine non agisce né sui processi in memoria a breve termine né su quelli in memoria a lungo termine non incide sulla durata della memoria a breve termine, ma facilita il trasferimento dell'informazione in quella a lungo termine.
Il "chunking" serve principalmente a: favorire l'utilizzo di associazioni con concetti familiari elaborare grandi quantità di informazioni fornire una rappresentazione mentale delle informazioni favorire la reiterazione delle informazioni.
La memoria iconica è una forma di memoria: A breve termine A lungo termine Di lavoro Sensoriale.
Ricordando la lista della spesa, Elisa ricorda più facilmente quanto segnato all'inizio dell'elenco, rispetto a quanto segnato più recentemente. Questa situazione può essere spiegata da: effetto primacy amnesia retrograda effetto recency amnesia anterograda.
Quando si deve ricordare una scena cui si è assistito per un tempo anche inferiore ad un secondo, quale memoria si attiva? semantica iconica a breve termine dichiarativa.
La memoria sensoriale è un sistema dotato di: Elevata capacità ed elevata durata Scarsa capacità e rapido decadimento Elevata capacità e rapido decadimento Scarsa capacità ed elevata durata.
Quando si ricorda qualcosa senza averne avuto l'intenzione, si attiva la memoria: implicita esplicita ricostruttiva fotografica.
Il metodo dei loci serve per ricordare: Narrazioni Figure di oggetti Liste di stimoli Dove si è lasciato un oggetto.
Quale non è un'immagine mentale? il numero di vittorie della squadra di calcio del cuore il viso della propria maestra della scuola primaria "rivivere" un profumo o un sapore della propria infanzia il rumore della folla allo stadio quando una delle squadre segna.
La concezione della memoria che prevede un registro sensoriale, una memoria a breve termine e una a lungo termine è di tipo: Multistadiale Multiprospettica Multimodale Multisensoriale.
Se uno studente che ha preparato l'esame in biblioteca ottiene risultati migliori all'esame se lo affronta in biblioteca anziché in aula, si può parlare di effetto della: amnesia retrograda specificità della codifica tecnica della parola chiave interferenza proattiva.
La teoria del doppio codice è stata formulata da: Kosslyn Kosslyn e Paivio Pylyshyn Paivio.
In quale stadio della memoria lo stimolo fisico e la sua rappresentazione sono più simili? memoria a lungo termine memoria motoria memoria sensoriale memoria a breve termine.
La memoria fotografica è detta anche: Immagine eidetica Memoria oculare Memoria prospettica Immagine visiva.
Un celebre esperimento sulla memoria sensoriale è stato condotto da: Peterson Miller Ebbinghaus Sperling.
La conoscenza dichiarativa è anche detta: sintattica procedurale proposizionale narrativa.
La memoria di lavoro è una forma di memoria: A breve termine Di lavoro A lungo termine Sensoriale.
Per una rievocazione efficace, è più vantaggioso l'esercizio: Concentrato Alternato Distribuito Massivo.
Andrea viene operato dalla dott.ssa Brambilla. Quando a posteriori descrive l'esperienza, dice: «È andato tutto bene e il dottore era molto bravo: è riuscito a contenere la cicatrice». L'errore nel ricordare il sesso del chirurgo può spiegata in termini di: schemi mentali effetti post anestesia deficit della memoria fotografica cue di recupero.
La conoscenza episodica è costituita da proposizioni in cui: si considerano le informazioni a livello generale gli episodi si riferiscono a eventi accaduti nei primissimi mesi di vita del bambino le coordinate spazio temporali non vengono considerate si considerano le coordinate spazio temporali delle esperienze soggettive.
Per le sue caratteristiche, la memoria di lavoro è assimilabile alla memoria di: a lungo termine a breve termine ecoica iconica.
"Ieri sono andata a correre nel parco del mio paese con Giulia". Si tratta di un'affermazione che si riferisce a: la conoscenza episodica la conoscenza semantica il pensiero narrativo il pensiero analogico.
La memoria di lavoro serve, ad esempio, a: imparare una lista di termini per un test di informatica ricordare un indirizzo fino a quando si può trascriverlo ricordare il primo giorno di scuola ricordare il PIN del telefono cellulare.
Convenzionalmente, si suddivide principalmente la memoria a lungo termine in: memoria episodica e memoria semantica memoria procedurale e memoria semantica memoria dichiarativa e memoria procedurale memoria ecoica e memoria iconica.
Le conoscenze dichiarative possono avere il formato sia di rappresentazioni proposizionali, sia di immagini mentali vero Dipende dal tema in oggetto falso vero, ma solo di immagini mentali statiche.
La conoscenza dichiarativa comprende le conoscenze: le conoscenze sul mondo disponibili permanentemente nella memoria di lavoro sul mondo disponibili temporaneamente nella memoria a lungo termine relative al contesto attuale e quelle elaborate nella memoria a breve termine relative al contesto attuale e quelle elaborate nella memoria di lavoro.
La conoscenza semantica è una forma di conoscenza: Procedurale Fattuale Dichiarativa Episodica.
L'affermazione «Ieri sera sono stato alla prima di uno spettacolo teatrale» rientra nelle conoscenze: procedurali narrative episodiche semantiche.
La rappresentazione mentale di raggruppamenti di parti di informazioni fra loro connesse è una: catena diffusa rete semantica connessione episodica ruota informativa.
La conoscenza su come fare qualcosa è detta: Procedurale Pragmatica Episodica Semantica.
2X2 = 4. Il ricordo di questo fatto aritmetico risiede: nella memoria semantica tutte le precedenti nella memoria dichiarativa nella memoria a lungo termine.
Negli studi sulla memoria, chi ha assegnato un ruolo importante al significato del materiale rievocato? Watkins Ebbinghaus Baddley Bartlett.
Il termine "schema" per indicare il modo di rappresentarsi le cose caratteristico di ciascuna cultura venne introdotto da: Baddley Luria Ebbinghaus Bartlett.
Lo script è una forma di conoscenza schematica degli eventi non solo degli eventi Dipende dal concetto cui si riferisce vero falso.
Quali dei seguenti elementi rientrano nel pensiero procedurale: goal e dimensione episodica plan e dimensione interpretativa procedure d'azione e script pensiero sintagmatico e management.
Bruner ha indagato le differenze fra: pensiero narrativo e immagini mentali pensiero scientifico o paradigmatico e pensiero narrativo o sintagmatico pensiero narrativo e pensiero procedurale pensiero scientifico e conoscenza proposizionale.
Quali dei seguenti elementi rientrano nel pensiero narrativo: management e script pensiero sintagmatico e procedure d'azione dimensione interpretativa ed episodica plan e goal.
Il pensiero narrativo è vincolato alla realtà dipende dall'età del narrante Dipende dal tipo di argomento falso vero.
pensiero narrativo è un punto di vista sulla realtà esperita e ricreata vero Dipende dal tipo di argomento falso dipende dall'età del narrante.
Il pensiero narrativo media tra l'esperienza e colui che la narra Dipende dal tipo di argomento falso vero dipende dall'età del narrante.
I processi mnestici costruttivi: confermano che il recupero di eventi importanti è estremamente accurato hanno come scopo l'esercizio dell'immaginazione aiutano il recupero di ricordi inconsci sono un tipo di processo cognitivo top-down.
Dopo un forte trauma alla testa, il paziente non ricorda quello che è successo dopo l'incidente. Si tratta di un fenomeno di: interferenza proattiva amnesia anterograda interferenza retroattiva amnesia retrograda.
Quale conseguenza potrebbe comportare un trauma cerebrale che impedisse temporaneamente il consolidamento della memoria? si svilupperebbe la sindrome di Korsakoff gli avvenimenti immediatamente precedenti il trauma non verranno immagazzinati nella memoria a lungo termine se la persona colpita dal trauma fosse un maschio, aumenterebbe la probabilità di un'amnesia retrograda si svilupperebbe la demenza di Alzheimer.
La testimonianza oculare può essere influenzata da: l'età del testimone la presenza di armi e le parole utilizzate durante l'interrogatorio l'età del testimone e la presenza di armi l'età del testimone, la presenza di armi e le parole utilizzate durante l'interrogatorio.
Quale processo spiega il fatto che l'apprendimento di nuove informazioni rende più difficile il ricordo di informazioni già acquisite? decadimento interferenza ricostruzione livelli di elaborazione.
Immaginate di aver studiato spagnolo nel primo semestre e che ora, nel secondo semestre, stiate studiando francese. Mentre svolgete gli esercizi di francese, vi rendete conto di rispondere spesso in spagnolo. Questo fatto può essere spiegato nei termini di: amnesia anterograda interferenza retroattiva interferenza proattiva amnesia retrograda.
Lucia, in seguito a un'importante lesione cerebrale, non riesce più a trasferire le informazioni dalla memoria a breve termine alla memoria a lungo termine: amnesia retrograda amnesia anterograda deficit di reiterazione elaborativa deficit di reiterazione ripetitiva.
Quale processo dell'oblio spiega il fatto che si possono dimenticare informazioni immagazzinate in memoria? interferenza e dipendenza da indizi dipendenza da indizi interferenza Decadimento.
Certi tipi di danno cerebrale lasciano intatti i ricordi precedenti l'evento traumatico, ma non permettono di ricordare i fatti avvenuti dopo il trauma. Se ne desume che: la memoria a lungo termine ha capacità limitata la memoria sensoriale è più importante di quella a lungo termine memoria a breve e a lungo termine sono distinte la memoria a breve termine ha capacità illimitata.
A scuola Nadia ha studiato due poesie di Pascoli, a distanza di un mese l'una dall'altra. Qualche tempo dopo, quando prova a ripetere la prima poesia imparata, si accorge di non riuscire a ricordarla. Ha invece bene in mente la seconda poesia. Si tratta di un esempio di: interferenza retroattiva interferenza proattiva interferenza retrograda interferenza anterograda.
L'interferenza di altri ricordi sulla rievocazione è maggiore quando: Gli stimoli sono diversi tra loro La situazione è particolarmente coinvolgente a livello emotivo Gli stimoli sono simili tra loro I tempi di apprendimento sono brevi.
L'interferenza di altri ricordi sulla rievocazione è maggiore quando: I tempi di apprendimento sono brevi I ricordi sono stati acquisiti lontano nel tempo Gli stimoli sono diversi tra loro Gli stimoli sono simili tra loro.
Quale delle seguenti non è una mnemotecnica visiva? il Peg System le storie la mnemotecnica dei Loci nessuna delle precedenti.
La teoria della profondità della codifica: ipotizza l'esistenza di due tipologie di codifica: strutturale e semantica è stata formulata da Baddeley ipotizza l'esistenza di due tipologie di codifica: superficiale e profonda spiega l'oblio dipendente dalla mancata codifica.
Il modello DIARIO propone le seguenti punti: definire, identificare, attivare, riflettere, io definire, identificare, agire, riflettere, io definire, identificare, agire, ragionare, io definire, isolare, agire, riflettere, io.
il PQ4R è: un metodo di studio un modello motivazionale un test per la valutazione dei vissuti emotigeni un principio di percezione.
La definizione di intelligenza comunemente riconosciuta in psicologia è nel complesso assimilabile a quella del senso comune. falso vero dipende dall'età dei soggetti Dipende.
Le teorie implicite: tutte le opzioni proposte hanno validità ecologica sono conoscenze metacognitive circa una funzione cognitiva, organizzate coerentemente in concetti incidono sul comportamento, gli atteggiamenti e le valutazioni delle persone.
Secondo le teorie implicite, l'intelligenza coinciderebbe con intelligenza verbale tutte le opzioni proposte capacità di problem solving intelligenza pratica.
L'intelligenza fluida è l'accumulo di informazioni, abilità e strategie apprese attraverso l'esperienza la capacità di elaborare l'informazione, di ragionare e di memorizzare nessuna delle precedenti la capacità di comprendere il mondo, pensare razionalmente e usare efficacemente le risorse in caso di difficoltà.
Il "fattore g": indica la multi-dimensionalità del concetto di intelligenza indica la multi-dimensionalità e la misurabilità del concetto di intelligenza è un fattore unico e non misurabile da cui dipende il risultato di qualsiasi manifestazione di intelligenza è un fattore unico e misurabile, da cui dipende il risultato di qualsiasi manifestazione di intelligenza.
Il test oggi più utilizzato per la valutazione del QI è: il test di Galton la scala Wechsler il test dell'età mentale la scala d'Intelligenza Stanford-Binet, quinta edizione.
L'intelligenza fluida rappresenta le capacità di risolvere una analogia, di raggruppare una serie di stimoli secondo un criterio dato, di memorizzare una serie di numeri. vero, tranne per la memorizzazione Dipende dal tipo di stimoli vero falso.
Il contesto di riferimento e l'esperienza individuale sono potenziali fattori di influenza sul risultato dei testi di QI. dipende dal contesto sociale falso vero Dipende dai soggetti.
Attraverso il test di Stanford-Binet si ottiene Una media tra due QI Un Qi totale Un QI verbale e uno di esecuzione Un QI logico-matematico e uno linguistico.
La scala di intelligenza Stanford-Binet fu messa a punto da: Stern Binet Terman Stanford.
Non è vero che l'intelligenza emotiva: interviene nell'abilità di relazionarsi con gli altri spiega risultati bassi ai test di intelligenza tradizionale permette di rispondere adeguatamente agli stati emotivi altrui è alla base dell'empatia, dell'autocoscienza e delle abilità sociali.
Il ritardo mentale: non è definito unanimemente dagli esperti è detto "mite" quando si attesta su punteggi di Q.I compresi tra 40 e 50 punti colpisce dall'1 al 5% della popolazione è detto "profondo" quando si attesta su punteggi di Q.I inferiori a 39 punti.
Una delle capacità primarie individuate da Thurnstone è: L'abilità interpersonale Il ragionamento linguistico Il lessico mentale La fluidità verbale.
Quale tra le seguenti è la corretta definizione psicologica di intelligenza? abilità nel formare categorie e discutere razionalmente abilità nel campo delle relazioni sociali capacità di comprendere il mondo, pensare razionalmente ed usare le risorse disponibili con efficacia capacità di comprensione del mondo e di relazione interpersonale.
Marika al lavoro è una donna di successo: dedica molte delle sue ore al lavoro, è attenta ai bisogni dei colleghi e cerca sempre di dar funzionare al meglio il suo team. È probabile che presenti una spiccata: intelligenza intrapersonale intelligenza cristallizzata intelligenza pratica intelligenza fluida.
La teoria delle intelligenze multiple è stata formulata da: Goleman Gardner Wechsler Cattell.
Secondo il modello di Gardner, le abilità-skills nei compiti che coinvolgono la musica caratterizzano l'intelligenza: naturalistica musicale linguistica spaziale.
Secondo il modello di Gardner, le abilità-skills nella produzione e nell'uso del linguaggio caratterizzano l'intelligenza: intrapersonale musicale logico-matematica linguistica.
Secondo il modello di Gardner, le abilità-skills nell'identificare e classificare esemplari presenti in natura caratterizzano l'intelligenza: musicale corporeo-cinestetica logico-matematica naturalistica.
Gianni ha una spiccata capacità di interagire con le altre persone, è sensibile alle emozioni, alle motivazioni e alle intenzioni altrui. È dotato di un'elevata: intelligenza intrapersonale e interpersonale intelligenza interpersonale e intelligenza emotiva intelligenza intrapersonale intelligenza interpersonale.
Una delle forme di intelligenza ipotizzate da Gardner è l'intelligenza: Musicale Ludica Artistica Creativa.
Nel modello di Sternberg, l'intelligenza pratica: è legata al successo generale nella vita è basata sulla conoscenza di informazioni specifiche è basato sulla conoscenza di informazioni generali è legata al successo in specifici ambiti della vita.
Secondo Sternberg, l'insight attiva i seguenti processi: Codifica, combinazione selettiva, confronto selettivo Combinazione, ristrutturazione selettiva e verifica selettiva nessuna delle opzioni proposte Codifica, incubazione e associazione selettiva.
Un tipo di impostazione è: L'insight Il bias della conferma La fissità funzionale La ridondanza.
La codifica selettiva è: Un'abilità di risoluzione dei problemi richiesta dall'insight Una fase del processo di riconoscimento delle figure Il modo di codificare l'informazione nella memoria sensoriale Un aspetto dell'attenzione selettiva.
La tendenza a continuare a fare qualcosa allo stesso modo benché senza ottenere successo è detta: Modello d'incubazione Schema fuorviante Impostazione negativa Bias.
La rappresentazione dello stato iniziale dell'obiettivo, degli stati intermedi e degli operatori è detta: Analisi del problema Campo del problema Struttura del problema Spazio del problema.
Nel processo di risoluzione di un problema, la capacità di determinare le informazioni che meritano di essere elaborate ulteriormente viene chiamata: Confronto selettivo Selezione primaria Combinazione selettiva Codifica selettiva.
Le informazioni che vengono più facilmente in mente sono alla base dell'euristica della: Disponibilità Selettività Affettività Rappresentatività.
La tecnica del frazionamento consiste nel: scomporre un problema in più sotto-problemi considerare il contrario del concetto che si deve analizzare interpretare dei fatti alla luce di contesti alternativi assumere il punto di vista altrui.
Le euristiche sono: schemi pragmatici Strategie generali per affrontare situazioni problematiche Descrizioni esatte di cosa fare in una certa situazione regole di inferenza.
L'euristica della rappresentatività è usata per: Fare stime di probabilità Stimare l'efficacia di strategie per la soluzione di un problema Determinare la disponibilità di strategie per la soluzione di un problema Stimare la frequenza relativa degli eventi.
Quali delle seguenti affermazioni sugli algoritmi è errata? sono un insieme finito di regole che conducono alla soluzione di un problema possono essere applicati a qualsiasi tipo di problema non possono essere applicati ad alcune tipologie di problemi riguardano il procedimento che permette di ottenere un risultato eseguendo una sequenza di operazioni secondo un ordine dato.
Il ragionamento induttivo si basa principalmente su: generalizzazione e associazione regolarità e generalizzazione regolarità e analogia analogia e associazione.
Date le premesse: «Tutti gli artisti sono banditi. Tutti i banditi sono cuochi», si deve concludere che: Alcuni artisti sono cuochi Tutti i cuochi sono artisti Tutti i banditi sono artisti Tutti gli artisti sono cuochi.
In un ragionamento deduttivo le conclusioni sono: generali universali soggettive particolari.
Le regole che stabiliscono che una data proposizione deve essere vera, posto che siano vere certe altre proposizioni, sono chiamate: Regole di inferenza Regole di verità Regole di coerenza Regole di ammissione.
La tendenza a cercare dei dati a favore di una ipotesi è detta: Script della verifica Impetus della falsificazione Errore di ipotesi Bias della conferma.
A maggiore di B - B maggiore di C - A maggiore di C. questo sillogismo fa riferimento al pensiero: induttivo esplicito deduttivo implicito.
Il ragionamento induttivo: può portare ad una conclusione falsa, anche se le premesse sono vere non permette di definire regolarità si fonda su regolarità e generalizzazione, funzioni che non conducono all'errore si basa su processi di pensiero che vanno dal generale al particolare.
Il sillogismo è una forma di ragionamento costituita da Due premesse minori Una premessa maggiore e una minore Due premesse maggiori Una premessa minore e una particolare.
Le regole di inferenza sono regole: Che spiegano il processo di comprensione delle parole in una lingua appresa (L2) Che misurano la velocità di recupero dell'informazione nella memoria a breve termine Introdotte da Helmholtz per spiegare la percezione Applicate nella soluzione di problemi logici.
Il pensiero divergente: non rappresenta uno dei fattori del pensiero creativo è l'abilità creativa di generare risposte inusuali, ma appropriate è l'abilità creativa di generare risposte inusuali basate su conoscenza e logica contrasta con il pensiero convergente che produce risposte inusuali, ma appropriate.
Miriana usa un barattolo di conserve e una candela per creare una lampada da tavolo. È un esempio: dell'operazione mentale collegare dell'operazione mentale riorganizzare tutte le precedenti dell'operazione mentale ampliare.
L'effetto ancoraggio tende a scomparire: all'aumentare della percezione di una distinzione tra i prodotti all'aumentare della percezione di una associazione tra i prodotti all'aumentare del prezzo dei prodotti all'aumentare della novità dei prodotti.
In generale, è maggiore il rimpianto: per omissione dipende dalle situazioni si equivalgono per commissione.
L'apprendimento può essere definito in modo completo come: un processo esperienziale che produce comportamenti stabili un processo individuale realizzato per via esperienziale o teorica un processo basato sull'esperienza un processo esperienziale che produce comportamenti stabili, realizzati in modo autonomo.
L'apprendimento è un cambiamento nel comportamento: assolutamente permanente e dovuto alla maturazione relativamente permanente e dovuto all'esperienza relativamente permanente e dovuto alla maturazione assolutamente permanente e dovuto all'esperienza.
I cambiamenti che sono il risultato di pattern di cambiamento determinati biologicamente: rappresentano una delle categorie dell'apprendimento sono presenti solo negli animali, non negli esseri umani presuppongono che le persone si riferiscano a mappe cognitive sono detti di "maturazione".
La relazione tra apprendimento e maturazione è assimilabile a quella tra: conscio e inconscio cultura e natura natura e cultura nessuna delle opzioni proposte.
Nel condizionamento classico: il condizionamento è maggiore quando lo stimolo condizionato è presentato appena dopo lo stimolo incondizionato il condizionamento è maggiore quando lo stimolo condizionato è presentato appena prima dello stimolo incondizionato risposta condizionata e incondizionata sono identiche risposta condizionata e incondizionata sono diverse.
Un riflesso è: Una conseguenza secondaria, associabile alla risposta ad una data stimolazione Una risposta naturale ad una specifica stimolazione una risposta appresa ad una specifica stimolazione Una sequenza automatica inscritta geneticamente del sistema nervoso.
Nel condizionamento classico, produce miglior apprendimento un intervallo temporale tra Stimolo condizionato e stimolo incondizionato nell'ordine di grandezza di: Mezzo secondo Un minuto Un secondo Mezzo minuto.
Risposte emotive, quali l'aumento della pressione o la risposta psicogalvanica, possono essere condizionate? Solo in soggetti particolarmente reattivi No Sì Solo nei bambini.
Dopo un anno di sobrietà, Giorgio, che era alcolista, sente l'irrefrenabile desiderio di bere alla visione di una birra analcolica, che ha lo stesso colore e consistenza del corrispettivo alcolico. Si tratta di un esempio di: risposta incondizionata generalizzazione risposta condizionata recupero spontaneo.
Nel condizionamento classico, lo stimolo neutro che inizia ad attivare una risposta condizionata viene detto: stimolo non rinforzato stimolo incondizionato stimolo condizionato stimolo rinforzato.
Per la pubblicità di una nota marca di caffè è stato ingaggiato un celebre attore americano, affinché le persone lo associno al caffè e siano invogliate ad apprezzarlo. In questo esempio lo stimolo condizionato è: il caffè l'attore l'apprezzamento La filmografia dell'attore.
La discriminazione indica: La procedura per apprendere a non rispondere a stimoli simili allo stimolo condizionato e rispondere soltanto allo stimolo condizionato L'eliminazione di uno stimolo avversivo La tendenza del condizionamento ad estendersi a stimoli simili La procedura per apprendere a rispondere a stimoli simili allo stimolo condizionato.
Negli esperimenti di Pavlov, qual era lo stimolo incondizionato? Il cane Il suono del campanello Il cibo La salivazione.
Il direttore di un ufficio dice ai dipendenti di andare a parlargli nel suo ufficio solo quando la porta è completamente aperta. Per i dipendenti che attendono in corridoio, la porta aperta rappresenta: il rinforzo a intervallo variabile lo stimolo discriminativo il rinforzo superstizioso la risposta generalizzabile.
Quale processo spiega il fatto che quando era piccola, a Natale Laura mangiava sempre biscotti alla cannella e ora, anche a distanza di anni, quando sente il profumo della cannella si sente una pervasa da una sensazione di felicità? apprendimento per osservazione condizionamento operante apprendimento discriminante condizionamento classico.
Il superamento di una superstizione quando se ne verifica l'inconsistenza è un esempio del processo di: desensibilizzazione deduzione estinzione apprendimento.
Se un soggetto condizionato a rispondere ad una luce blu, risponde anche ad una luce azzurra, si ha un caso di: modellamento condizionamento superiore discriminazione dello stimolo generalizzazione dello stimolo.
Pietro vuole utilizzare una procedura di condizionamento classico in cui un suono acuto (stimolo neutro) è associato a un odore sgradevole (stimolo incondizionato). Il suono acuto deve: avere una relazione inversamente proporzionale all'odore sgradevole comparire in seguito all'odore sgradevole essere presentato insieme all'odore sgradevole precedere immediatamente l'odore sgradevole.
Quale delle seguenti affermazioni è vera? sia i rinforzatori positivi sia quelli negativi diminuiscono la probabilità di avere una risposta sia i rinforzatori positivi sia quelli negativi aumentano la probabilità di ottenere una risposta solo i rinforzatori negativi aumentano la probabilità di avere una risposta solo i rinforzatori positivi aumentano la probabilità di avere una risposta.
Nel condizionamento operante, il rinforzo è: Un evento successivo alla risposta, che rende la stessa più probabile Uno stimolo che provoca risposte non specifiche Il processo di stabilizzazione dell'apprendimento del soggetto Un evento che precede la risposta e che rende la stessa più probabile.
Nel condizionamento operante, la punizione è: Uno stimolo che provoca risposte specifiche Uno stimolo avversivo che provoca risposte non specifiche Uno stimolo avversivo che riduce la risposta che lo precede Uno stimolo che blocca tutte le risposte dell'animale.
Il termine "rinforzo negativo" indica: Un evento che provoca una risposta piacevole La cessazione o eliminazione di uno stimolo avversivo Un evento spiacevole che inibisce la risposta normalmente attesa Una punizione.
Il biofeedback è: Una tecnica di condizionamento Un effetto di alcuni tipi di rinforzo Un apparecchio che registra le variazioni della pressione Una tecnica di memorizzazione.
Secondo Skinner, la psicologia può unicamente stabilire relazioni funzionali tra stimolo e risposta, non si possono formulare ipotesi su quanto avviene nell'organismo: falso, non solo relazioni funzionali vero dipende dagli stimoli falso.
I primi studi sul condizionamento operante risalgono a: Thorndike Hull Pavlov Skinner.
Arianna ha da poco trovato un nuovo lavoro. Riceve 50 euro per ogni cappotto che cuce. Si tratta di un programma a: rapporto fisso intervallo fisso intervallo variabile rapporto variabile.
Il cibo per una persona affamata è un esempio di: rinforzatore secondario rinforzatore primario e positivo rinforzatore positivo rinforzatore primario.
In un programma di condizionamento, il modo migliore per eliminare una risposta è: Rinforzarla con uno stimolo avversivo Rinforzarla in modo intermittente Rinforzare solo risposte incompatibili rispetto a quelle indesiderate Rinforzare solo risposte incompatibili rispetto a quelle desiderate.
Marco riceve lo stipendio il 28 di ogni mese. Si tratta di un programma a: rapporto variabile rapporto fisso intervallo fisso intervallo variabile.
La forma di apprendimento in cui il comportamento volontario viene influenzato dalle sue conseguenze è detta: mapping cognitivo condizionamento operante condizionamento classico apprendimento latente.
Gianni ha osservato per molte estati il nonno tagliare la legna nella casa di vacanze in montagna. Anni dopo, si trova con la fidanzata nella stessa casa. Fa freddo e devono accendere il camino. Gianni, che non ha mai tagliato la legna, prova e porta a termine con successo il compito. È un esempio di: modificazione del comportamento apprendimento osservativo apprendimento per insight apprendimento latente.
L'apprendimento latente indica l'importanza: del rinforzo delle predisposizioni specie-specifiche delle esperienze precedenti dei fattori cognitivi.
La legge dell'effetto: è stata formulata da Thorndike sostiene che le risposte che causano conseguenze soddisfacenti hanno una maggiore probabilità di essere ripetute tutte le precedenti fa riferimento al comportamento di un gatto in una gabbia.
Nel condizionamento operante, la risposta che ha minor probabilità di estinguersi si ottiene con: Rinforzo continuo Eliminazione del rinforzo Rinforzo negativo Rinforzo intermittente.
Secondo Bandura, i modi per indurre a mostrare esplicitamente i comportamenti appresi per osservazione sono: gli stimoli incondizionati il controllo degli stimoli le abitudini le ricompense.
Le fasi della gestione dell'apprendimento cooperativo per il formatore sono: progettare l'attività, consolidare le precompetenze, valutare il gruppo e il singolo progettare l'attività, gestire il contesto, valutare il singolo e il processo progettare l'attività, gestire il contesto, valutare il gruppo progettare l'attività, gestire il contesto, valutare il gruppo e il singolo.
Non è una tipologia di interdipendenza positiva: ambientale delle competenze del compito delle relazioni.
I principi dell'apprendimento cooperativo sono: responsabilità individuale competenze sociali e valutazione di gruppo tutte le opzioni proposte interdipendenza positiva e interazione costruttiva.
Non è una tipologia di interdipendenza positiva: delle risorse dei ruoli dei risultati di identità.
Non è una tipologia di interdipendenza: interdipendenza negativa nessuna delle opzioni proposte individualismo interdipendenza positiva.
Le competenze relazionali di base per l'apprendimento cooperativo sono: conoscersi e fidarsi, risolvere i conflitti, accettarsi e sostenersi, comunicare falso vero, ad eccezione del sostegno vero vero, ad eccezione della comunicazione.
Nell'apprendimento cooperativo la valutazione è responsabilità: del docente/formatore del docente/formatore e dei formandi ogni gruppo è valutato dagli altri dei formandi.
Nella valutazione dell'apprendimento cooperativo si possono usare schede di rilevazione, checklist, osservazione informale. vero, ad eccezione dell'osservazione vero falso vero, ad eccezione delle checklist.
Nella costituzione dei gruppi cooperativi, occorre considerare: durata e ampiezza del gruppo, tipologia di costruzione durata del gruppo e tipologia di costruzione tipologia di costruzione e età dei soggetti tipologia di costruzione e ambito disciplinare di riferimento.
Nell'apprendimento cooperativo si valutano: il piano dei contenuti e dei processi il piano dei processi e delle relazioni tutte le opzioni proposte il piano dei contenuti e delle relazioni.
Uno studio classico sull'apprendimento per insight degli scimpanzé fu condotto da: Pavlov Koehler Tolman Wertheimer.
A quale processo si può imputare il fatto che vedendo più e più volte un film si potrebbe finire per apprezzarlo sempre meno? abituazione maturazione modellamento discriminazione dello stimolo.
L'apprendimento per insight è stato formulato da: Bandura Sultan Khöler Tolman.
Le teorie dell'arousal ritengono che l'organismo tenda a: bilanciare livelli di stimolazione sia troppo alti che troppo bassi innalzare livelli troppo bassi di stimolazione assumere rischi ridurre livelli troppo alti di stimolazione.
Le prime teorie psicologiche sulle emozioni hanno studiato: nessuna delle opzioni di risposta fornite la componente psicologica la componente culturale le risposte fisiologiche.
Le teorie dell'appraisal sostengono una prospettiva dimensionale delle emozioni che sono considerate come processi multicomponenziali che variano secondo alcune dimensioni continue, come novità, valenza edonica e pertinenza rispetto agli scopi falso vero dipende dall'età degli individui dipende dalle emozioni.
In riferimento alla teoria di James-Lange non è vero che: il termine "periferico" si riferisce al luogo in cui avviene la risposta fisiologica le emozioni fondamentali hanno espressioni somatiche diverse la risposta emotiva origina nel talamo ad ogni emozione corrisponde una reazione fisiologica.
Secondo le teorie dell'appraisal, l'antecedente emotivo: deve essere rilevante per l'individuo può essere solo un evento fisico può non essere particolarmente rilevante per l'individuo non può essere un ricordo.
Secondo Scherer: uno stimolo controllabile genera ansia e impotenza appresa la novità non è un elemento di valutazione dello stimolo uno stimolo piacevole è sempre ritenuto pertinente rispetto agli scopi uno stimolo piacevole può essere considerato non pertinente rispetto agli scopi.
Il coping focalizzato sulle emozioni non prevede di: affidarsi alla religione richiedere supporto morale mettere da parte altre attività per concentrarsi sul problema usare l'umorismo.
Gli eventi cataclismici tendono a produrre stress: a breve e a lungo termine non producono stress a lungo, ma non a breve termine a breve, ma non a lungo termine.
Non è vero che la teoria neuroculturale: sostiene che le regole di esibizione siano un prodotto dell'educazione e della cultura di appartenenza sostiene che ogni emozione di base sia caratterizzata dall'attivazione innata di una configurazione di muscoli facciali è stata proposta da Scherer ha impostazione culturale e cognitiva.
La capacità di resistere e di superare una profonda avversità è detta: resistenza resilienza coping eustress.
Le teorie psico-evoluzionistiche analizzano le espressioni delle emozioni a livello: nessuna delle opzioni proposte molare e molecolare analitico e globale molecolare e olistico.
Secondo l'ipotesi globale di Ekman, le configurazioni espressive del volto sono gestalt: unitarie, chiuse e universali tutte le opzioni proposte espressive, fisiologiche, motivazionali, innate fisse, discrete, specifiche.
Le regole di esibizione sono: accentuazione, attenuazione, neutralizzazione e simulazione accentuazione, attenuazione, neutralizzazione e imitazione accentuazione, attenuazione, neutralizzazione accentuazione, attenuazione, soppressione e simulazione.
La reazione immediata allo stress è di tipo neurofisiologico. falso dipende dal genere dei soggetti dipende dall'età dei soggetti vero.
In base alla teoria dell'autodeterminazione, non è uno dei bisogni psicologici di base: affetto relazioni sociali autonomia competenza.
I motivi secondari sono: Dipendenti da motivi primari Appresi Conseguenza dei motivi primari Innati.
Nella piramide di Maslow: i bisogni di sicurezza sono i bisogni di base i bisogni fisiologici e di sicurezza sono detti bisogni di carenza i bisogni spirituali sono alla base della piramide i bisogni di base sono in cima alla piramide.
Quando si fa qualcosa per la sola gratificazione che ne deriva, si dice che si è spinti da una motivazione: All'autorealizzazione Incondizionata Intrinseca Estrinseca.
I bisogni sono: Motivazioni endo-apprese Prodotti di pulsioni innate Deviazioni da uno stato di equilibrio interno Indipendenti dall'ambiente.
Gli incentivi sono: Stimoli interni Meccanismi omeostatici Risposte incondizionate Stimoli esterni.
La motivazione di Effectance è una motivazione intrinseca precoce è la motivazione specifica a padroneggiare l'ambiente è una motivazione estrinseca precoce è distinta dai vissuti di competenza ed efficacia.
L'interesse individuale è: propensione personale contingente ad apprendere un certo ambito di contenuti o capacità propensione comune contingente ad apprendere un certo ambito di contenuti o capacità la propensione personale durevole ad apprendere un certo ambito di contenuti o capacità la propensione comune durevole ad apprendere un certo ambito di contenuti o capacità.
La motivazione alla competenza riguarda: la sicurezza in se stessi la voglia di imparare la valutazione della probabilità di portare a termine con successo un certo compito o attività l'importanza di essere riconosciuti dagli altri per la propria bravura.
Non è vero che il senso di autoefficacia: rispecchia le credenze prima di eseguire l'azione equivale al senso di competenza è un insieme di credenze personali dominio-specifiche sintetizza il livello di abilità percepita, l'importanza della situazione e le aspettative di riuscita.
La Teoria delle attribuzioni di Seligman descrive: le opinioni che le persone si formano circa i propri livelli motivazionali le opinioni che le persone si formano circa i motivi degli insuccessi le opinioni che le persone si formano circa i motivi dei loro rapporti affettivi le opinioni che le persone si formano circa i motivi dei loro successi/insuccessi.
Seligman distingue: cause interne vs. esterne cause globali vs. specifiche tutte le opzioni proposte cause stabili vs. instabili.
La motivazione al successo è misurata con il Test di Appercezione Tematica. solo in alcuni aspetti falso vero dipende dall'età degli individui.
Il bisogno di successo è una caratteristica stabile e appresa. falso, dipende anche dal contesto di riferimento vero falso, dipende dall'età degli individui falso.
TAT significa: Thematic Articulate Test Thematic Apperception Test Test Attend Test Tip And Toungue.
bisogni di successo, affiliazione e potere: derivano da caratteristiche personali dell'individuo sono i più importanti bisogni secondari derivano da una interrelazione tra fattori disposizionali e ambiente tendono a non essere compresenti.
Il benessere soggettivo: è un costrutto multidimensionale di autorealizzazione tende universalmente a essere stabile tutte le opzioni proposte non coincide con il benessere psicologico.
La maggior parte delle persone ha un set point per il benessere: basso molto basso molto elevato elevato.
Il livello di benessere e la qualità della vita sono fattori oggettivi. falso vero Dipende dalle esperienze dipende dall'età dei soggetti.
L'Hedonic Treadmill si riferisce al fatto che: tutte le opzioni proposte la felicità può essere perseguita di per sé la felicità è la risultante di altre realizzazioni che producono felicità pensare alla felicità non può far rattristare.
Qual è la differenza tra gioia e piacere? la gioia è una sensazione temporanea, il piacere è una sensazione duratura non ci sono differenze la gioia un'emozione e il piacere è una sensazione la gioia una sensazione e il piacere è un'emozione.
La felicità edonica analizza: lo sviluppo e la realizzazione delle potenzialità individuali il piacere come benessere sociale il piacere come benessere personale lo sviluppo delle potenzialità della natura umana.
Nella terza età il mantenimento di un atteggiamento positivo è associato a: minori probabilità di una vita lunga maggiori probabilità di malattie cardiopatiche nessuna delle opzioni maggiori probabilità di una vita lunga.
Secondo l'ipotesi di neutralizzazione: le emozioni positive hanno una funzione di regolazione delle emozioni negative le emozioni positive compensano le emozioni negative nessuna delle opzioni proposte le emozioni positive influenzano, ma non modificano gli effetti successivi di emozioni negative.
Le emozioni negative: non forniscono energia psichica per affrontare la situazione in atto quando sono intense, prolungate e ricorrenti possono incidere sulla salute e il benessere della persona tutte le opzioni proposte sono dinamiche, ma non adattive, perché non spingono all'azione.
L'apprendimento non è: conversione sviluppo tutte le opzioni proposte maturazione.
L'apprendimento viene approfondito attraverso la metafora: cinematografica generazionale teatrale sportiva.
L'apprendimento significativo è: apprendimento di nuove nozioni il cui senso è dato dalle nozioni pregresse entrambe le opzioni proposte nessuna delle opzioni proposte apprendimento in cui il discente è coinvolto in un processo di costruzione di conoscenza, all'interno di un contesto rilevante, attraverso la collaborazione con altri soggetti all'interno di una comunità.
Nel modello sistematico di Bronfenbrenner, gli aspetti comuni ai sottosistemi di una cultura che ne influenzano i cambiamenti a cascata, costituiscono: l'Esosistema il Microsistema il Macrosistema il Mesosistema.
Nel modello sistematico di Bronfenbrenner, le situazioni ambientali in cui si verificano eventi che determinano o sono a loro volta determinati da ciò che accade nella situazione ambientale dell'individuo, ma non lo vedono coinvolto attivamente in modo diretto, costituiscono: il Microsistema il Mesosistema l'Esosistema il Macrosistema.
Nel modello sistematico di Bronfenbrenner, i grandi cambiamenti culturali, sociali, economici, fisici, ecc. sono: Mutazioni generali del panorama relazionale Transazioni ecologiche Transazioni ecologiche Mutazioni generali del panorama contestuale.
Nella progettazione di un setting si possono prevedere: sequenza delle fasi di lavoro tempi e risultati regole e i rispettivi ruoli strategie e metodologie.
Non è vero che il setting: è individuale è costituito dalla persona che agisce nel e in relazione con un determinato ambiente dipende dalle persone e dalla loro memoria implica sviluppo.
luoghi "esterni" dell'apprendimento: permettono di acquisire competenze o capacità pratiche permettono di acquisire competenze o capacità rilevanti nella quotidianità e nelle relazioni permettono di acquisire competenze e capacità che motivano valorialmente all'apprendimento permettono di acquisire competenze o capacità rilevanti nella cultura di appartenenza.
I luoghi "interni " dell'apprendimento: permettono di acquisire competenze o capacità intellettuali permettono di acquisire competenze o capacità rilevanti nella cultura di appartenenza permettono di acquisire competenze e capacità che motivano valorialmente all'apprendimento permettono di acquisire competenze o capacità rilevanti nella quotidianità e nelle relazioni.
Il modello del setting di Antonietti prevede: spazio di azione, progetto strutturale, atteggiamento, valore spazio di azione, progetto strutturale, atteggiamento, senso spazio di azione, progetto strutturale, azioni, senso spazio di azione, impalcature, atteggiamento, senso.
E' una «spinta ad imparare»: consapevolezza di una visione d'insieme bellezza e sfida piacere e gratificazione tutte le opzioni proposte.
Nel modello di setting di Antonietti, lo "schema organico e coerente rispetto agli obiettivi e alle modalità sottese agli elementi concreti" è detto: sfondo spazio di azione atteggiamento progetto strutturale.
All'interno di una «comunità di pratiche», l'apprendimento: è guidato dalle esigenze delle persone che appartengono alla comunità contribuisce alla formazione dell'identità, in quanto acquisizione di capacità e competenze che trasformano il discente in «quella» certa persona tutte le opzioni proposte è distribuito tra le persone e tra gli artefatti.
Secondo Natriello, l'apprendimento oggi è: multiforme, contestualizzato, slegato dalle discipline, formale, interattivo, distribuito multiforme, decontestualizzato, slegato dalle discipline, informale, interattivo, distribuito multiforme, contestualizzato, slegato dalle discipline, informale, interattivo, distribuito multiforme, contestualizzato, legato alle discipline, informale, interattivo, distribuito.
Il patto formativo non definisce: gli obiettivi le relazioni sociali nel gruppo i ruoli e i compiti le regole del setting.
Le visioni dell'apprendimento di Magolda sono: assoluta, transizionale, indipendente, contestuale assoluta, transizionale, interdipendente, contestuale assoluta, transizionale, indipendente, contestuale assoluta, transizionale, indipendente, sociale.
Lo sfondo: è predisposto dal formatore, ma deve essere approvato dal formando è predisposto dal formatore, ma si realizza pienamente nell'interpretazione del formando è predisposto dal formatore è definito dal formando.
Il patto formativo non definisce: i presupposti (teorici, culturali, ecc.) le modalità e i tempi di lavoro nessuna delle opzioni proposte le regole del setting.
Secondo Magolda, l'affermare che la conoscenza è certa e le autorità sono onniscienti caratterizza la visione: visione contestuale visione assoluta visione transizionale visione indipendente.
Secondo Magolda, l'affermazione che la conoscenza evolve ed è la capacità individuale di valutare un contesto per definire una propria posizione, caratterizza la visione: visione transizionale visione assoluta visione indipendente visione contestuale.
Il Conflitto Cognitivo insorge: per l'inadeguatezza del modello nello spiegare la realtà osservata per l'inadeguatezza dei ragionamenti nello spiegare la realtà osservata per l'inadeguatezza del soggetto nel comprendere la realtà osservata per l'inadeguatezza delle conoscenze nello spiegare la realtà osservata.
Il cambiamento concettuale rappresenta: il cambiamento di posizione su un dato argomento la fase di passaggio da conoscenze di ordine inferiore a conoscenze di ordine superiore la fase di passaggio da processi mentali di ordine inferiore a processi di ordine superiore la fase di passaggio da un modello mentale di ordine inferiore a uno di ordine superiore.
Rispetto al grado di generalità, i modelli mentali possono essere: relativi a prototipi, generi, categorie relativi a oggetti singoli relativi a fenomeni o processi, leggi, regole tutte le opzioni proposte.
La costruzione dei modelli mentali implica la capacità di tradurre la realtà in entità mentali per arrivare a una rappresentazione uguale al mondo esterno falso vero dipende dall'ambito di riferimento dipende dal tipo di modello (fisico/concettuale).
Un modello mentale entra in crisi quando: entrambe le opzioni proposte non è più corrispondente alla realtà nessuna delle opzioni proposte non garantisce più il successo nell'azione.
Rispetto agli aspetti sintattici, i modelli mentali: le loro componenti sono interconnesse semplicemente associate tutte le opzioni proposte sono finiti e discreti omogenei al loro interno.
modelli mentali sono assimilabili a: credenze rappresentazioni concettuali convinzioni opinioni.
Le teorie implicite: tutte le opzioni proposte variano in base al modo di concettualizzare e interpretare l'esperienza variano in base all'esperienza variano in base alle conoscenze specifiche dell'individuo.
La costruzione dei modelli mentali implica la capacità di derivare altre entità mentali a partire da quelle iniziali e di trasformare queste ultime falso dipende dal tipo di modello (fisico/concettuale) vero falso rispetto alla trasformazione dei modelli.
La prospettiva culturale-intersoggettiva di Bruner analizza la dimensione: Intersoggettività-esternalizzazione del processo di insegnamento Intersoggettività-soggettività della relazione conoscenza-soggetto Internalizzazione-intersoggettività della relazione conoscenza-soggetto Internalizzazione-soggettività del processo di insegnamento.
Prospettiva fenomenografico-soggettiva di Säljö prevede: 3 categorie su 2 livelli distinti in base al riferimento alle azioni 3 categorie su 2 livelli distinti in base al riferimento al significato 5 categorie su 2 livelli distinti in base al riferimento alle azioni 5 categorie su 2 livelli distinti in base al riferimento al significato.
Si apprende con modalità recettiva e la responsabilità dell'apprendimento è esterna all'individuo. Nel modello di Säljö, questa posizione rispecchia la categoria: Memorizzazione Applicazione di fatti e procedure tramite usi pratici Crescita della conoscenza Processo interpretativo nella comprensione della realtà.
Le concezioni dell'apprendimento sono state studiate da: Approccio Culturale - intersoggettivo Approccio Fenomenografico - intersoggettivo Approccio Culturale - soggettivo nessuna delle opzioni proposte.
Le concezioni dell'apprendimento sono state studiate da: Approccio Fenomenografico - intersoggettivo Approccio Fenomenografico - soggettivo nessuna delle opzioni proposte Approccio Culturale - soggettivo.
Le dimensioni strutturali delle concezioni dell'apprendimento sono: convinzioni, motivazioni, controllo metacognitivo convinzioni, emozioni attivate, controllo metacognitivo convinzioni, emozioni attivate, conoscenza metacognitiva convinzioni, pensieri attivati, controllo metacognitivo.
La sesta categoria aggiunta in seguito da Marton modello di Säljö è: sviluppo di competenze sociali apprendimento stimolante dovere cambiamento come persona.
Il QAPCOL rileva: le epistemologie personali le conoscenze metacognitive le concezioni ingenue dell'apprendimento gli stili di pensiero.
Nell'apprendimento, il discente è protagonista per la sua capacità di costruire nuovi significati, formulare idee, fare inferenze e sviluppare il pensiero critico. Nel modello di Säljö, questa posizione rispecchia la categoria: Processo interpretativo nella comprensione della realtà Applicazione di fatti e procedure tramite usi pratici Astrazione di significato Processo interpretativo nella comprensione della realtà.
Secondo Marton, le concezioni dell'apprendimento centrate sui segni sono: Superficiali Riproduttive versatili Profonde.
Apprendere è capacità di riprodurre e collegare un contenuto memorizzato. Nel modello di Säljö, questa posizione rispecchia la categoria: Memorizzazione Processo interpretativo nella comprensione della realtà Applicazione di fatti e procedure tramite usi pratici Crescita della conoscenza.
Secondo Schommer, le dimensioni delle epistemologie personali comprendono: nessuna delle opzioni proposte controllo e velocità di acquisizione tutte le opzioni proposte grado di certezza e organizzazione.
Le dimensioni delle epistemologie personali riguardano: la natura della conoscenza e il processo del conoscere le tipologie della conoscenza e il processo del conoscere la natura della conoscenza e gli effetti del processo del conoscere la natura e la valutazione della conoscenza.
Secondo Schommer, le dimensioni delle epistemologie personali comprendono: origine e grado di certezza nessuna delle opzioni proposte tutte le opzioni proposte controllo e velocità di acquisizione.
Nel modello costruttivista, il docente deve: accertare le competenze iniziali ed evidenziarne le inadeguatezze presentare casi paradigmatici cogliere la totalità e le strutture segmentare e sequenziare i contenuti in sotto-unità.
L'apprendimento per discussione, si rifà a un modello: basato sui contenuti basato sui comportamenti basato sulle operazioni basato sulla relazione.
Nell'apprendimento per argomentazione, i contenuti sono: dati dal docente trovati dal discente creati dal discente secondari.
I modelli dell'apprendimento possono attivare operazioni di: Imitazione tutte le opzioni proposte Autoregolazione Scaffolding.
Il Mastery learning si basa su un modello: Case-based Sequence-based Conceptual learning Ruled-based.
La rilevazione dei modelli dell'apprendimento è finalizzata a: Rilevare i modelli impliciti dei formandi Sostenere i docenti nell'approccio alle novità didattiche o nella sperimentazione Rendere i formandi consapevoli dei propri modelli Tutte le opzioni proposte.
Nel modello dell'associazione, l'apprendimento è un processo di: di rinforzo/punizione per cementare le catene associative ristrutturazione problem solving e motivazione alla ricerca di soluzioni in cui cogliere vettori/forze, relazioni, strutture globali sulla base di principi innati e universali.
Il cognitivismo considera il discente: pieno, passivo vuoto, passivo pieno, attivo vuoto, attivo.
Il modello della scoperta considera il discente: vuoto, passivo pieno, attivo pieno, passivo vuoto, attivo.
Il comportamentismo propone una visione dell'apprendimento: Associazionistica Olistica Motoria Innatista.
Nel modello costruttivista, il docente deve: trovare/esplicitare i legami tra le unità individuare rapporti e linee di forza sollecitare ipotesi e guidare alla formazione di nuove strutture fare domande e invitare all'assunzione di più prospettive.
Secondo Ausubel, tra i limiti maggiori dell'apprendimento per scoperta ci sarebbe: tutte le opzioni proposte l'eccessivo dispendio di tempo l'efficacia in particolare in certe fasi evolutive e non in altre il rischio di autoreferenzialismo.
I modelli dell'apprendimento possono essere analizzati in funzione: delle operazioni che attivano e presuppongono tutte le opzioni proposte nessuna delle opzioni proposte dei contenuti dai quali partono.
Nell'apprendimento basato sulle regole, i contenuti sono: nessuna delle opzioni proposte trovati dal discente creati dal discente dati dal docente.
La Gestalt considera il discente: vuoto, attivo pieno, attivo vuoto, passivo pieno, passivo.
Il Mastery learning si rifà a un modello basato su: basato sui comportamenti basato sulle operazioni basato sui contenuti basato sulla relazione.
L'apprendimento basato sulle regole, si rifà a un modello basato su: basato sui contenuti basato sui comportamenti basato sulla relazione basato sulle operazioni.
L'apprendimento per imitazione si basa su un modello: basato sui contenuti basato sui comportamenti basato sulle operazioni basato sulla relazione.
La rilevazione dei modelli dell'apprendimento è finalizzata a: Sviluppare la capacità di discriminare le situazioni di applicazione Tutte le opzioni proposte Condividere un approccio comune tra discenti e formandi Aver maggior consapevolezza e flessibilità nel loro impiego.
I modelli dell'apprendimento possono attivare operazioni di: imitazione e esplorazione autoregolazione e analogia autoregolazione e imitazione scaffolding e memoria.
Il modello del processo di insegnamento e apprendimento di Antonietti si fonda sui seguenti assi: vuoto-pieno e interno/esterno tutte le opzioni proposte attivo-passivo e interno/esterno vuoto-pieno e attivo-passivo.
Il cambiamento concettuale si collega ad un modello dell'apprendimento: Associazionista Gestalt Costruttivista Comportamentista.
L'apprendimento per regole utilizza: algoritmi, sillogismi e script algoritmi, euristiche e script algoritmi, euristiche e analogie algoritmi, sillogismi e analogie.
Nel modello del campo, il docente deve: cogliere la totalità e le strutture accertare le competenze iniziali ed evidenziarne le inadeguatezze presentare casi paradigmatici segmentare e sequenziare i contenuti in sotto-unità.
Nel modello dell'associazione, il docente deve: cogliere la totalità e le strutture segmentare e sequenziare i contenuti in sotto-unità accertare le competenze iniziali ed evidenziarne le inadeguatezze presentare casi paradigmatici.
L'apprendimento per analogia prevede: 3 fasi 4 fasi 7 fasi 5 fasi.
Rispetto all'apprendimento, il termine "modello" si riferisce a: Teorie e modelli teorici Metodologie, procedure e tecniche Scuole di pensiero e orientamenti Tutte le opzioni proposte.
Nel modello della scoperta, il docente deve: presentare casi paradigmatici accertare le competenze iniziali ed evidenziarne le inadeguatezze cogliere la totalità e le strutture segmentare e sequenziare i contenuti in sotto-unità.
La competenza è caratterizzata da: organizzazione, articolazione, adattamento, contestualizzazione organizzazione, articolazione, flessibilità, collegamento organizzazione, analisi, flessibilità, contestualizzazione organizzazione, articolazione, flessibilità, contestualizzazione.
L'apprendimento attivo: comporta solamente un'attività motorio-comportamentale comporta un'attività solamente motoria comporta solamente un'attività mentale comporta anche un'attività mentale.
Secondo Candy, le dimensioni dell'apprendimento auto-diretto sono: autonomia personale, autogestione dell'apprendimento, controllo, realizzazione indipendente dell'apprendimento autonomia personale, autogestione dell'apprendimento, realizzazione indipendente dell'apprendimento, autovalutazione autonomia personale, autogestione dell'apprendimento, controllo, motivazione autonomia personale, gestione condivisa dell'apprendimento, controllo, realizzazione indipendente dell'apprendimento.
Secondo quale modello teorico si ritiene che fornire spunti di riflessione metacognitiva circa i processi mentali in atto, focalizzi l'attenzione del discente sulla sua possibilità di esercitare controllo sul proprio successo? Modello dell'effetto della metacognizione sull'autoregolazione Modello dell'effetto dell'autoregolazione Modello dell'effetto dei suggerimenti metacognitivi sull'autoregolazione Modello metacognitivo dell'autoregolazione.
Secondo Bruner, l'apprendimento per scoperta è caratterizzato da: autoreferenzialità nessuna delle opzioni proposte dispendio di tempo tutte le opzioni proposte.
La capacità di individuare problemi importanti in un dominio di conoscenza e di applicare strategie risolutive efficaci è detta: stile expertise attitudine skill.
Secondo Bruner, il pensiero narrativo è: Sequenziale, particolare, concreto Sequenziale, particolare, creativo Sequenziale, generale, concreto Particolare, concreo, visivo.
Le narrazioni sul sé possono essere: orizzontali/verticali primarie/secondarie chiuse/aperte fisse/aperte.
Le dimensioni costitutive dei Serious Games sono: curiosità, motivazione, emozioni positive simulazione, apprendimento, gioco motivazione, divertimento, sfida apprendimento, serietà, gioco.
I punti di forza dell'E-Learning sono: frammentarietà, interazione educativa e learning objects motivazione e curiosità motivazione, flessibilità e autoregolazione emozioni positive e motivazione.
La narrazione ha le seguenti proprietà: tutte le opzioni proposte intenzionalità, opacità referenziale, incertezza intenzionalità, soggettività, incertezza intenzionalità, opacità referenziale, coerenza.
Non è vero che le mappe concettuali: facilitano la memoria di lavoro integrano il codice verbale e quello visivo facilitano discenti con DSA sono un valido strumento di valutazione.
È vero che nell'apprendimento osservativo: Al fine di produrlo, il discente deve ricordare il comportamento del modello Il modello deve addestrare il discente osservando le caratteristiche principali del suo comportamento I modelli di comportamento che vengono esplicitamente premiati o lodati tendono ad essere imitati in misura minore rispetto a quelli che vengono puniti Il comportamento da apprendere deve essere premiato entro 20-30 secondi dal momento dell'osservazione.
L'imitazione comporta le capacità di: elaborare una rappresentazione mentale che attiva processi inter-modali di traduzione dei modelli visivi in modelli motori e la capacità di valutarne la correttezza elaborare una rappresentazione mentale che attiva processi inter-modali di traduzione dei modelli visivi in modelli motori e la capacità di coordinamento motorio elaborare una rappresentazione mentale che attiva processi inter-modali di traduzione dei modelli visivi in modelli motori e la capacità di attuarli elaborare una rappresentazione mentale che attiva processi inter-modali di traduzione dei modelli visivi in modelli motori e la capacità di mindreading.
Secondo la classificazione funzionale di Mayer, le immagini possono avere una funzione: decorativa, rappresentativa, organizzativa, esplicativa decorativa, rappresentativa, organizzativa, sintetica decorativa, rappresentativa, cognitiva, esplicativa nessuna delle opzioni proposte.
Elena è la sorella minore di Aurora, un'adolescente un po' ribelle che spesso dice la parolacce. Una sera Elena si arrabbia con la mamma e le risponde con una brutta parolaccia. È un esempio di: apprendimento latente nessuna delle precedenti modellamento apprendimento osservativo.
Il procedimento dello scaffolding prevede: 3 fasi 5 fasi 6 fasi 2 fasi.
L'abilità: Ha un valore assoluto Tutte le opzioni proposte Mira alla misurazione di competenze in termini di accuratezza e concretezza di risposta Riguarda il contesto e il livello di cognizione.
Lo stile di pensiero è: una abilità consolidata una dimensione trasversale una tendenza saltuaria una tendenza specifica.
Nello stile riflessivo/impulsivo di Kagan: la riflessività è funzionale ad una elaborazione globale lo stile impulsivo coincide con il tratto di personalità impulsiva l'impulsività è funzionale ad una elaborazione analitica lo stile impulsivo non coincide con il tratto di personalità impulsiva.
Secondo Pask, le due principali strategie di apprendimento sono: produttiva vs. riproduttiva olistica vs. seriale verbale vs. visiva globale vs. analitica.
Gli stili di apprendimento sono: modelli che distinguono le concezioni ingenue di apprendimento organizzati lungo un continuum rispetto al quale si valuta la tendenza ad avvicinarsi ad una polarità più che all'altra modelli strutturati che considerano anche variabili quali obiettivi, motivazioni, attese nessuna delle opzioni proposte.
Si definisce "stile cognitivo": tutte le opzioni proposte la tendenza a mettere in atto sistematicamente una strategia specifica tra due possibili comportamenti opposti la tendenza a mettere in atto una strategia specifica tra due possibili comportamenti opposti il risultato dell'interazione tra più variabili intervenienti nel processo di apprendimento.
Quale tra le seguenti è una categorizzazione di stile di pensiero proposta in letteratura? adattatore/innovatore adattatore/assimilatore esploratore/innovatore visualizzatore/puntualizzatore.
Lo stile associazione-bisociazione di Jabri distingue tra: Non è una categorizzazione di Jabri applicazione di strategie di pensiero familiari vs. ricerca di nuove procedure di problem-solving adozione di categorie definite vs. generali applicazione di schemi mentali tradizionali vs. adattamento dei propri schemi.
Lo stile di pensiero sinistro è sequenziale è verbale tutte le opzioni proposte è sistematico.
Lo stile di pensiero è la modalità costante di elaborazione delle informazioni da parte dell'individuo falso vero falso, dipende anche dal contesto di riferimento vero, è innato.
Nel Modello dell'autogoverno mentale di Sternberg, rispetto allo scopo dello stile cognitivo si distinguono: stile interno e esterno Stile globale e locale Stile legislativo, esecutivo e giudiziario stile conservatore e progressista.
Il modello degli stili di Miller distingue i processi di: percezione, elaborazione, ragionamento percezione, memoria, pensiero percezione, memoria, processo percezione, memoria, atteggiamento.
Le persone con uno stile di apprendimento analitico apprendono informazioni nuove: esaminandole come un tutt'uno dividendole in parti preferendo il ragionamento al discorso preferendo l'osservazione all'ascolto.
Il modello degli stili di Antonietti distingue le fasi di: rappresentazione, processo, pensiero percezione, memoria, pensiero rappresentazione, processo, atteggiamento rappresentazione, memoria, atteggiamento.
Il modello esperinziale di Kolb vede l'apprendimento come risultato dell'interazione tra: l'atto dell'«Afferrare l'esperienza» e l'atto del Riflettere sull'esperienza» l'atto dell'«Progettare l'esperienza» e l'atto del «Trasformare l'esperienza» l'atto dell'«Cogliere l'esperienza» e l'atto del «Realizzare l'esperienza» l'atto dell'«Afferrare l'esperienza» e l'atto del «Trasformare l'esperienza».
Lo stile di pensiero è: un comportamento innato una strategia una tendenza una abilità.
La rilevazione degli stili di pensiero «a caldo»: agisce sul piano del controllo metacognitivo agisce sul piano delle conoscenze metacognitive entrambe le opzioni di risposta nessuna delle opzioni di risposta.
La rilevazione degli stili di pensiero può avere valenza: formativa, ma non diagnostica orientativa e diagnostica orientativa, formativa e diagnostica orientativa e formativa.
La dissonanza di stile riflette: la tendenza all'utilizzo di strategie differenti nel rapporto docente/discente la tendenza all'utilizzo di strategie differenti in persone differenti una contrapposizione di opinioni la tendenza all'utilizzo di strategie differenti da parte della persona.
Il questionario narrativo: motiva maggiormente i rispondenti facilita l'identificazione con le situazioni proposte tutte le opzioni proposte propone sempre contestualizzazioni ad hoc.
Stile e abilità: lo stile predice il livello di abilità sono aspetti dello stesso costrutto sono costrutti interdipendenti sono costrutti indipendenti.
La definizione dello stile di pensiero mira a: specializzare il proprio modo di procedere capire il proprio livello di abilità potenziare e ampliare le strategie tutte le opzioni di risposta.
Rispetto alle funzioni di controllo metacognitivo, non è vero che: permettono l'accesso e l'uso delle proprie conoscenze per realizzare un transfer degli apprendimenti specifici dipendono dallo sviluppo delle aree cerebrali delle funzioni esecutive, dall'apprendimento e dalla trasmissione culturale vengono regolate in relazione all'età e alla quantità di risorse cognitive a disposizione dipendono dall'apprendimento e dalla trasmissione culturale, ma non dallo sviluppo delle aree cerebrali delle funzioni esecutive.
La conoscenza sul proprio funzionamento cognitivo e le strategie che si mettono in atto per controllare questo processo sono detti: tattica metacognizione stile cognitivo regolazione cognitiva.
I presupposti teorici della metacognizione sono ascrivibili al pensiero di: Flavell Bruner Tolman Piaget e HIP.
I processi di controllo metacognitivo possono essere: aperti/chiusi attivi/passivi autoregolati/eteroregolati superiori/inferiori.
Modello interattivo e multicomponenziale di Borkowski: integra l'analisi cognitiva a variabili quali gli stati personali e motivazionali e il livello di autostima sposta il discorso metacognitivo su termini esclusivamente motivazionali integra l'analisi cognitiva a variabili emotive riporta il discorso metacognitivo a termini puramente cognitivi.
Le conoscenze metacognitive possono avere origine: soggettiva, oggettiva, universale intraindividuale, interindividuale, sociale informale, formale, sociale intraindividuale, interindividuale, universale.
Le teorie metacognitive costruite o acquisite in modo non consapevole sono dette: tacite esplicite informali nessuna di queste esplicite formali.
la capacità di rendersi conto dell'esistenza di un problema è una: conoscenza metacognitiva capacità strategica abilità funzione di controllo metacognitivo.
Le skill sono: come le tattiche Più generali degli stili Meno generali delle abilità Più generali delle risorse di base.
Secondo Bandura, l'apprendimento è l'esito dell'interazione dinamica tra variabili: personali, strategiche, ambientali personali, comportamentali, ambientali personali, sociali, ambientali personali, comportamentali, familiari.
Nel modello di Boekaerts, la componente che concerne le risorse che l'individuo ha a disposizione per creare e mantenere il desiderio di imparare, per ridurre gli ostacoli e l'impatto delle emozioni negative, per distribuire gli sforzi, per individuare la causa di successi e insuccessi è detta: componente motivazionale componente motivazionale strategica componente motivazionale conoscitiva componente cognitiva.
Secondo Boekaerts, l'autoregolazione: è assimilabile alla metacognizione comporta una dimensione cognitiva e motivazionale è assimilabile a forme di autocontrollo va analizzata sul piano motivazionale.
Report abuse Terms of use
HOME
CREATE TEST
COMMENTS
STADISTICS
RECORDS
Author's Tests