option
My Daypo

TEST 3 PSILUPPO

COMMENTS STADISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
TEST 3 PSILUPPO

Description:
anno uno

Author:
AVATAR

Creation Date:
21/05/2022

Category:
University

Number of questions: 22
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
Individuare l'affermazione che si riferisce allo stile cognitivo analitico: Quando osservo, studio...mi soffermo sugli aspetti d'insieme Procedo a piccoli passi, prendo in considerazione tutte le variabili in gioco Quando osservo, studio... mi soffermo sui particolari Parto da un'ipotesi generale e cerco di confermarla o confutarla.
La percezione È l'effetto soggettivo e immediato provocato dagli stimoli sui diversi apparati dell'organismo È esclusivamente visiva È un processo attivo e dinamico di elaborazione degli stimoli sensoriali che procede attraverso l'analisi, la selezione e l'organizzazione dell'informazione È considerato uno dei migliori predittori di uno sviluppo cognitivo adeguato.
Un bambino di 11-12 mesi è in grado di capire la differenza tra un bicchiere vuoto e un bicchiere pieno? No, i bambini di 11-12 mesi non sono in grado di comprenderne la differenza poiché non hanno ancora chiara la funzione del bicchiere Si, i bambini di 11-12 mesi sono perfettamente in grado di capirne la differenza. Inoltre, sono in grado di discriminare anche tra un bicchiere che contiene poco liquido e uno che ne contiene molto preferendo quest'ultimo Si, i bambini di 11-12 mesi sono perfettamente in grado di capirne la differenza No, i bambini di 11-12 mesi non sono in grado di comprenderne la differenza. Inoltre, non dimostrano di preferirne uno rispetto all'altro e cercano di bere da entrambi.
Nel piano di ricerca II: è possibile una manipolazione delle variabili indipendenti e un controllo rigoroso delle variabili intervenienti non è possibile né una manipolazione delle variabili indipendenti né un controllo delle variabili intervenienti è possibile una manipolazione delle variabili indipendenti ma solo un controllo limitato delle variabili intervenienti non è possibile una manipolazione delle variabili indipendenti ma è possibile un controllo delle variabili intervenienti.
Gli studi di studi di DeCasper e Spence (1986) L'esistenza di una memoria già durante la fase prenatale L'esistenza della memoria di lavoro L'esistenza di una memoria già nei lattanti L'esistenza della memoria procedurale.
La prensione cubito-palmare non coinvolge le funzioni percettive visive nel primo anno di vita non è utile al bambino ad entrare in contatto con il mondo è il primo stadio di acquisizione delle capacità di afferrare gli oggetti è il secondo stadio di acquisizione della capacità di afferrare gli oggetti.
Quando si parla di bullismo ci si riferisce: A una forma di comportamento aggressivo proattivo, intenzionale e ripetuta nel tempo. A una forma di comportamento aggressivo in condizioni di disagio sociale A una forma di comportamento aggressivo involontario e incontrollabile A una forma di comportamento aggressivo diretto, in cui il bullo aggredisce la vittima faccia a faccia.
Convenzionalmente si ritiene che il primo psicologo dello sviluppo sia Darwin James Stanley hall Freud.
Cosa intende Bowlby con il termine "attaccamento"? Il legame del bambino con la madre (o altra figura con la stessa funzione), che emerge subito dopo la soddisfazione dei bisogni primari/fisiologici (fame, sete, sonno) La vicinanza fisica ed emotiva, che si realizza nei contesti frequentati dal bambino, tra il bambino e le sue figure di accudimento durante i primi anni di vita Il legame che si instaura tra il bambino e chi si prende cura di lui, che si sviluppa pienamente verso la fine del primo anno di vita Il rapporto che si instaura tra il bambino e chi si prende cura di lui, se quest'ultimo costituisce una "base sicura" (che consente l'equilibrio tra vicinanza ed esplorazione).
La raccolta di informazioni in ricerche di psicologia dello sviluppo che si avvalgono di interviste può essere di tipo Diretta (bambini o adolescenti) o indiretta (genitori, insegnanti, etc.) Solo diretta (bambini o adolescenti) Solo indiretta (genitori, insegnanti, etc.) Per i primi 3-4 anni di età Solo indiretta (genitori, insegnanti, etc.) Per i primi 5-6 anni di età.
Secondo Vygotskij, l'individuo che apprende: È inizialmente autoregolato e passa con il tempo e l'esperienza ad un processo di tipo eteroregolato Mantiene sempre e solo un'autoregolazione perché il processo di apprendimento è una funzione intrapersonale A seconda del modello di apprendimento può essere inizialmente autoregolato o eteroregolato È inizialmente eteroregolato e passa con il tempo e l'esperienza ad un processo di tipo autoregolato.
Qual è un limite della scale di nomina? Il fatto che non può essere utilizzata prima dei 7 anni di età quando le abilità di letto-scrittura del bambino sono ben consolidate Il fatto che non consente la manipolazione della variabile indipendente Il fatto che obbliga il soggetto a scegliere rigidamente una risposta numerica senza poter tener conto di eccezioni e sfumature Il fatto che non fornisce nessuna informazioni sulle motivazioni per cui un soggetto occupa una determinata posizione all'interno rete di relazioni del gruppo piuttosto che un'altra.
Secondo Baldwin Le influenze ambientali sono più forti rispetto a quelle genetiche I cambiamenti nello sviluppo avverrebbero a seguito dell'acquisizione di schemi Lo sviluppo è dato dal sostanziale raggiungimento di un equilibrio tra cambiamento e stabilità Il pensiero dei bambini è intrinsecamente differente da quello degli adulti.
Stanley Hall ritrovò che L'idea che gli adulti hanno dei bambini li porta a relazionarsi a loro nel modo più consono per favorire il loro sviluppo mentale L'idea che gli adulti hanno dei bambini li porta a vederli come molto simili a loro e a non distinguere le peculiarità tipiche del loro pensiero L'idea che gli adulti hanno dei bambini è molto vicina al reale funzionamento infantile anche quando gli adulti non sono esperti del settore (ad es. genitori, nonni, etc.) L'idea che gli adulti hanno dei bambini è molto vicina al reale funzionamento infantile solo in caso di adulti con grande esperienza nella cura del bambino (ad es. insegnanti, babysitter etc.).
Cosa misura il paradigma sperimentale noto come strange situation? I modelli operativi interni a 5-6 anni Gli stili di attaccamento a 1 anno Il riferimento sociale a 9-12 mesi La presenza della teoria della mente a 4 anni.
I vantaggi dei disegni di ricerca longitudinali sono: Consentono di analizzare l'andamento nel tempo del cambiamento e di valutare gli effetti di particolari variabili sullo sviluppo Consentono di analizzare l'andamento nel tempo del cambiamento e di valutare la prevedibilità di particolari variabili sullo sviluppo Consentono di indagare costrutti complessi come la memoria e l'attenzione Consentono di ottenere molte informazioni in modo rapido e sono più facilmente replicabili.
In che modo si può dire che Piaget riesce a coniugare aspetti di continuità e di discontinuità dello sviluppo psicologico del bambino? Attraverso la concettualizzazione di funzioni invarianti e strutture variabili Attraverso la concettualizzazione degli stadi di sviluppo e delle strutture variabili Il merito di aver coniugato continuità e discontinuità dello sviluppo è di Bruner che riesce a concettualizzare una sintesi tra il pensiero di Piaget e quello di Vygotskij Attraverso la concettualizzazione degli stadi di sviluppo e degli impliciti procedurali.
Quale tipo di validità scientifica ha delle ricadute sull'applicabilità e la generalizzabilità dei risultati ad altre situazioni? La validità esterna La validità di costrutto La validità statistica La validità interna.
Secondo Gesell quali eventi esterni possono alterare gli schemi maturazionali? La presenza di abilità cognitive borderline (QI compreso tra 70 e 85) Basso status socio-economico della famiglia Norme socio-culturali particolarmente ristrettive Denutrizione.
Individua quale dei seguenti affermazioni non è riferibile a un contributo della teoria di Vygotskij alle teorie più recenti sullo sviluppo cognitivo Il contesto ambientale in cui il bambino si sviluppa è ben definito e caratterizzato da strumenti culturali specifici e non può quindi essere considerato come un contesto generico a cui riferirsi in astratto L'importanza del contesto socio-culturale e storico ha portato a ritenere che non abbia senso analizzare lo sviluppo in maniera decontestualizzata Attraverso il concetto di zona di sviluppo prossimale si è data importanza al "come" avvengono gli apprendimenti cioè ai passaggi culturali da una generazione all'altra Il bambino è un apprendista della cultura e in quanto tale deve essere deresponsabilizzato nel suo processo di apprendimento in modo da potersi concentrare solo sull'assimilazione di quanto trasmesso dall'adulto.
Nel neonato i riflessi permangono in tutte le fasi dello sviluppo coinvolgono solo gli arti superiori sono considerati risposte motorie primitive e involontarie scompaiono entro le 24 ore dalla nascita.
Tra i seguenti quale non può essere considerato uno strumento culturale? Il linguaggio La percezione L'orologio La bicicletta.
Report abuse Terms of use
HOME
CREATE TEST
COMMENTS
STADISTICS
RECORDS
Author's Tests