option

test esercitazione

COMMENTS STADISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
test esercitazione

Description:
prove esame (in fase di realizzazione )

Author:
MARZI
(Other tests from this author)

Creation Date:
10/04/2021

Category:
University

Number of questions: 199
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
Lezione 005 01. Quando iniziò l’allontanamento dalle città per le classi agiate in quali zone dell’impero si rifugiarono? nelle province meridionali nelle province centrali nelle province settentrionali nessuna delle tre risposte precedenti.
Lezione 010 01. Nella seconda fase della bacauda dove si combattè? In Britannia e Hispania nessuna delle tre risposte precedenti In Britannia e Gallia In Gallia e Hispania.
Lezione 010 02. Quante fasi della bacauda si contano? due. La prima nel secolo IV e la seconda nel V due. La prima nel secolo III e la seconda nel V nessuna delle tre risposte precedenti due. La prima nel secolo III e la seconda nel IV.
Lezione 010 Cosa sono le bacaudae? una rivolta di schiavi rivolte contadine organizzate e eseguite dalla plebe rurale nessuna delle tre risposte precedenti rivolte contadine organizzate e eseguite dai domini.
Lezione 010 Chi inviò Diocleziano per sconfiggere i bacaudae? Bonoso Massimiano Carusio Galerio.
Lezione 010 05. Come il cristiano intendeva la Natura? L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio e, pertanto, dissacrato L’ambiente non viene visto come totalmente distinto da Dio in nessun modo L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio ma, nonostante ciò, non viene dissacrato.
Lezione 010 07. I padri della chiesa di quale cultura erano impregnati? di cultura pagana di cultura greca di pazienza e carità di cultura romana.
Lezione 012 01. La chiesa tardo antica giustificava i misfatti quando c’era manifesta povertà? si e arrivò a criticare la repressione statale mai, era sempre rispettosa dello stato mai si ma senza criticare la repressione statale considerata giusta.
Lezione 012 02. Le azioni dei briganti cosa minacciavano? nulla i movimenti dell’esercito i commerci i movimenti dei liberti.
Lezione 012 03. In cosa Carausio non ebbe scelta? nell'imporsi quale sostenitore di Massimino nell'imporsi quale aiutante di Diocleziano nell'imporsi quale fedele suddito dell'impero nell'imporsi quale imperatore.
Lezione 012 Infine Roma sconfisse i briganti? si, con Pompeo si mai essendo un fenomeno insito nella società si, con Cesare.
Lezione 012 Da cosa veniva certificata la frequenza degli assalti dei latrones? da epitaffi ed epigrafi che testimoniano quei fatti da epigrafi sui monumenti pubblici erano fatti sostanzialmente ignorati dagli epitaffi lungo le strade.
Lezione 012 Il banditismo come veniva considerato dai Romani? era un fastidio in realtà non lo si combatteva alla stregua di una calamità naturale si combatteva senza mitizzarlo.
Lezione 012 Essere chiamato latro era un insulto per un romano? no. si, un insulto grave si, un insulto modesto qualche volta.
Lezione 012 In che periodo i briganti poterono agire pressocché indisturbati? sempre mai durante le guerre civili durante le guerre sociali.
Lezione 012 Chi sostenne Carausio nel suo allontanarsi da Roma? i contadini britanni la nobiltà britanna i Sassoni la cavalleria britanna.
Lezione 012 Da dove provenivano spesso molti briganti? dalle file dei senatori dalle file dell'ordine equestre dalla società civile dalle file dell'esercito.
Lezione 015 01. Da cosa fu resa possibile, innanzi tutto, la rinascita culturale ispanica del secolo VII dalla resistenza ariana una rinascita culturale avvenne solo in francia con carlo magno dalla fondazione di scuole monastiche dalla fondazione di scuole episcopali.
Lezione 017 01. Come considerarono Sisebuto i cristiani? come un apostata nessuno in particolare nessuna delle tre precedenti risposte è esatta come il difensore del credo niceno.
Lezione 017 02. Quale imperatore impose un ritorno al paganesimo? Teodosio Costantino Nerone Giuliano l'Apostata.
Lezione 017 03. Chi fu a stabilire la Tetrarchia? Costanzo Diocleziano Teodosio Gordiano III.
Lezione 017 04. Dove trovarono rifugio gli ebrei perseguitati da Sisebuto? in Arabia a Bisanzio tra i Franchi a Roma.
Lezione 017 05. Sisebuto come viene ricordato dagli intellettuali della sua epoca? come uomo disinteressato alle questioni culturali come persona ignorante come uomo di cultura le tre precedenti risposte non sono esatte.
Lezione 017 06. Sisebuto dal punto di vista militare si distinse? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta no si, si dimostrò un grande comandante no, anzi fu un incapace.
Lezione 017 07. Chi fu l’ultimo imperatore dell’impero di Occidente? Romolo Augustolo Odoacre Alarico Zenone.
Lezione 017 08. Quale imperatore fece divenire il cristianesimo religione di stato? Teodosio Traiano Costantino Vespasiano.
Lezione 017 09. Che città fondò Costantino o meglio rifondò? Bisanzio Ravenna Vindobona Burdigala.
Lezione 017 10. Chi fu l’acerrimo rivale di Costantino? Diocleziano Massimiano Giuliano l'Apostata Massenzio.
Lezione 017 11. Agostino di Ippona come si poneva di fronte al furto? non condannava mai evitava di condannare in presenza di grande povertà in una posizione di condanna da mitigare in presenza di volontà di redenzione in una posizione di condanna.
Lezione 017 12. Il furto come veniva considerato inizialmente dalla Chiesa? una cosa buona in taluni casi non certo un peccato un peccato veniale da evitare un peccato mortale.
Lezione 017 13. Quale imperatore romano ammise anche il dio cristiano nel Pantheon romano? Nerone Augusto Costantino Teodosio.
Lezione 017 14. Con quali imperatori l’Occidente e l’Oriente si divisero definitivamente? con Onorio e Arcadio con Diocleziano e Massimiano con Cesare e Pompeo con Proculo e Bonoso.
Lezione 021 01. Per cosa fu determinante la schola palatina? per una rinascita culturale germanica per una rinascita culturale europea per una rinascita culturale franca per una rinascita culturale italiana.
Lezione 021 02. Cosa stabiliva l'editto di Tessalonica? che il credo niceno sarebbe stato abolito che il credo niceno sarebbe divenuto religione di stato che il paganesimo sarebbe tornato ad essere religione di stato nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Lezione 021 03. Quando fu promulgato l'editto di Tessalonica? 395 392 380 410.
Lezione 021 04. Cosa Teodosio stabilì nel 381? l'abrogazione della schiavitù la proibizione dei riti cristiani soprattutto se eretici la proibizione dei riti pagani nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Lezione 021 05. Alla morte di Teodosio chi fu preposto alla protezione dei due figli, Arcadio e Onorio? nessuno, il potere tornò al senato Stilicone Alarico nessuno, essi erano maggiorenni.
Lezione 021 06. A chi era dedicata la schola palatina? alla famiglia reale ai figli dei nobili ai figli dei contadini che non potevano permettersi di pagare i precettori ai figli dei senatori.
Lezione 022 01. Chi accusava Salviano di Marsiglia di comportarsi come tiranni? sia i funzionari di grado superiore che i loro sottoposti nessuno. tutti i funzionari svolgevano onestamente il loro compito nessuna delle tre risposte precedenti è esatta i funzionari di grado inferiore.
Lezione 022 02. Che episodio si racconta dei bacaudae del secolo V in azione sulle alpi? essi bloccarono saro sulle alpi marittime essi sconfissero attila essi bloccarono saro sulle alpi giulie essi sconfissero alarico.
Lezione 022 03. Il clero delle Galliae condannò totalmente il movimento bacaudico del secolo V? salviano di marsiglia si mostrò piuttosto comprensivo nei confronti dei rivoltosi si, soprattutto salviano di marsiglia si no escluso salviano di marsiglia.
Lezione 022 04. Come descrive Mamertino i bacaudae del secolo V? non li descrive come chierici disperati nel vedere la povertà così diffusa come monstri biformia, contadini, pastori, fanti e cavalieri come nobili disperati.
Lezione 022 05. La chiesa tardoantica fu in grado di offrire aiuto ai disperati? si si, ma solo in alcuni casi eccezionali no, mai no, sebbene si fosse diffusa molto.
Lezione 023 01. Da chi venivano 'usati' gli arabi? dai galli e dai sassoni dai bizantini e dai persiani dai burgundi e dai visigoti da nessuno.
Lezione 023 02. Chi fu Basilio? il leader dei bacaudae in armorica il leader dei bacaudae della baetica il leader dei bacaudae di tarraco il leader dei bacaudae di madrid.
Lezione 023 03. Quale zona della Hispania subì rivolte bacaudiche nel secolo V? la zona intorno a toledo la zona intorno a madrid la valle dell'ebro la baetica.
Lezione 023 04. Chi fu Tibatto? colui che guidò la rivolta bacaudica in hispania colui che guidò la rivolta bacaudica in armorica colui che guidò la rivolta bacaudica in germania colui che guidò la rivolta bacaudica in britannia .
Lezione 023 05. Quale episodio bacaudico avvenne in Armorica? nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in germania nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in pannonia nessun episodio bacaudico, essendo l'armorica in asia avvenne un tentativo di ribellione anti romana.
Lezione 023 06. I bacaudae del secolo V si racconta non avessero un'organizzazione centralizzata? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta avevano un'organizzazione centralizzata si, anzi erano piccoli gruppi autonomi avevano un'organizzazione centralizzata e diversi comandanti subalterni.
Lezione 023 07. Oltre a Orosio quale fonte abbiamo della bacauda ispanica del secolo V? idazio isidoro di siviglia, fonte di prima mano solo orosio leandro di siviglia.
Lezione 024 01. In cosa Maiolo, abate di Cluny, fu fondamentale all'interno della casata ottoniana? maiolo si occupava prevalentemente di politica estera maiolo fece sì che adelaide sposasse ottone I nessuna delle tre precedenti risposte è esatta per ricucire il rapporto tra adelaide e il figlio ottone II.
Lezione 024 02. Quali le conseguenze politiche dell'ascesa ottoniana in Germania? un ridimensionamento del papato un ridimensionamento del regno ispanico un ridimensionamento del regno italico un ridimensionamento del regno franco.
Lezione 024 03. Quale fu, nei primi tempi del suo regno, l'importanza dell'imperatrice Adelaide? fece due figli strinse rapporti con maiolo di cluny strinse rapporti con adalberone di reims fece un figlio.
Lezione 024 04. Maiolo di Cluny di quale personaggio della sua epoca divenne consigliere? ottone I carlo il grosso carlo magno berengario II re d'italia.
Lezione 024 05. Quale base navale venne creata dagli Arabi al posto di quella di Cartagine? Orano. Addis Abeba. Tunisi. Tel Aviv.
Lezione 024 06. A quale casata germanica apparteneva Ottone I? capetingi nessuna delle tre risposte precedenti è esatta carolingi sassonia.
Lezione 024 07. In che anno Ottone I ottenne la corona imperiale? 989 955 910 962.
Lezione 024 08. Nei primi decenni del secolo X quanti furono i pretendenti al trono imperiale? 1 2 3 4.
Lezione 024 09. Dopo la conquista araba cosa avveniva dei cosiddetti 'infedeli'? non accadeva nulla. venivano trucidati. gli 'infedeli' si sarebbero dovuti convertire pena la confisca dei beni. gli Arabi, seppur motivati alla conquista dalla loro religione, seppero convivere, come avevano fatto sino all’avvento di Maometto, con Ebrei, cristiani e con tutti coloro che professavano credo diversi. Semmai gli ‘infedeli’ avrebbero pagato una tassa supplementare.
Lezione 024 10. Come mai nei paesi conquistati dagli Arabi avvennero numerose conversioni? per la suggestione di un monoteismo semplice e coerente, per la condizione privilegiata dei fedeli nel regime fiscale e nell’organismo politico furono tutte conversioni coatte. per la suggestione di un monoteismo complesso e profondo, per la condizione privilegiata dei fedeli nel regime fiscale e nell ’organismo politico. per la suggestione di un monoteismo incoerente ma accattivante, per la condizione privilegiata dei fedeli nel regime fiscale e nell’organismo politico.
Lezione 024 11. Quanto durò l'emirato di Bari? L'emirato autonomo di Bari che volle direttamente collegarsi con Catanzaro durò un trentennio, fino cioè a quando dal Nord intervennero milizie franche d’Italia che, insieme a quelle longobarde del Sud, lo eliminarono. Mai vi fu un emirato autonomo di Bari. L'emirato autonomo di Bari che volle direttamente collegarsi con Bagdad durò un ventennio, fino cioè a quando dal Nord intervennero milizie franche d’Italia che, insieme a quelle longobarde del Sud, lo eliminarono. L'emirato autonomo di Bari che volle direttamente collegarsi con Bagdad durò un anno soltanto, fino cioè a quando dal Nord intervennero milizie franche d’Italia che, insieme a quelle longobarde del Sud, lo eliminarono.
Lezione 024 12. Durante il periodo impiegato per conquistare la Sicilia gli Arabi trovarono alleanze per questioni particolari? risposte tutte inesatte. gruppi musulmani di Sicilia furono coinvolti nelle contese dell’Italia meridionale e affiancarono il ducato bizantino di Napoli contro i Longobardi di Benevento. No. Si con i Franchi.
Lezione 024 13. Da quando a quando la Sicilia si difese dagli Arabi prima di cedere? dal 900 al 902 A partire dal 927 la Trinacria si trovò in guerra contro gli Arabi e la resistenza dei normanni fu tenacissima tanto che solo nel 1002 l’isola poté dirsi da loro conquistata. A partire dall’827 la Trinacria si trovò in guerra contro gli Turchi e la resistenza dei cartaginesi fu tenacissima tanto che solo nel 902 l’isola poté dirsi da loro conquistata. A partire dall’827 la Trinacria si trovò in guerra contro gli Arabi e la resistenza dei bizantini fu tenacissima tanto che solo nel 902 l’isola poté dirsi da loro conquistata.
Lezione 024 14. Di cosa approfittarono gli Arabi per invadere la Sicilia? nessuna risposta è esatta. la dinastia Aglabite, approfittando di certe discordie interne alla Sicilia dalmata, trasformarono in una guerra di pirateria lungo le coste sicule in una vera e propria invasione dell’isola. la dinastia Aglabite, approfittando di certe discordie interne alla Sicilia normanna, trasformarono in una guerra di pirateria lungo le coste sicule in una vera e propria invasione dell’isola. la dinastia Aglabite, approfittando di certe discordie interne alla Sicilia bizantina, trasformarono in una guerra di pirateria lungo le coste sicule in una vera e propria invasione dell’isola.
Lezione 024 15. Chi infine riuscì ad occidente a frenare l'avanzata musulmana? nei pressi di Tours e Poitiers, il maestro di palazzo dell’agonizzante dinastia merovingica, Carlo Martello, appunto, nel 732 o 733 riuscì a respingerli appena prima che quell’invasione assumesse il carattere di una conquista. nessuna risposta è esatta. nei pressi di Tours e Poitiers, il maestro di palazzo dell’agonizzante dinastia merovingica, Carlo il Calvo, appunto, nel 732 o 733 riuscì a respingerli appena prima che quell’invasione assumesse il carattere di una conquista. nei pressi di Besançon e Parigi, il maestro di palazzo dell’agonizzante dinastia merovingica, Carlo Martello, appunto, nel 732 o 733 riuscì a respingerli appena prima che quell’invasione assumesse il carattere di una conquista.
Lezione 024 16. Conquistata la Hispania visigotica dove poterono dilagare gli Arabi? Conquistata l’ Hispania visigotica, i musulmani penetrarono profondamente in Britannia dove, in tempi invero rapidi, dilagarono fin verso il basso corso della Garonne. Conquistata l’ Hispania visigotica, i musulmani penetrarono profondamente in Gallia dove, in tempi invero rapidi, dilagarono fin verso il basso corso della Loira. Conquistata l’ Hispania visigotica, i musulmani penetrarono profondamente in Britannia dove, in tempi invero rapidi, dilagarono fin verso il basso corso della Tamigi. Conquistata l’ Hispania visigotica, i musulmani penetrarono profondamente in Britannia dove, in tempi invero rapidi, dilagarono fin verso il basso corso della Senna.
Lezione 024 17. Come l'imperatore bizantino Leone III contrastò l'assedio arabo del 717? L’imperatore Leone III contrastò per un anno intero la duplice aggressione, fino ad annientare quasi totalmente la flotta araba, efficacemente contrastata dall'espediente di Archimede di Siracusa. L’imperatore Leone III contrastò per un anno intero l'assedio, fino ad annientare quasi totalmente la flotta araba, efficacemente contrastata dal «fuoco greco». L’imperatore Leone III contrastò per un anno intero la duplice aggressione, fino ad annientare quasi totalmente la flotta araba, efficacemente contrastata dal fuoco dei celeberrimi cannoni bizantini. Egli semplicemente si arrese.
Lezione 024 18. Come venne progettato il primo assedio di Bisanzio del 717 da parte araba? Fu un piano sorprendentemente improvvisato. fecero gli arabi come Serse: un ponte di barche sul Bosforo per fare attraversare l'esercito e contarono su una flotta seppur quasi eterea. fecero gli arabi come Alessandro Magno quando assediò Alessandria d'Egitto. secondo un piano strategico di notevole ingegno, gli Arabi fecero convergere sul Bosforo l’esercito attraverso l’Asia Minore. L’Ellesponto e la Tracia, e la flotta, attraverso il mar Egeo, l’Ellesponto, e il mar di Marmara.
Lezione 024 19. Cosa indusse gli Arabi a costruire flotte che poi domineranno il Mediterraneo? crearono tutto dal nulla. la creazione di flotte fu suggerita sin dai tempi dei califfi elettivi dall’efficienza degli arsenali, un tempo bizantini, e parti (esperti naviganti fin dal secolo V a.C.). dal fatto che requisirono navi fenicie. la creazione di flotte fu suggerita sin dai tempi dei califfi elettivi dall’efficienza degli arsenali, un tempo bizantini, di Siria ed Egitto.
Lezione 024 20. Di chi era vedova Adelaide, moglie di Ottone I? ottone II imperatore di germania lotario II re d'italia berengario II re d'italia rodolfo di borgogna.
Lezione 024 21. In quanto tempo gli Arabi riuscirono a conquistare la Hispania visigotica? in dieci anni. in due anni. in venti anni di durissime lotte. in sette anni.
Lezione 024 22. Dove stabilirino la loro capitale gli Omayyadi a Bisanzio a Kuala Lumpur. gli Omayyadi mantennero l’unità politica dei musulmani sotto l’egemonia araba, organizzando la capitale del loro impero a Damasco, antica città della Siria, fortemente caratterizzata in senso ellenistico, ai margini nord-occidentali del deserto siro-arabico, e proseguirono le conquiste. a Gerusalemme.
Lezione 024 23. Almeno inizialmente cosa rispettarono gli Arabi dei popoli sconfitti? nessuna risposta è esatta. Essendo quella araba una invasione politica le uniche cose che non amministrarono furono le autonomie amministrative. Essi non rispettarono alcunché. Essi seppero rispettare le autonomie amministrative e religiose locali.
Lezione 024 24. La iniziale invasione araba che carattere aveva? nessuna risposta è esatta. Essa aveva un carattere prettamente economico. Essa aveva un carattere prettamente militare. Essa aveva un carattere prettamente politico.
Lezione 024 26. Dove nacque Maometto? alla Mecca a Medina Dubai non si sa.
Lezione 024 27. Dal punto di vista religioso l'arabia preislamica accoglieva solo adoranti la pietra nera? no, anche alcuni fedeli cristiani e alcuni ebrei no si si anche molti pagani.
Lezione 024 28. Era unito il popolo arabo prima di Maometto? abbastanza unito: si riuniva per combattere i nemici comuni si, molto per niente unitissimo.
Lezione 024 29. L'Arabia meridionale da chi era contesa prima di Maometto? da etiopi, bizantini e persiani da nessuno da israeliti, egiziani e bizantini da etiopi, somali e bizantini.
Lezione 024 30. Chi erano i beduini? popolazioni stanziali dell'arabia centrale nomadi popolazioni stanziali popolazioni stanziali della zona costiera dell'arabia.
Lezione 024 31. Dove i Romani preferirono i barbari a Roma? in italia con gli ostrogoti in hispania con gli suebi nella gallia centrale con i burgundi in britannia con i sassoni.
Lezione 024 32. Come venivano utilizzata le entrate fiscali nella tarda antichità? sostanzialmente per roma sostanzialmente per le province soprattutto per le gallie soprattutto per la hispania.
Lezione 024 33. Cosa desideravano i bacaudae del secolo V? volevano roma e non i barbari volevano cadere sotto i barbari piuttosto che subire le vessazioni romane non volevano i barbari ma nemmeno roma nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Lezione 024 34. In quale anno il primo sacco di Roma? 410 411 455 390.
Lezione 024 35. Chi introdusse la figura del vescovo conte? ottone III ottone II carlo il calvo ottone I.
Lezione 024 36. Perché venne introdotta la figura del vescovo conte? per fare entrare nel clero anche i conti per ovviare alla constitutio de feudis per far sì che anche i vescovi potessero avere eredi legittimi per ovviare al capitolare di quierzy.
Lezione 024 37. Con chi Ottone I strinse amicizia dopo il 962? con gerberto di aurillac con richerio con maiolo abate di cluny con adalberone di reims.
Lezione 025 01. Chi tra i Danesi, Norvegesi e Svedesi fonderà Kiev? I Norvegesi. I Normanni. I Danesi. Gli Svedesi.
Lezione 025 03. Cosa avvenne ad Hastings nel 1066? I Normanni guidati da Teodorico il vichingo, proveniente non già dalla Danimarca, bensì dalla Normandia, si sostituiranno definitivamente agli Anglosassoni in Britannia. I Normanni guidati da Guglielmo il Conquistatore, proveniente non già dalla Danimarca, bensì dalla Normandia, si sostituiranno definitivamente agli Anglosassoni in Britannia. nessuna risposta è esatta. I Normanni guidati da Guglielmo il Conquistatore, proveniente dalla Danimarca si sostituiranno definitivamente agli Anglosassoni in Britannia.
Lezione 025 04. Quando la Britannia tornò sotto il controllo danese? Al principio del secolo XI l’isola tornerà sotto la dominazione danese. Alla fine del secolo X l’isola tornerà sotto la dominazione danese. nessuna risposta è esatta. Alla fine del secolo XI l’isola tornerà sotto la dominazione danese.
Lezione 025 05. Cosa accadde ai Danesi ormai insediatisi in Anglia dopo il secolo X? Grazie ad Alfredo il Grande e all’opera dei suoi successori le terre occupate dai Danesi verranno riconquistate e gli invasori rimasero in Gallia quali sudditi della dinastia franca. Essi si stabilirono in Normandia. I Danesi mai arrivarono in Anglia. nessuna risposta è esatta. Grazie ad Alfredo il Grande e all’opera dei suoi successori le terre occupate dai Danesi verranno riconquistate e gli invasori rimasero in Britannia quali sudditi della dinastia anglosassone.
Lezione 025 06. Come si sviluppò l'offensiva normanna in Britannia? Non ci fu mai una vera e propria offensiva. Semplicemente ci fu uno scontro a Londinium e gli Angli ebbero la meglio. nessuna risposta è esatta. L’offensiva normanna in Britannia, avanzando dal centro verso il sud, travolse i regni dell’Eptarchia, frenando solo di fronte alla strenua resistenza del regno del Wessex, guidato da re Alfredo il Grande (871-901). Questo riuscì ad imporre loro un trattato, quello di Wedmore (878), con il quale, pur riconoscendo il dominio normanno sulle terre del Danelaw (paese dei Danesi), potrà imporre loro la conversione al cristianesimo e preparare la controffensiva che i suoi successori porteranno a termine.
Lezione 025 07. Cosa cambiò nelle incursioni normanne del secolo X? Che acquisirono la natura di piccole emigrazioni familiari. continuarono ad essere solo incursioni piratesche. nessuna risposta è esatta. Che acquisirono la natura di vere e proprie emigrazioni di massa.
Lezione 025 08. Quando gli uomini del Nord fonderanno Kiev, di fatto, a cosa diedero vita? a uno dei primi nuclei della futura nazionalità ucraina. a nulla, fu una incursione anche importante ma una incursione. a uno dei primi nuclei della futura colonia svedese in russia a uno dei primi nuclei della futura nazionalità russa.
Lezione 025 09. I Normanni arrivarono a razziare anche sui fiumi europei? No, mai. nessuna risposta è esatta. I Normanni sfruttavano le loro incredibili capacità di naviganti per penetrare nei porti fluviali europei. Si pensi alle rotte che interessavano l’Elba, il Reno. Essi furono il terrore di quelle zone che razziavano appena potevano. Non avevano interesse in tal senso anche se qualche volta arrivarono sul Danubio per ammirare il suo blu intenso.
Lezione 025 10. Quando i Normanni divennero cristiani? Dopo il 911 insediandosi in Normandia. Mai. Dopo il Concilio di Nicea. Dopo l'anno Mille.
Lezione 025 11. Cosa progettavano di fare, almeno inizialmente, i Vichinghi una volta che approdavano in terra straniera? Essi avevano in mente di integrarsi con il nemico sconfitto e di stabilirsi ovunque fossero arrivati Essi avevano in mente di razziare per poi tornare nelle loro tribù. Essi avevano in mente di integrarsi con il nemico sconfitto e di stabilirsi ovunque fossero arrivati per dimostrare il sacro rispetto che avevano verso altre civiltà. nessuna risposta è esatta.
Lezione 025 12. Da dove provenivano esattamente i Normanni? Essi provenivano dal Nord America. Essi erano originari della Groenlandia. Essi provenivano dal Nord Europa. Essi erano originari della Danimarca, della Svezia e della Norvegia. Nessuna risposta è esatta. Essi provenivano dalla Russia di Kiev.
Lezione 025 13. Come mai gli Angli non riuscirono a fare rappresaglie in terra normanna? Gli Angli, almeno stando a Procopio, non conoscevano né l’uso della vela né sapevano utilizzare i remi. nessuna risposta è esatta. Gli Angli, almeno stando a Procopio, conoscevano l’uso della vela ma utilizzavano i soli remi come esempio di forza bruta. Nessuna risposta è esatta. Gli Angli, almeno stando a Procopio, non conoscevano l’uso della vela ma utilizzavano i soli remi. Andando più lentamente e con maggior fatica non riuscirono dunque a portare distruzione in terra normanna.
Lezione 025 14. Come mai i marinai vichinghi ebbero tanto successo nelle loro incursioni? Benché avessero navi grandi ma lente tuttavia si dimostravano talmente feroci che infine avevano la meglio sul nemico. Avevano navi migliori, più veloci, più robuste. Le loro flotte erano formate da vascelli rapidi e spaziosi, destinati al trasporto dei loro eserciti, e li manovravano con agilità e rapidità. Nessuna risposta è esatta. E' un mistero.
Lezione 025 15. L'Irlanda oppose resistenza ai Normanni? L’isola resistette a lungo ma non poté impedire che diverse regioni occidentali e orientali dell’isola diventassero insediamenti normanni L’isola resistette a lungo nonostante i numerosi attacchi congiunti inglesi e normanni. L’isola non resistette per niente tanto è vero che diverse regioni occidentali e orientali dell’isola diventassero insediamenti normanni. E' un mistero.
Lezione 025 16. Cosa inizialmente permise insediamenti normanni in Inghilterra? in realtà nulla visto la forza sempiterna della monarchia inglese. grandi controversie interne fiaccarono la monarchia inglese al punto che, quando si presentarono i Vichinghi (o Normanni) a partire dalla fine del secolo VIII, i sovrani inglesi non ebbero la forza sufficiente per organizzare una efficiente difesa contro tali predatori. praticamente gli inglesi videro subito con simpatia le compagini vichinghe. nessuna risposta è esatta.
Lezione 025 17. Quando Rollone ottenne il ducato di Normandia? Nel 1067. Nel 1000. Nel 911. Nel 1265.
Lezione 026 01. Chi fondò il monachesimo occidentale? Benedetto da Norcia Atanasio di Alessandria san Tommaso Agostino di Ippona.
Lezione 026 02. Dove nacque il monachesimo? a Roma in Egitto ad Atene in Oriente .
Lezione 026 03. Perché Adalberone voleva essere giudicato come persona non solo interessata a questioni materiali? non voleva dare la sensazione di essere interessato al perseguire una vita ecclesiale degna dei voti fatti voleva gettare fumo negli occhi dei detrattori agodere fama di essere una persona seriamente impegnata gli avrebbe dato credito presso gli amici ma anche presso i nemici nessuna delle precedenti tre risposte.
Lezione 027 01. In che occasione Galla Placidia venne fatta prigioniera dei Visigoti? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta fu rapita da costanzo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza in occasione del sacco di roma del 410 fu rapita da ataulfo che se ne invaghì durante il passaggio dei visigoti in provenza.
Lezione 027 02. A cosa fu elevato Massimo in Hispania nel 409? a imperatore a generale a senatore a console.
Lezione 027 03. Morto Ataufo a chi andò in sposa Galla Placidia? a stilicone a alarico II a costanzo a arcadio.
Lezione 027 04. Chi agli inizi del secolo V dell'era cristiana riuscì a riportare tranquillità in Gallia? costantino III massimo costanzo onorio.
Lezione 027 05. Chi fu erede di Onorio, morto nel 423? romolo augustolo oreste arcadio valentiniano III.
Lezione 027 06. Di chi era figlio Valentiniano III? galla placidia nessuna delle tre risposte precedenti è esatta lucilla ingundi .
Lezione 027 07. Chi prendeva le decisioni in vece del giovane Valentiniano III onorio nessuna delle tre risposte precedenti è esatta un eunuco di corte di cui si ignora il nome galla placidia, prima e aezio, poi.
Lezione 027 08. Chi fu Aezio? l'ultimo dei grandi generali romani l'ultimo dei grandi generali galli nessuna delle tre risposte precedenti è esatta l'ultimo dei grandi re visigoti.
Lezione 027 09. Nel 413 quale rivolta fu costretto a sedare Costanzo? la rivolta di georonzio in africa la rivolta di genserico in africa la rivolta di eracliano in africa la rivolta di massimo in africa.
Lezione 027 10. La rituum correctio era stata accettata da Adelborone di Reims? no si e anzi venne rafforzata si la rituum correctio apportata alla regola cluniacense non era stata accettato da Adalberone per il quale, invece, motu gravissimo ci si era allontanati dai precetti di inizio secolo.
Lezione 027 11. Perché Adalberone scelse proprio Gerberto di Aurillac come suo braccio destro? perché era una persona di enorme cultura e gentil non se ne conosce il vero motivo perché Gerberto, oltre a essersi dimostrato un intellettuale a tutto tondo, aveva avuto modo di conoscere persone che avrebbero potuto guidare le maggiori monarchie europee o i più importanti cenobi nessuna delle tre risposte precedenti.
Lezione 027 12. Galla Placidia sposò Ataulfo per convenienza, cioè per evitare la morte o per altri motivi? ella sposò ataulfo per amore ella sposò ataulfo per tentare un domani la fuga dal campo visigoto ella sposò ataulfo per evitare di pagare un riscatto per la sua liberazione ella sposò ataulfo per interesse.
Lezione 027 13. Quale generale costrinse Ataulfo a riparare in Hispania? stilicone attila odoacre costanzo.
Lezione 027 14. Chi sposò Ataulfo? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta ingundi galla placidia teodolinda.
Lezione 027 15. Ataulfo chi era (siamo nel 409)? un re alamanno un re unno un re goto un re suebo.
Lezione 027 16. Giovino con chi altri tentò un'alleanza? con silvestro I con alarico con ataulfo con sebastiano.
Lezione 027 17. Chi altri dopo il 409 si ribellò nelle Galliae e si fece supportare da Alani, Burgundi e dalla nobiltà gallo romana? giovino stilicone teodosio massenzio.
Lezione 027 18. Chi sconfisse Geronzio, Costantino III e Massimo? alarico stilicone flavio costanzo simmaco.
Lezione 027 19. Chi fu Geronzio? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta generale di massimo e usurpatore generale di costantino III e usurpatore generale di costanzo III e usurpatore.
Lezione 028 01. Gerberto di Aurillac apportò qualche cambiamento nel modo di insegnare? si: la preparazione culturale di Gerberto spinse il monaco ad apportare alcune innovazioni nel modo di insegnare a Reims, sopratutto per quanto concerneva le arti del trivio: grammatica, dialettica, retorica nessuna delle tre risposte precedenti si ma pochissimi dettagli no.
Lezione 028 02. Si creò Gerberto una biblioteca personale a Reims? si limitò a rubacchiare qua e là i testi che servivano al suo lavoro di ricerca no, da religioso accettava ciò che aveva si: volle crearsi una biblioteca personale che potesse essergli d’aiuto negli studi e nell’insegnamento no.
Lezione 028 03. Gerberto si preoccupava di non insegnare autori pagani ai suoi allievi? non ebbe mai alcun problema a riguardo certo, da buon cristiano quale era certo da buon ottoniano certo, da buon cluniacense.
Lezione 037 01. Cosa accadde all'ordine francescano alla morte del suo fondatore? una subitanea frattura tra i conventuali e gli spirituali nessuna delle tre risposte precedenti è esatte una subitanea frattura tra i conventuali e benedettini una subitanea frattura tra benedettini e gli spirituali.
Lezione 037 02. Perché san Francesco rivolse il suo amore anche verso la natura? egli rivolse il suo amore solo agli esseri umani ricchi perché bisognosi di grazia divina egli non rivolse il suo amore alla natura in quanto creazione divina egli rivolse il suo amore solo agli esseri umani poveri.
Lezione 037 03. Cosa fece Francesco di Assisi una volta convertitosi? si dedicò ai poveri e agli indigenti nessuna delle tre risposte precedenti è esatta si dedicò alla cura delle proprie cose non amò in modo particolare la cosiddetta cura animarum.
Lezione 037 04. Quale pontefice riconobbe ufficialmente l'ordine francescano? innocenzo III innocenzo IV onorio III pio IX.
Lezione 036 01. Cosa propugnò Bernardo di Chiaravalle rispetto a Luigi VII? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta che ci si doveva unire al re di francia contro il pericolo musulmano sebbene trovasse l'azione molto pericolosa che non ci si doveva unire al re di francia contro il pericolo musulmano perché sarebbe stato troppo pericoloso che ci si doveva unire al re di francia contro il pericolo musulmano.
Lezione 042 01. Fino al Mille da chi veniva governata Pisa? da un vescovo dal papa in persona da ottone III da gerberto di aurillac.
Lezione 042 02. Perché Pisa accettò di partecipare all'impresa di Catalani e Provenzali di conquistare le Baleari? per spirito di avventura per i soldi per cacciare i mori da lì e dominare il mediterraneo per il bel mare.
Lezione 042 03. Nel secolo XII si scontrarono aspramente Genova e Pisa: chi ottenne parte della Corsica? pisa venezia genova amalfi.
Lezione 042 04. A seguito di quale evento i pisani si assoggettarono a Milano? a seguito della battaglia di adrianopoli a seguito della battaglia della meloria mai si assoggettarono a milano, semmai a firenze a seguito della battaglia di sedan.
Lezione 030 01. Il senato come reagì alla nomina di Massimino il Trace? organizzò tentativi per liberarsene accettò di buon grado la nomina di un soldato pronto a difendere l'impero dai barbari ne fu contento nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Lezione 030 02. Perché in Africa venne proclamato imperatore Gordiano I? per una rivolta popolare per un grave episodio di estorsione perpetrato da esattori contro i proprietari terrieri locali per difendersi dai berberi per difendersi dai barbari.
Lezione 030 03. Massimino il Trace poté divenire imperatore grazie a cosa? per puro caso dopo il decreto di Settimio Severo che aveva concesso la possibilità di divenire ufficiali anche a semplici soldati che si fossero distinti in battaglia, e dopo che suo figlio Caracalla aveva concesso la cittadinanza romana ai nati liberi nel territorio dell'impero dopo il decreto di Settimio Severo che aveva concesso la possibilità di divenire ufficiali anche a semplici soldati che si fossero distinti in battaglia dopo che Caracalla aveva concesso la cittadinanza romana ai nati liberi nel territorio dell'impero.
Lezione 030 04. Massimino il Trace era persona raffinata? no era un rozzo soldato si e si distinse per la sua cultura africana si e si distinse per la sua cultura occidentale si e si distinse subito per la sua profonda cultura orientale.
Lezione 030 05. Quali confini furono resi sicuri da Massimino il Trace? le frontiere con la germania le frontiere africane insidiate dai berberi le frontiere italiche le frontiere tra hispania e gallia.
Lezione 030 06. Su chi aveva il comando Massimino il Trace quando venne nominato imperatore? sull'esercito sul tigri sull'esercito in pannonia sull'esercito sul tevere sull'esercito sull'eufrate.
Lezione 030 07. Da chi i Gordiani videro ratificare la loro nomina ad imperatori? dal senato che contrastava l'operato di Massimino il Trace dai cavalieri, la classe cui appartenevano da nessuno e questo fu per loro un gravissimo problema solo dai militari.
Lezione 030 08. La rivolta africana che portò alla nomina dei Gordiani come imperatori fu programmata? si come ogni rivolta riuscita no, tanto è vero che le restanti province imperiali rimasero fedeli a Massimino il Trace si come ogni rivolta africana no anzi fu del tutto casuale ma subito si propagò in tutto l'impero.
Lezione 030 09. L'elezione imperiale di Massimino il Trace da chi fu ratificata? solo dal senato da nessuno e infatti fu un'esperienza di brevissima durata dai pretoriani e dal senato dai pretoriani ma non dal senato.
Lezione 043 01. Ci fu qualche traditore genovese passato con le truppe di Federico II? si ma solo pochi indigenti nessuna delle tre risposte precedenti è esatta ansaldo de mari un ghibellino no.
Lezione 043 02. Quando Genova venne distrutta dai Longobardi? mai nel 558 nel 641 nel 600.
Lezione 043 03. Quando Genova venne devastata dai Saraceni? mai nel 476 nel 934 nel mille.
Lezione 043 04. Contro quale imperatore germanico Genova entrò in conflitto, così come fece Venezia? con federico II con il barbarossa con ottone I con enrico IV.
Lezione 044 01. Perché i veneziani ebbero da subito la necessità di combattere per mare? per proteggere i loro traffici marittimi mai per sfizio non lo fecero se non dopo il mille.
Lezione 044 02. In che occasione giunsero tanti profughi nella laguna veneta? dopo il 558 quando i longobardi scesero in italia con la prima guerra persiana con la guerra greco gotica quando teodorico scese in italia.
Lezione 044 03. Dove fu eretta la chiesa dedicata a san Giacomo a Venezia? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta sull'isola di rialto vicino mestre sull'isola di ponza .
Lezione 044 04. Quali repubbliche marinare dovette fronteggiare Federico II? genova e venezia pisa e amalfi genova e pisa venezia e amalfi.
Lezione 044 05. Da chi erano appetiti i traffici marittimi veneziani? dai pirati di itaca dai pirati di rodi dai pirati dalmati dal papa.
Lezione 044 06. Da dove viene il termine doge? dal turco dal latino dux dal bizantino dux dal greco.
Lezione 044 07. Quando ufficialmente venne fondata la Marina di San Marco? nell'800 mai nell'841 nell'840.
Lezione 044 08. Quando Venezia strinse rapporti commerciali con l'impero franco? nell'800 mai nessuna delle tre risposte precedenti è esatta nell'840.
Lezione 044 09. Quando Venezia si trovò a dominare il Mediterraneo? all'alba dell'anno mille dopo l'800 quando strinse rapporti con i franchi mai dopo l'800 quando rinsaldò i rapporti con i bizantini.
Lezione 044 10. Quando venne indetta la prima crociata quale fu l'atteggiamento di Venezia? seppe dare il suo contributo di perplessità per l'impresa da compiere nessuna delle tre risposte precedenti è esatta di sostanziale indifferenza.
Lezione 044 11. Quando i veneziani contribuirono alla presa di Tiro? mai 1207 1124 1099.
Lezione 044 12. Cosa accadde all'impero bizantino durante i fatti relativi alla quarta crociata? nessuna delle tre risposte precedenti è esatta che venne conquistato per quasi sessant'anni da venezia partecipò anch'esso alla crociata temendo un'avanzata turca sul bosforo nulla.
Lezione 044 13. Da che anno a quale anno durò l'impero latino d'Oriente? dal 1453 al 1492 dal 1204 al 1453 dal 1204 al 1298 dal 1204 al 1261.
Lezione 044 14. Quando Venezia iniziò una penetrazione nell'Italia settentrionale? nel 1500 nel 1335 dopo il 1453 mai.
Lezione 044 15. Quando iniziarono le guerre veneto-turche? dopo la caduta di costantinopoli dopo la presa di chioggia da parte dei turchi nessuna delle tre risposte precedenti è esatta mai.
Lezione 044 16. Cosa venne chiesto a Venezia dopo la battaglia di Legnano? di prendere le parti dello sconfitto di prendere le difese del papa di fare da mediatrice tra federico barbarossa e il papa nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Lezione 038 01. Con la Dieta di Besançon come si sarebbe dovuto sentire il pontefice romano rispetto a Federico I Barbarossa? Nessuna risposta è esatta. Con la dieta di Besançon del 1157, dove vennero invitati i re di Francia e Inghilterra, Russia e Finlandia l’imperatore ribadì ed estese i concetti di Roncaglia. Anche il pontefice, pertanto, si sarebbe dovuto sentire sottoposto alla tutela imperiale. Con la dieta di Besançon del 1157, dove vennero invitati i re di Francia e Inghilterra, l’imperatore ribadì ed estese i concetti di Roncaglia. Nondimeno il pontefice non si sarebbe dovuto sentire sottoposto alla tutela imperiale. Con la dieta di Besançon del 1157, dove vennero invitati i re di Francia e Inghilterra, l’imperatore ribadì ed estese i concetti di Roncaglia. Anche il pontefice, pertanto, si sarebbe dovuto sentire sottoposto alla tutela imperiale.
Lezione 038 02. Nell'autunno del 1176 cosa stabilì Federico Barbarossa nei confronti dei territori ecclesiastici? Nessuna risposta è esatta. Federico non riconobbe alla chiesa romana i beni della eredità matildiana, e non rinunciò al controllo sulla città di Roma. Federico I soggiogò il papa. Federico riconobbe alla chiesa romana i beni della eredità matildiana, rinunciando a qualsivoglia controllo sulla città di Roma.
Lezione 038 03. In che anno nacque la prima Lega Lombarda? Nel 1265. Nel 1176. Nel 1167. Nel 1534.
Lezione 038 04. Nella ultima discesa di Federico Barbarossa in Italia cosa avvenne di decisivo per il futuro del meridione italico? egli tentò senza riuscire di stabilire nozze tra suo figlio Enrico VI e la zia del re di Sicilia, Costanza di Altavilla. Questa però finì sposa a Giustiniano. Tutte le risposte sono inesatte. non stabilì nulla perché egli ormai era stufo dell'Italia. nel 1184 il Barbarossa, pattuì le nozze fra il proprio figlio Enrico VI e la zia del re di Sicilia, Costanza d’Altavilla, unica erede dei normanni del meridione italiano. Fu l’ultimo atto in terra italica del Barbarossa che aveva posto le premesse per la posibilità di ulteriori ingerenze nei fatti d’Italia.
Lezione 038 05. Cosa segnò l'apogeo di Federico Barbarossa in Italia? Con la distruzione di Roma del 1162 il potere federiciano raggiunge il suo apogeo. Con la distruzione di Milano del 1162 il potere federiciano raggiunge il suo apogeo. Con la distruzione di Napoli del 1162 il potere federiciano raggiunge il suo apogeo. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 06. Cosa accadde alla cacciata dei funzionari imperiali da alcune città lombarde nella seconda metà del secolo XII? Milano e altre città cacciarono i funzionari che lo svevo aveva inviato per attuare i suoi propositi. La reazione imperiale non si fece attendere. Federico ordinò la distruzione di Crema e Milano per indurre i comuni a non ribellarsi più al suo potere. Napoli, Benevento e altre città cacciarono i funzionari che lo svevo aveva inviato per attuare i suoi propositi. La reazione imperiale non si fece attendere. Federico ordinò la distruzione di Napoli e Benevento per indurre i comuni a non ribellarsi più al suo potere. Bordeaux reagì violentemente contro Federico I, di qui la prima lega bordolese contro il germanico. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 07. Dove si combatté la battaglia decisiva tra le forze di Federico Barbarossa e la Lega Lombarda? La battaglia terminò, come sovente capita, senza né vinti né vincitori. Nel 1176 si arrivò alla battaglia campale di Legnano dove le forze dei comuni, stretti intorno al carroccio, riuscirono a frenare l’impeto degli assalitori e a rovesciare l’andamento della battaglia. La vittoria fu epocale e persino l’imperatore, disarcionato, venne dato per disperso e si temette per la sua vita. Nel 1176 si arrivò alla battaglia campale di Legnano dove le forze dei comuni, stretti intorno al carroccio, ne uscirono sconfitte incalzate dall’impeto degli assalitori. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 08. Dopo la Dieta di Roncaglia del 1154 chi si schierò contro Federico I Barbarossa? La maggioranza dei Comuni, eccetto Pavia e pochi altri, si schierarono prontamente contro Federico Barbarossa. La maggioranza dei Comuni, eccetto Pavia, Milano e Crema e pochi altri, si schierarono prontamente contro Federico Barbarossa. Tutti i comuni si schierarono con il princeps. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 09. Cosa annunziò Federico Barbarossa nella dieta di Roncaglia del 1154? Federico I annuncia ai convenuti, signori feudali e rappresentanti dei comuni, che tutte le alienazioni di feudi e di regalie, tutte le usurpazioni insomma di quei diritti che competevano all’imperatore o ai suoi beneficati, dovevano essere considerati come non avvenute e pertanto dovevano tornare al legittimo detentore, che ne avrebbe disposto secondo la sua volontà e il suo giudizio, tenendo conto delle mutate situazioni di fatto. Federico I annuncia che la sua elezione è stata confermata dai Francesi. Federico I annuncia la sua elezione ratificata dai tedeschi. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 10. Come il Barbarossa riuscì a chiudere il periodo di lotta tra i vari ducati tedeschi dopo il suo insediamento sul trono di Germania? Si affidò ai suoi dignitari. Egli riuscì a chiudere il periodo di lotta fra i vari ducati tedeschi, ottenendo la collaborazione dei maggiori feudatari teutonici, nonché quella della chiesa tedesca. In tal modo il suo potere ne uscì rafforzato. Egli non riuscì in effetti a chiudere il periodo di lotta fra i vari ducati tedeschi, e non ottenendo la collaborazione dei maggiori feudatari teutonici, nonché quella della chiesa tedesca, il suo potere ne uscì indebolito. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 038 11. A cosa si dedicò il Barbarossa nei primi due anni di regno? Si limitò a prendere contatto con le gerarchie ecclesiastiche. Egli, discendendo dal casato degli Hohenstaufen e da quello di Baviera, poté dedicare i primi due anni di regno a pacificare i precedenti antagonismi tra Guelfi e Ghibellini. Egli, discendendo dal casato degli Hohenstaufen e da quello di Baviera, poté dedicare i primi due anni di regno ad assistere agli antagonismi tra Guelfi e Ghibellini. Nessuna risposta è esatta.
Lezione 045 01. Cosa accadde in Francia nel 1392? Non accadde nulla di particolarmente rilevante. Il sovrano francese volle divenire inglese con stupore dei sudditi e degli stessi Angli. Nel 1392 esplose improvvisa la follia del re. I grandi signori del regno si schierarono l’un contro l’altro facendo divampare in terra francese una guerra civile. Il sovrano francese, stufo di un conflitto troppo lungo, si diede per vinto.
Lezione 045 02. Cosa accadde a Compiègne, nel 1430, a Giovanna d'Arco? Nessuna delle risposte precedenti si può dire esatta. Festeggiò il suo compleanno con una schiacciante vittoria. Giovanna, caduta prigioniera di una banda di Borgognoni, fu venduta agli Inglesi In quel sito nulla di particolare.
Lezione 045 03. Quali conseguenze della sconfitta francese di Poitiers del 1356? Nessuna in particolare. L'Inghilterra risultò sconfitta, in realtà. La perdita da parte della Francia di tutta la regione dello Champagne Lo stesso re francese, Giovanni II il Buono, fu fatto prigioniero.
lezione048 02. Cosa fece emergere Niccolò Machiavelli? Niccolò Machiavelli non sgombrò il terreno dal pesante moralismo, che da sempre aveva accompagnato la riflessione politica, anzi nella sua ricerca lo acuì Niccolò Machiavelli sgombrò il terreno dal pesante moralismo, che da sempre aveva accompagnato la riflessione politica, e indagò nel meccanismo stesso dello Stato, nelle ragioni interne la politica, senza tema di andare contro la morale vigente. Nulla. Niccolò Machiavelli sgombrò il terreno dal pesante moralismo, che da sempre aveva accompagnato la riflessione politica, ma non indagò nel meccanismo stesso delloStato, nelle ragioni interne la politica, quindi non andò contro la morale vigente.
lezione048 03. Che concetto sviluppò Pico della Mirandola? Nessun concetto in particolare sviluppò. Pico della Mirandola (1463-1494) sviluppò il concetto di un uomo in grado di dominare i vulcani. Pico della Mirandola (1463-1494) sviluppò il concetto di un uomo in grado di dominare le stelle. Pico della Mirandola (1463-1494) sviluppò il concetto di un uomo «libero artefice e costruttore di se stesso», capace di dominare la natura ( Oratio de hominis dignitate ).
lezione048 04. Dove dominavano gli Inca? L’impero degli Inca si estendeva sulle coste del Pacifico dell’America meridionale e comprendeva i territori dell’attuale Perù, una parte dell’Ecuador, del Brasile, della Bolivia e del Cile. L’impero degli Inca si estendeva sulle coste del Pacifico dell’America meridionale e comprendeva i territori dell’attuale Perù, una parte dell’Uganda, del Brasile, della Bolivia e del Cile. L’impero degli Inca si estendeva sulle coste del Pacifico dell’America meridionale e comprendeva i territori dell’attuale Perù, una parte della Colombia, del Brasile, della Argentina e del Cile. L’impero degli Inca si estendeva sulle coste del Pacifico dell’America meridionale e comprendeva i territori dell’attuale Perù, una parte degli USA, del Brasile, della Argentina e del Cile.
lezione048 05. Quali civiltà si erano sviluppate nelle americhe? Nell’America precolombiana si erano sviluppate civiltà quali quelle degli Inca, dei Sioux e degli Atzechi Nell’America precolombiana si erano sviluppate civiltà quali quelle degli Inca, dei Maya e degli Atzechi Nell’America precolombiana si erano sviluppate civiltà quali quelle degli Inca, dei Piedi neri e degli Atzechi Nell’America precolombiana si erano sviluppate civiltà quali quelle degli Apache, dei Maya e degli Atzechi.
lezione048 06. Cosa cercava Magellano? Nel 1519 il portoghese Magellano, cercando un passaggio per entrare nell’oceano Pacifico, lo trovò a sud del continente americano. Nel 1519 il portoghese Magellano, cercando un passaggio per entrare nell’oceano atlantico, lo trovò a Panama. di arrivare in India Nel 1519 il portoghese Magellano, cercando un passaggio per entrare nell’oceano indiano, lo trovò a sud del continente africano.
lezione048 07. Dove sbarcò esattamente Colombo? in venezuela nelle antille in messico in brasile.
lezione048 09. Cosa raggiunse Bartolomeo Diaz? la punta estrema della Cina meridionale, alla quale venne dato il nome di Hong Kong la punta estrema dell’Africa meridionale, alla quale venne dato il nome di Capo di Buona Speranza nulla, rimase in Svezia. la punta estrema dell’America meridionale, alla quale venne dato il nome di Capo Nord.
lezione048 10. Dove si sviluppò la civiltà Atzeca? gli Atzechi si erano sviluppati nell’attuale Colombia gli Atzechi si erano sviluppati nell’attuale Uruguay. gli Atzechi si erano sviluppati nell’attuale Brasile. gli Atzechi si erano sviluppati nell’attuale Messico.
lezione048 11. Quando Gutemberg costruì i caratteri mobili da cui scaturì la stampa? nel secolo XV. nel secolo XVII. nel secolo XIII nel secolo XVI.
lezione048 12. Dove dominavano i Maya? I Maya dominavano l’Africa centrale I Maya dominavano l’America settentrionale I Maya dominavano l’America centrale I Maya dominavano l’America meridionale.
lezione048 13. Chi fu Leonardo da Vinci? Leonardo da Vinci (1452-1519 ) fu artista grandioso con gravi lacune in storia: Leonardo da Vinci (1452-1519 ) fu artista grandioso ma con alcuni limiti di conoscenza: non capiva la geometria. Leonardo da Vinci (1452-1519 ) fu artista grandioso ma con alcuni limiti: era stonato. Leonardo da Vinci (1452-1519 ) fu artista grandioso a 360°: fu pittore, architetto/ingegnere, poeta e musicista.
lezione048 14. Contro chi si scagliò Lorenzo Valla? Contro il destino cinico e baro. Contro i soldati troppo presi da pensieri meschini. Contro i politici troppo presi dalla brama di potere. Contro la corruzione del clero, le forme più mortificanti di ascetismo, l’ipocrisia di un atteggiamento che negava gli aspetti più sani e naturali della vita.
lezione048 15. Cosa scrisse Lorenzo Valla? Il Decameron. Lorenzo Valla (1407-1457) scrisse il saggio De falso credita et ementita donatione Constantini con cui dimostrò la falsità della cosiddetta Donazione di Costantino e cioè di quel documento su cui la Chiesa aveva fondato il principio del suo potere temporale. La Divina Commedia. La Historia Augusta dove dimostrò alcune falsità sulla politica augustea.
lezione048 17. Cola di Rienzo era interessato a quale periodo storico? a nessuno al medioevo. al periodo romano. all'età moderna.
lezione048 16. Nel rinascimento la cultura fu accessibile a chi? a nessuno solo agli ecclesiastici solo ai laici ad intellettuali anche non ecclesiastici.
lezione048 18. Cosa sono le cosiddette humanae litterae? si tratta di studi sull'organismo animale. si tratta della riscoperta del periodo classico. si tratta di studi sull'organismo umano. si tratta di studi generici.
lezione048 19. Cosa avvenne di conseguenza all'Umanesimo? Nessuno andò più a scuola Tutti iniziarono ad andare a scuola. Cominciò un vero e proprio studio di manoscritti su temi moderni e contemporanei. Cominciò un vero e proprio studio degli antichi manoscritti conservati nei monasteri e nelle biblioteche.
lezione048 20. L'ammirazione del passato tipica dell'Umanesimo è una sorta di malinconia verso un tempo ormai svanito? Si. Gli umanisti erano abbastanza malinconici. Non si trattava di una sorta di malinconia del passato bensì di un tentativo di trarre ispirazione da un passato glorioso per affrontare in modo nuovo i problemi intellettuali, morali, estetici della loro epoca. Nessuna delle risposte è esatta.
lezione048 21. Chi furono tre grandi umanisti vissuti tra XIV e XV secolo? Dante, Petrarca e Boccaccio. Cesare, Crasso e Pompeo. Coluccio Salutati, Poggio Bracciolini e Leonardo Bruni. Foscolo, Leopardi e Manzoni.
lezione048 22. Cosa scaturì dall'Umanesimo? La Pop Art. Il classicismo. Il Rinascimento. Il neoclassicismo.
Report abuse Terms of use
HOME
CREATE TEST
COMMENTS
STADISTICS
RECORDS
Author's Tests