option
My Daypo

Algebra Prof. De Stefano 2022

COMMENTS STADISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
Algebra Prof. De Stefano 2022

Description:
Quiz Algebra

Author:
AlePizza
(Other tests from this author)

Creation Date:
16/03/2022

Category:
Mathematics

Number of questions: 95
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
Quali sono le componenti cartesiane di un vettore uscente dall'origine, con modulo pari a 3 e che forma un angolo pari a 120° con la direzione positiva dell'asse delle ascisse? x=3/2; y=-3√3/2 x=-3/2; y=-3√3/2 x=3/2; y=-√3/2 x=-3/2; y=3√3/2.
Calcolare il modulo e l'angolo formato con la direzione positiva dell'asse delle ascisse del vettore (3,-√3) 2√3; alfa = -30° 2√3; alfa = +30° √3; alfa = -30° 3√3; alfa = +30°.
Dati i vettori v=(1,-3) e w=(-2,5), calcolare il loro prodotto scalare 0 -1 17 -17.
Se a=(3,2) e b=(-2,1) quanto valgono la loro somma e la loro differenza? a+b=(1,3); a-b=(5,-1) a+b=(1,3); a-b=(5,1) a+b=(-1,3); a-b=(5,-1) a+b=(1,3); a-b=(0,0).
Se il modulo di v è 8 e quello di w è 6 ed il loro prodotto scalare è 24√2, quanto vale l'angolo formato dai due vettori? 45° 30° 360° 90°.
Calcolare il modulo del numero complesso z = 1 + i - i/(1-2i) |z| = 1/5 √65 |z|=√65 |z| = 0 |z|=1/5.
Riportare in forma esponenziale ed in forma trigonometrica il numero complesso z = 1/(3+3i) z = √2/6; z = √2/6cosπ/4 z = √2/6 e^(πi/4); z = √2/6(cosπ/4 + i sen π/4) z = √2/6 e^(7πi/4); z = √2/6(cos7π/4 + i sen 7π/4) z = √2/6 e^(πi/4); z = √2/6cosπ/4.
Calcolare la radice quadrata del numero complesso z = 1 - i √3 -√3/2+i/2; -√3/2+i/2 +√2 e^(5πi/6), -√2 e^(5πi/6) +i/2; -i/2 0.
Risolvere l'equazione z^3 = 1 z_1 = 0; z_2 = -1/2 + √3/2 i; z_3 = -1/2 - √3/2 i z_1 = 1; z_2 = -1/2 + √3/2 i; z_3 = -1/2 - √3/2 i z_1 = 0; z_2,3 = -1/2 + √3/2 i; z_1=z_2= z_3 = i.
Calcolare la potenza z^6 del numero complesso z = (1+i)/(2-2i) - i√3/2 1/2-i√3/2 0 -1/64.
Verificare se il sottoinsieme X={(x,y):xy≥0} di R^2 è un sottospazio vettoriale Non è un sottospazio vettoriale in quanto non è possibile stabilire la somma Rispetta tutte le proprietà di un sottospazio vettoriale di R^2, quindi è un sottospazio vettoriale Il prodotto di due variabili è sempre un sottospazio vettoriale di R^2 E' un sottospazio vettoriale in quanto è stabile rispetto alla proprietà del prodotto.
Si dica se l'insieme delle coppie reali (x,y) che soddisfano le relazione x^2+y^2 = 0 è un sottospazio vettoriale di R^2 No, perché l'equazione è soddisfatta dal qualsiasi coppia reale Sì, perché l'unica coppia reale che soddisfa l'equazione è (1,1) quindi si tratta dello spazio vettoriale nullo Sì, perché l'unica coppia reale che soddisfa l'equazione è (0,0) quindi si tratta dello spazio vettoriale nullo No, perché non esiste una coppia reale che soddisfa l'equazione.
Il vettore u=(2,2,3) è combinazione lineare dei vettori v=(1,2,3) e w=(3,2,1) in R^3? In questi casi i tre vettori sono sempre combinazioni lineare E' impossibile trovare una coppia di scalari che soddisfa la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u è combinazione lineare di v e w Non esistono scalari tali da soddisfare la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u non è combinazione lineare di v e w Qualsiasi coppia di scalari soddisfa la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u è combinazione lineare di v e w.
Il vettore u=(5/2,3,7/2) è combinazione lineare dei vettori v=(1,2,3) e w=(3,2,1) in R^3? In questi casi i tre vettori sono sempre combinazioni lineare Non esiste una coppia di scalari tale da soddisfare la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u è combinazione lineare di v e w Non esiste una coppia di scalari tale da soddisfare la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u non è combinazione lineare di v e w Esiste una coppia di scalari tale da soddisfare la relazione u=c1v+c2w, quindi il vettore u è combinazione lineare di v e w.
Dire se i vettori v=(1,2,3) e w=(3,2,1) in R^3 sono combinazione lineare uno dell'altro No, v e w non sono uno multiplo dell'altro Dipende da come si calcola la loro combinazione Due vettori nello spazio R^3 sono sempre combinazione lineare uno dell'altro Si, u e w sono uno multiplo dell'altro.
Calcolare le coordinate del vettore (1,1,1) rispetto alla base composta dai vettori (1,-1,2), (1,1,0), (0,0,2) di R^3 Le coordinate del vettore rispetto alla base di R^3 indicata sono (0,1,1/2) Le coordinate del vettore rispetto alla base di R^3 indicata sono (2,1,1/2) Qualsiasi terna va bene come coordinate del vettore rispetto alla base indicata Il vettore non ha coordinate in R^3.
Stabilire per quali valori di k i vettori (1,1,1), (1,k,2) e (1,1,k-1) sono linearmente dipendenti Tutti i valori di k rendono i vettori linearmente dipendenti I vettori sono linearmente dipendenti se e soltanto se k = 1 oppure k = 2 No esiste un valore di k per il quale i tre vettori sono linearmente dipendenti Tre vettori non possono essere mai dipendenti considerando un solo parametro libero.
Estrarre una base di R^3 dai 4 vettori a=(1,2,3), b=(3,2,1), c=(4,4,5) e d=(3,3,1) Non ci sono vettori linearmente indipendente quindi non è possibile estrarre una base Non si può trovare una base per R^3 con quattro vettori I primi tre vettori sono linearmente indipendenti quindi costituiscono una base Tutti e quattro i vettori sono linearmenti indipendenti quindi costituiscono una base.
Quanto vale la norma del vettore C =[3; 5; 8]? 16 8 9.9 4.
Quanto vale la norma del vettore D =[2.81; 3.68; 2.81]? 3.05 29.38 9.3 5.42.
Quanto vale la norma del vettore D =[2.90; 3.48; 2.90]? 9.3 32.38 5.38 3.05.
Come si ottiene una matrice trasposta di una matrice A? Scambiando le righe della matrice data tra di loro. Scambiando le righe con le colonne tra di loro della matrice data. Scambiando le colonne della matrice data tra di loro. Orlando la matrice di partenza.
Quale tra le seguenti è una matrice triangolare superiore? [0, 3, 5; 0, 0, 4; 0, 1, 0]. [1, 0, 0; 0, 6, 0; 0, 0, 7]. [5, 2, 1; 0, 3, 1; 0, 0, 2]. [5, 0, 0; 1, 3, 0; 3, 1, 2].
Quale tra le seguenti è una matrice triangolare inferiore? [1, 0, 0; 0, 6, 0; 0, 0, 7]. [5, 0, 0; 5, 3, 0; 1, 4, 6]. [0, 0, 0; 4, 0, 3; 5, 6, 0]. [5, 4, 6; 0, 3, 6; 0, 0, 1].
Quale tra le seguenti è una matrice diagonale? [0, 0, 4; 0, 5, 0; 6, 0, 0]. [1, 5, 6; 2, 1, 7; 3, 4, 1]. [0, 3, 3; 3, 0, 3; 3, 3, 0]. [1, 0, 0; 0, 6, 0; 0, 0, 7].
Data A=[4, 3, 2; -5, 1, 0; 3, 3, -7]. Che tipo di matrice è la seguente matrice B=[4, -5, 3; 3, 1, 3; 2, 0, -7]? B non ha alcun legame con A. B è la emisimmetrica di A. B è il prodotto di A per uno scalare. B è la trasposta di A.
. Data A=[4, 3, 2; -5, 1, 0; 3, 3, -7]. Che tipo di matrice è la seguente matrice B=[4, -5, 3; 3, 1, -3; 2, 0, -7]? B è la emisimmetrica di A. B è il prodotto di A per uno scalare. B non ha alcun legame con A. B è la trasposta di A.
Data la seguente matrice A=[ 3, 4, 0; 0, 0, 1; 1, 2, 1], quanto vale la traccia della sua matrice trasposta? 3 4 0 Tale operazione non può essere eseguita.
Date le seguenti matrici: A=[2, 3, -1; 0, -5, 4] e B=[3, 1, 0; 2, 3, -1] quanto vale la matrice C=A+B? C=[5, 4, -1; 2, 8, 5] C=[6, 3, 0; 0, -15, -4] C=[5, 4, -1; 2, -2, 3] C=[5, 4, 0; 0, -2, 3].
Date le seguenti matrici: A=[5, 2, 1; 0, 3, 4; -2, -5, -6] e B=[1, 1, 5; 2, 2, 2; 4, -3, 0], quanto vale la matrice C=-3*A+B? C=[-14, -5, 2; 2, -7, -10; 10, 12, 18] C=[14, 5, 2; 2, 7, 10; 10, 12, 18] C=[-14, 5, 2; 2, -7, -10; 10, 12, 18] Tale operazione non può essere eseguita.
Una matrice A moltiplicata per la matrice unità e sommata alla matrice nulla, che risultato fornisce? La matrice A con tutti gli elementi aumentati di 1. La matrice unità. La matrice nulla. La matrice A.
Quanto vale il rango della matrice A=[ 0, 1; 0, 1; 1, 0; 1, 0]]? Non si può calcolare il rango di tale matrice. 2 0 4.
Quanto vale il rango della matrice A=[ 0, 1; 3, 0]? Non si può calcolare il rango di tale matrice. 1 2 0.
Quanto vale il rango della matrice A=[ 1, 2; 5, 9]? 2 0 1 Non si può calcolare il rango di tale matrice.
Quanto vale la traccia della matrice A=[ 1, 0, 2, 1; 5, 6, 6, 2; 2, 4, 6, 1; 0, 0, 2, -1]? 12 4 -36 36.
Quanto vale la traccia della matrice A=[ 3, 4, 0; 0, 0, 1; 1, 2, 1]? 4 0 13 3.
Se tr(BC)=10, quanto vale tr(CB)? 10 Tale operazione non può essere eseguita. 0 1.
Se il rango di una matrice è minore del numero dei vettori (riga o colonna) che la costituiscono: i vettori sono linearmente dipendenti i vettori sono ortonormali i vettori sono ortogonali i vettori sono linearmente indipendenti.
Se il rango di una matrice è uguale al numero dei vettori (riga o colonna) che la costituiscono: i vettori sono ortonormali i vettori sono ortogonali i vettori sono linearmente dipendenti i vettori sono linearmente indipendenti.
Cos’è il rango di una matrice? Il massimo ordine di minori non nulli di una matrice. Il minimo ordine di minori non nulli di una matrice. La somma degli elementi della diagonale principale della matrice. La somma in valore assoluto degli elementi non appartenenti alla diagonale principale della matrice.
Quanto vale il rango della seguente matrice A=[-3, 1, 0; 0, -1, -1; 0, 0, -8]? 1 3 2 Non è possibile calcolare il rango di questa matrice.
Quanto vale il rango di una matrice nulla? Non è possibile calcolare il rango di questa matrice. 0 Dipende dall'ordine della matrice. 1.
Cos’è il rango e cos'è la caratteristica di una matrice? Sono la stessa cosa. Il rango è il massimo ordine di minori non nulli di una matrice. La caratteristica, invece, è la somma degli elementi della diagonale principale di una matrice. Il rango è il massimo ordine di minori non nulli di una matrice. La caratteristica, invece, è il prodotto del numero delle righe per il numero delle colonne della matrice. Il rango è il massimo ordine di minori non nulli di una matrice. La caratteristica, invece, è il minimo ordine di minori non nulli di una matrice.
La somma di una matrice A con la sua opposta fornisce: La matrice unità. La matrice A. La matrice A con tutti gli elementi aumentati di -1. La matrice nulla.
Una matrice A sommata alla matrice identità, che risultato fornisce? La matrice unità. La matrice A. La matrice A con tutti gli elementi della diagonale principale aumentati di 1. La matrice nulla.
Qual è l’elemento neutro rispetto alla somma tra matrici? La matrice nulla. Una qualsiasi matrice triangolare superiore. Nessun tipo di matrice. La matrice identità.
Date le seguenti matrici: B=[1, 0, 1; 3, 4, 6; 11, 3, 1] e C=[5, 5, 5; -1, 2, 0], quanto vale la matrice D= - B*C? Tale moltiplicazione non può essere eseguita. D=[ -5, -5, 0; 11, 23, 15; 52, 61, 55] D=[ 5, 5, 5; 11, 23, 15; 52, 61, 55] D=[ 5, 5, 5; 11, 23, 15; -52, 61, 55].
Quanto vale il determinante della matrice A =[1, 0, 0, 0; 0, 1, 0, 0; 0, 0, 1, 0; 0, 0, 0, 1]? 0 6 1 -36.
Tutte le matrici hanno una propria inversa? Sì, basta che la matrice sia quadrata. Si basta che il determinante sia uguale a zero. Non tutte le matrici hanno la propria inversa. Sì, basta trovare quella matrice che moltiplicata per se' stessa dia la matrice unità.
Quanto vale il determinante della matrice A =[5, 5, 6, 17, 1; 0, 1, 5, 6, 25; 0, 0, 3, -3, -7; 0, 0, 0, 5, -1; 0, 0, 0, 0, 3 ]? 207 225 17 0.
Date le seguenti matrici A =[1, 0, 0, 0; 0, 1, 0, 0; 0, 0, 1, 0; 0, 0, 0, 1] e B=[3, 2, 1, 0; 0, 2, 5, 2; 0, 0, -2, -1; 0, 0, 0, 3], quanto vale il determinante del prodotto? 0 -36 1 6.
Quanto vale il determinante della matrice A =[1, 3, 2, 1, 0, 7; 0, 1, 7, 15, -3, -6; 0, 0, 1, 6, 3, 2; 0, 0, 0, 1, 1, 9; 0, 0, 0, 0, 1, 9; 0, 0, 0, 0, 0, 1]? 6 85 1 0.
Affinchè due vettori siano ortogonali: Non deve essere nullo il prodotto tra uno dei due vettori e la trasposta dell'altro vettore. Deve essere nullo il prodotto tra uno dei due vettori e la trasposta dell'altro vettore. Deve essere nulla la somma tra uno dei due vettori e la trasposta dell'altro vettore. Non deve essere nullo il prodotto tra le norme dei due vettori.
Una matrice A moltiplicata per la matrice nulla, che risultato fornisce? La matrice A con tutti gli elementi aumentati di 1. La matrice unità. La matrice A. La matrice nulla.
Una matrice A moltiplicata per la matrice identità, che risultato fornisce? La matrice nulla. La matrice A con tutti gli elementi aumentati di 1. La matrice A. La matrice unità.
Date le seguenti matrici: B=[1, 0; 3, 4; 11, 3] e C=[5, 5, 5; -1, 2, 3; 1, -1, 0] quanto vale la matrice D=-B*C? Tale moltiplicazione non può essere eseguita. D=[ 5, 5, 0; 11, 23, 15; 52, 61, 55] D=[ 5, 5, 5; 11, 23, 15; 52, 61, 55] D=[ 5, 5, 0; 11, 23, 15; -52, 61, 55].
Quanto vale il determinante della matrice A =[1, 0, 0; 0, 0, -2; 7, 3, 0]? 6 0 -6 7.
Quanto è il valore del determinante di una matrice triangolare di ordine 4X4 con tutti gli elementi sulla diagonale principale uguali a 1? 1 Si applica la regola di Sarrus. 4 16.
Una matrice A in cui tutti gli elementi sono elevati alla potenza zero che risultato fornisce? La matrice nulla. Una matrice con tutti gli elementi della diagonale principale pari a 1. La matrice A. Una matrice con tutti gli elementi pari a 1.
Quanto vale il determinante della matrice A =[1, 7; 3, 0]? 0 22 -21 21.
Quanto vale il determinante della seguente matrice B=[3, 5, 1; 0, 0, 2; 0, 0, 7]? Zero. 5 1 6.
Quanto vale il determinante della seguente matrice B=[1, 2, 1, 3; 4, 3, 0, 1]? Si utilizzano i complementi algebrici. 3 Non è possibile calcolare il determinante di questa matrice. -2.
Come si calcola il determinante della seguente matrice A=[5, 3; 2, 1; 3, 0; 1, 2]? Si utilizzano i complementi algebrici. Si applica la Regola di Sarrus. Non è possibile calcolare il determinante di questa matrice. Basta fare il prodotto degli elementi della diagonale principale della matrice A.
Se la matrice A è del tipo 5X4 e la matrice B è del tipo 4X3, di che tipo sarà la matrice C=AXB? 5X3. 3X3. 3X5. 4X4.
Date le seguenti matrici: A=[2, 1; 3, 0; 1, 2] e B=[1, 2, 1, 3; 4, 3, 0, 1], quale trale seguenti affermazioni è corretta: La matrice C=A*B sarà una matrice del tipo 4X3. La matrice C=A*B sarà una matrice del tipo 3X3. La matrice C=A*B sarà una matrice del tipo 2X2. La matrice C=A*B sarà una matrice del tipo 3X4.
Date le seguenti matrici: A=[5, 3; 2, 1; 3, 0; 1, 2] e B=[1, 2, 1, 3; 4, 3, 0, 1], quale trale seguenti affermazioni è corretta: Sono conformabili rispetto alla moltiplicazione. Si può eseguire C=A+B. Si può eseguire C=A-B. Non sono conformabili rispetto alla moltiplicazione.
Date le seguenti matrici: A=[2, 1; 3, 0; 1, 2] e B=[1, 2, 1, 3; 4, 3, 0, 1], quale trale seguenti affermazioni è corretta: Si può eseguire C=A+B. Sono conformabili rispetto alla moltiplicazione. Si può eseguire C=A-B. Non sono conformabili rispetto alla moltiplicazione.
Date le seguenti matrici: A=[1, 2, 0] e B=[3; -5; 2] quanto vale la matrice C=A*B? C= -7 C=[3; -10; 0] C=[3, -10, 0] C=15.
Qual è l’elemento neutro rispetto al prodotto tra matrici? La matrice identità. La matrice nulla. Una qualsiasi matrice triangolare superiore. Nessun tipo di matrice.
Come si calcola il determinante di una matrice triangolare di ordine 4x4? Si opera la somma degli elementi sulla diagonale principale della matrice. Si opera il prodotto degli elementi sulla diagonale principale della matrice. Si opera la somma degli elementi al di fuori della diagonale principale della matrice. Si applica la regola di Sarrus.
Quanto vale il determinante della matrice A se tale matrice ha solo un elemento uguale a 2? Non si può calcolare il determinante di una matrice con un solo elemento. Zero. uno due.
Quanto vale il determinante della matrice A =[5, 5, 6, 17, 1; 0, 1, 5, 6, 25; 0, 0, 0, -3, -7; 0, 0, 0, 5, -1; 0, 0, 0, 0, 3 ]? 0 75 14 69.
Data una matrice con determinante uguale a zero, quale delle seguenti affermazioni è corretta: E' sempre possibile determinare la sua inversa. Sì, basta trovare quella matrice che moltiplicata per se' stessa dia la matrice unità. Non è possibile determinare la sua inversa. Si può determinare la sua inversa, basta che la matrice sia quadrata.
Cosa è il minore di una matrice? Una sottomatrice quadrata ottenibile dalla matrice A di partenza eliminando alcune righe. Una sottomatrice quadrata ottenibile dalla matrice A di partenza eliminando alcune righe e/o colonne. Il determinante di una sottomatrice quadrata ottenibile dalla matrice A di partenza eliminando alcune righe e/o colonne. Una sottomatrice quadrata ottenibile dalla matrice A di partenza eliminando alcune colonne.
Cosa identifica l'ordine di una matrice? La somma del numero delle righe e delle colonne. Il numero delle righe. Il numero delle colonne. Il numero delle righe per il numero delle colonne.
La matrice A=[ 1, 0,-1; 2, 1, 1; 0, -2, 3] è invertibile? No perché il suo determinante è diverso da zero. Sì perché il suo determinante è uguale a zero No perché il suo determinante è uguale a zero. Sì perché il suo determinante è diverso da zero.
La matrice B=[ 1, 2,-1; 0, -3, -1; 1, 5, 0] è invertibile? No perché il suo determinante è uguale a zero. No perché il suo determinante è diverso da zero. Sì perché il suo determinante è diverso da zero. Sì perché il suo determinante è uguale a zero.
La condizione det(A) diverso da zero è sufficiente affinchè: Un sistema lineare sia indeterminato. Un sistema lineare sia possibile e indeterminato. Un sistema lineare sia impossibile. Un sistema lineare sia possibile e determinato.
Se il determinante di una matrice dei coefficienti di un sistema lineare è diverso da zero: Il sistema non è ne' impossibile, ne' indeterminato. Il sistema è impossibile. Il sistema è impossibile o indeterminato. Il sistema è indeterminato.
Un sistema lineare che ammette infinite soluzioni si dice: Indeterminato. Impossibile. Omogeneo. Incompatibile.
In un sistema lineare omogeneo, la matrice dei coefficienti e quella completa: La matrice dei coefficienti ha rango maggiore di quella compelta. Entrambe non ammettono soluzione. Hanno lo stesso rango. La matrice completa ha rango maggiore di quella dei coefficienti.
I sistemi omogenei: Sono possibili solo se il rango della matrice dei coefficienti è maggiore di quello della matrice completa. Sono possibili solo se il rango della matrice dei coefficienti è minore del numero di incognite del sistema. Sono possibili solo se il rango della matrice completa è maggiore di quello della matrice dei coefficienti. Sono sempre possibili.
Il seguente sistema lineare [ 1, 2, 3; 4, 5, 6; 7, 8, 9]*[x; y; z]=[0; 0; 0] è possibile? Sono possibili solo se il rango della matrice completa è maggiore del numero di incognite del sistema. E' possibile solo se il rango della matrice completa è maggiore di quello della matrice dei coefficienti. E' possibile solo se il rango della matrice dei coefficienti è maggiore di quello della matrice completa. E' sempre possibile.
Quale forma deve assumere il sistema lineare affinchè esso risulti impossibile? Tutte le equazioni del sistema devono assumere la forma 0=1. Tutte le equazioni del sistema devono assumere la forma 0=0. Basta che una delle equazioni del sistema assuma la forma 0=0. Basta che una delle equazioni del sistema assuma la forma 0=1.
Che tipo di matrice dei coefficienti otteniamo alla fine dei passi del metodo di eliminazione di Gauss? Una matrice identità. Una matrice dei coefficienti triangolare inferiore. Una matrice dei coefficienti triangolare superiore. Una matrice trasposta a quella di partenza.
Qual è la condizione da rispettare per ottenere una ed una sola soluzione con il metodo di eliminazione di Gauss? Determinante della matrice completa diverso da zero. Determinante della matrice dei coefficienti uguale a zero. Determinante della matrice dei coefficienti diverso da zero. Determinante della matrice completa uguale a zero.
Qual è l'operazione equivalente in forma matriciale al cambio dell'ordine delle incognite di un sistema lineare? Cambiare l'ordine delle colonne della matrice completa. Cambiare l'ordine delle righe della matrice dei coefficienti. Cambiare l'ordine delle righe della matrice completa. Cambiare l'ordine delle colonne della matrice dei coefficienti.
Il metodo di eliminazione delle incognite su quale principio si basa? Principio di sostituzione. Principio di riduzione. Principio di eliminazione. Principio di induzione.
Dopo aver terminato i passi del Metodo di eliminazione Gauss, quale operazione va eseguita per ricavare il valore delle incognite? Sostituzione all'indietro. Eliminazione all'indietro. Sostituzione in avanti. Eliminazione in avanti.
Quale principio afferma che:"Se ad una equazione del sistema si sostituisce quella che si ottiene sommando ad essa membro a membro un’altra equazione del sistema eventualmente dopo averne moltiplicato entrambi i membri per una stessa costante non nulla, si ottiene un sistema equivalente a quello di partenza"? Principio di riduzione. Principio di sostituzione all'indietro. Principio di eliminazione in avanti. Principio di induzione.
Per il secondo teorema di Gerschgorin, se ho determinato cinque cerchi e l'unione di tre cerchi (M1) è disgiunta dall'unione del quarto e quinto rimasti (M2), quanti autovalori appartengono all'unione denominata M1? Uno. cinque due tre.
Come si determinano i raggi dei cerchi di Gerschgorin? Somma degli elementi nella diagonale principale della matrice di partenza. Prodotto degli elementi nella diagonale principale della matrice di partenza. Somma dei valori assoluti degli elementi extra-diagonale nella stessa riga della matrice di partenza. Prodotto dei valori assoluti degli elementi extra-diagonale nella stessa riga della matrice di partenza.
Come si determinano i centri dei cerchi di Gerschgorin? somma dei valori assoluti degli elementi extra-diagonale nella stessa riga della matrice di partenza. somma degli elementi nella diagonale principale della matrice di partenza. Prodotto degli elementi nella diagonale principale della matrice di partenza. Sono gli elementi sulla diagonale principale della matrice di partenza.
In cosa consiste la localizzazione degli autovalori (cerchi di Gerschgorin)? E’ un metodo numerico per individuare le zone di piano in cui si trovano gli autovalori. E’ un metodo numerico per individuare le zone di piano in cui si trovano gli autovalori dominanti. E’ un metodo numerico per determinare il valore dell’autovalore dominante. E’ un metodo numerico per determinare il valore di tutti gli autovalori della matrice di partenza.
Per il secondo teorema di Gerschgorin, se ho determinato cinque cerchi e l'unione di tre cerchi (M1) è disgiunta dall'unione del quarto e quinto rimasti (M2), quanti autovalori appartengono all'unione denominata M2? Uno Tre Due Cinque.
Report abuse Terms of use
HOME
CREATE TEST
COMMENTS
STADISTICS
RECORDS
Author's Tests