option
Questions
ayuda
daypo
search.php
ERASED TEST, YOU MAY BE INTERESTED ON Chimica degli alimenti lez. da 28 a 39 (incluse)
COMMENTS STATISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
Chimica degli alimenti lez. da 28 a 39 (incluse)

Description:
eCampus - D. Cautela

Author:
AVATAR
StepCrb
Other tests from this author

Creation Date: 10/06/2024

Category: Others

Number of questions: 124
Share the Test:
New CommentNuevo Comentario
No comments about this test.
Content:
Quali monosaccaridi sono ottenuti dall'idrolisi del lattosio due molecole di D-glucosio due molecole di D-fruttosio D-glucosio e D-galattosio D-glucosio e D-fruttosio.
Quali monosaccaridi sono ottenuti dall'idrolisi del maltosio D-glucosio e D-galattosio D-glucosio e D-fruttosio due molecole di D-fruttosio due molecole di D-glucosio.
Quali monosaccaridi sono ottenuti dall'idrolisi del saccarosio due molecole di D-glucosio D-glucosio e D-fruttosio due molecole di D-fruttosio D-glucosio e D-galattosio.
il lattosio non dà mutarotazione ed è riducente dà mutarotazione ed è riducente non dà mutarotazione e non è riducente dà mutarotazione e non è riducente.
Per idrolisi del lattosio si formano quantità equimolari di D-galattosio e di D-mannosio. si formano quantità equimolari di D-galattosio e di D-glucosio. si formano quantità equimolari di D-galattosio e di D-fruttosio. si formano quantità equimolari di D-fruttosio e di D-glucosio.
Il cellobiosio è un disaccaride che si ottiene per idrolisi parziale della cellulosa. Per ulteriore idrolisi del maltosio si ottiene d-glucosio come unico prodotto Per idrolisi si ottiene d-mannosio e d-glucosio è un disaccaride che si ottiene per idrolisi parziale dell'amido. Per ulteriore idrolisi si ottiene d-glucosio come unico prodotto Per idrolisi si ottiene d-mannosio come unico prodotto.
Il Maltosio non dà mutarotazione ed è riducente dà mutarotazione ed è riducente non dà mutarotazione e non è riducente dà mutarotazione e non è riducente.
Quale dei seguenti composti non è un disaccaride? cellobioso maltoso trealosio raffinosio.
Il Maltosio Per idrolisi si ottiene d-mannosio come unico prodotto è un disaccaride che si ottiene per idrolisi parziale dell'amido. Per ulteriore idrolisi si ottiene d-glucosio come unico prodotto è un disaccaride che si ottiene per idrolisi parziale della cellulosa. Per ulteriore idrolisi del maltosio si ottiene d-glucosio come unico prodotto Per idrolisi si ottiene d-mannosio e d-glucosio.
Quale tra i seguenti zuccheri è un trisaccaride? Isomaltosio Cellobiosio Raffinosio Arabinosio.
Quale dei seguenti legami glicosidici si trova nel maltosio? Galattosio (β1 - 4) Glucosio Glucosio (β1 - 4) Glucosio αGlucosio (α-1 - 2β) Fruttosio Glucosio (α1 - 4) Glucosio.
L'amilopectina è una catena lineare di D-Glucosio unite da un legame glicosidico α(1→4) e ramificazioni originate da legami glicosidici α(1→6) ha ramificazioni originate da legami glicosidici β(1→4) e catene lineare caratterizzate da legami glicosidici α(1→6) è una catena lineare di D-Glucosio unite da un legame glicosidico β(1→4) è una catena lineare di D-Glucosio unite da un legame glicosidico α(1→4).
Per azione della beta-amilasi su una catena di amido si ottengono: Unità di saccarosio Unità di beta-fruttoso Glucoso libero Unità di maltoso.
Quale delle seguenti affermazioni descrive meglio la differenza tra amilosio e amilopectina? L'amilosio è composto da migliaia di unità di D-glucosio mentre l'amilopectina è composta da migliaia di unità di D-galattosio L'amilosio contiene un legame α-1,6-glicosidico che l'amilopectina non contiene L'amilosio è un polisaccaride ramificato mentre l'amilopectina è un polisaccaride a catena lineare L'amilosio è un polisaccaride a catena lineare mentre l'amilopectina è un polisaccaride ramificato.
Uno zucchero riducente non reagirà con il test di Fehling sarà sempre un chetone reagirà con il test di Fehling avrà meno calorie.
Quale delle seguenti affermazioni descrive meglio il significato di "Mutarotazione"? un lento cambiamento nella rotazione ottica per raggiungere un valore di equilibrio un rapido scambio tra le forme α e β degli zuccheri diastereomerici un lento scambio tra idrogeno e idrogeno deuterato un rapido scambio tra le forme D e L.
Quali sono gli scopi dell'amido e della cellulosa nelle piante? sono entrambe componenti strutturali della parete cellulare della pianta. sono entrambe componenti di riserva energatica della pianta. L'amido è la forma di accumulo di glucosio (energia) nelle piante, mentre la cellulosa è un componente strutturale della parete cellulare della pianta. La cellulosa è la forma di accumulo di glucosio (energia) nelle piante, mentre l'amido è un componente strutturale della parete cellulare della pianta.
Quale tra i seguenti carboidrati è un eteropolisaccaride? Amilosio Pectine Inulina Cellulosa.
Quali monosaccaride si ottenute dall'idrolisi dell'amido D-mannosio D-fruttosio D-galattosio D-glucosio.
Il composto in figura è? una catena lineare di amilosio: Catena lineare di D-glucosio unite da un legame glicosidico α(1→4) una catena lineare di amilopectina: Catena lineare di D-glucosio unite da un legame glicosidico β(1→4) una catena di amilopectina: Catena lineare di D-glucosio unite da un legame glicosidico β(1→4) e ramificazioni β(1→6) una catena lineare di amilosio: Catena lineare di D-glucosio unite da un legame glicosidico α(1→6).
La seguente reazione descrive: Il primo stadio della reazione di caramellizzazione: la formazione di α-dicarbonili la formazione della base di Shiff che è in equilibrio con l' isomero di mutarotazione (aldosilammina) (Il primo stadio della reazione di Maillard) la formazione del prodotto di Amadori chiamato "aldosilammina ciclica" il primo intermedio del riarrangiamento di Heyns.
La definizione di Amido Resistente include gli alginati le ciclodestine beta ma non quelle gamma tutte le maltodestine la parte di amido che sfugge alla digestione nell'intestino tenue.
Quando viene consumata, la fibra alimentare solubile viene idrolizzata da enzimi__________ nella bocca nell' intestino stomaco prodotti da batteri nel colon nello stomaco.
Le somiglianze e le differenze tra amilosio e cellulosa sono: L'amilosio è un polimero lineare di unità di glucosio la cellulosa è un polimero ramificato di unità di glucosio. I collegamenti glicosidici tra le unità di glucosio differiscono. I legami in amilosio sono legami α-1,6-glicosidici, mentre i legami in cellulosa sono legami β-1,4-glicosidici. L'amilosio e la cellulosa sono entrambi polimeri lineari di unità di glucosio, ma i collegamenti glicosidici tra le unità di glucosio differiscono. I legami in amilosio sono legami α-1,4-glicosidici, mentre i legami in cellulosa sono legami β-1,4-glicosidici. L'amilosio è un polimero lineare di unità di glucosio la cellulosa è un polimero ramificato di unità di glucosio. I collegamenti glicosidici tra le unità di glucosio differiscono. I legami in amilosio sono legami β-1,4 glicosidici, mentre i legami in cellulosa sono legami α-1,6-glicosidici. L'amilosio e la cellulosa sono entrambi polimeri ramificari di unità di glucosio. I collegamenti glicosidici tra le unità di glucosio differiscono. I legami in amilosio sono legami α-1,4 glicosidici, mentre i legami in cellulosa sono legami α-1,6-glicosidici.
L'apparato digerente umano è privo dell'enzima per l'idrolisi dei legami... β-glicosidici e β-galattosidici β-glicosidici alfa-galattosidici α-glicosidici.
Quale dei seguenti si riferisce all'aggiunta di microrganismi alla dieta per fornire benefici per la salute oltre il valore nutritivo di base? Probiotico Coadiuvanti Antibiotici Prebiotici.
La fermentazione lattica: produce acido lattico con un rendimento energetico basso produce acido lattico con un rendimento energetico alto produce acqua e ossigeno avviene nelle cellule eucariote in presenza di eccessive quantità di ossigeno.
Che tipo di sostanza potrebbe formarsi come prodotto quando un polisaccaride (come ad esempio l'amido) viene sottoposto a idrolisi catalizzata da enzimi ? CH3OH C6H12O6 CH2OHCHOHCH2OH CO2.
La fermentazione è: sinonimo di respirazione aerobica un processo di demolizione incompleta degli zuccheri, in assenza di ossigeno, presente solo nei batteri l'incompleta demolizione delle molecole di sostanze nutritizie, specialmente zuccheri, in assenza di ossigeno un processo che avviene solo nelle piante.
La caramellizzazione è la un complesso di reazioni di imbrunimento enzimatico degli zuccheri è la un complesso di reazioni a carico di zuccheri in presenza di proteine e gruppi amminici è la un complesso di reazioni di imbrunimento non enzimatico degli zuccheri che produce composti aromatici e composti ad alto peso molecolare di colore marrone una serie complessa di fenomeni che avviene in seguito all'interazione tra un gruppo carbonilico e gruppi amminici liberi in processi che prevedono l'impiego di temperature elevate e in condizioni di bassa attività dell'acqua (aw).
La caramellizzazione dello zucchero è definita come la produzione di aromi caratteristici e dI pigmenti marroni dagli zuccheri mediante l'applicazione di calore in presenza di composti amminici. è la un complesso di reazioni di imbrunimento enzimatico degli zuccheri una serie complessa di fenomeni che avviene in seguito all'interazione tra un gruppo carbonilico e gruppi amminici liberi in processi che prevedono l'impiego di temperature elevate e in condizioni di bassa attività dell'acqua (aw). la produzione di aromi caratteristici e dI pigmenti marroni dagli zuccheri mediante l'applicazione di calore in assenza di composti amminici.
Quante solo le classi riconosciute di caramello di caramello 2 4 1 3.
Nella reazione di Caramellizzazione, le dianidridi del fruttosio sono Anidridi dimeriche che si originano per disidratazione e frammentazione del saccarosio sono Anidridi dimeriche che si originano per disidratazione e frammentazione del glucosio sono Anidridi dimeriche che si originano per disidratazione e frammentazione del maltosio sono Anidridi dimeriche che si originano per disidratazione dello ione fruttosile.
Nella fermentazione, lievito o batteri convertono quale macronutriente in anidride carbonica e alcol? Proteine lipidi Carboidrati Acqua.
I prodotti di Amadori e di Heyns si ottengono per idrolisi dell'amido sono intermedi precoci nella sequenza di reazione di imbrunimento di Maillard sono i prodotti finali della reazione di imbrunimento di Maillard sono molto stabili.
L'HMF (idrossimetilfurfurolo) è... un prodotto intermedio dell'irrancidimento ossidativo un prodotto intermedio della Reazione di Maillard un prodotto intermedio della putrefazione un prodotto intermedio della fermatazione aceton-butilica.
La pirolisi degli zuccheri con formazione di HMF (idrossimetilfurfurolo) e successiva polimerizzazione è definita anche... reazione di Maillard imbrunimento da acido ascorbico imbrunimento enzimatico caramellizzazione degli zuccheri.
Per Reazione di Maillard si intende una serie complessa di fenomeni che avviene esponendo monosaccaridi puri a temperature elevate e in condizioni di bassa attività dell'acqua (aw). una serie complessa di fenomeni che avviene in seguito all'interazione tra un gruppo carbonilico e gruppi amminici liberi in processi che prevedono l'impiego di temperature elevate e in condizioni di bassa attività dell'acqua (aw). una serie complessa di fenomeni che avviene in seguito all'interazione tra un gruppo carbonilico e gruppi amminici liberi in processi che prevedono l'impiego di temperature elevate una serie complessa di fenomeni ossidativi che avviene in seguito all'impiego di temperature elevate e in condizioni di bassa attività dell'acqua (aw).
Reazione di Maillard è una reazione di ossidazione a catalisi non enzimatica è una reazione di ossidazione a catalisi enzimatica è una reazione di imbrunimento non enzimatico è una reazione di imbrunimento enzimatico.
Le melanoidine sono i prodotti bruni di ossidazione dei monosaccaridi sono i prodotti bruni di ossidazione dei polisaccaridi sono i prodotti bruni della reazione di Maillard sono i prodotti bruni della reazione di caramellizzazione.
Le caseine del latte vaccino sono proteine termolabili sono fosfoproteine caratterizzate da un basso contenuto di prolina ed elevato contenuto di fosfoserina sono solubili in ambiente acido sono fosfoproteine caratterizzate da un elevato contenuto di prolina e fosfoserina.
La lisina è carente nelle proteine dei cereali e di altri vegetali è carente nelle proteine del latte è presente in alte concentrazioni nelle proteine dei cereali è presente in alte concentrazioni nelle proteine dei vegetali a foglia larga.
una base di Schiff è un complesso stabile è una ammina è un sale è una immina.
La seguente reazione descrive: Il riarrangiamento di Heinz di un immina ciclica La formazione di una base di schiff di un aldoso Il riarrangiamento di Amadori di una aldoimmina La formazione di una base di Schiff di un chetoso.
Considerando la natura del gruppo R, quale dei seguenti amminoacidi è maggiormente coinvolto nella reazione di Maillard? Lisina Serina Metionina Acido glutammico.
Quale delle seguenti è / sono la modalità di inbruimrnto non enzimatico negli alimenti? Ossidazione dell'acido ascorbico Reazione di Maillard tutte le risposte elencate Caramellizzazione.
La Base Schiff è un intermedio di reazione formato durante: La reazione di imbrunimento enzimatico Ossidazione dell'acido ascorbico La Caramellizzazione La Reazione di Maillard.
Il riarrangiamento di Amadori si trova durante: La Biosintesi delle proteine La fotossidazione di un acido grasso polinsaturo La fermentazione malo-lattica La Reazione di Maillard.
L'amminoacido riportato in figura è? asparagina metionina prolina triptofano.
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? valina istidina treonina leucina.
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? asparagina lisina alanina arginina.
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? asparagina tirosina triptofano alanina.
l'amminoacido riportato in figura è? lisina treonina asparagina glutammina.
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? acido aspartico valina tirosina acido glutammico.
Quale tra questi cibi è più ricco in amminoacidi essenziali? Avena Uova Riso Lenticchie.
Quale è la formula di struttura del triptofano? Figura A Figura B Figura C Figura D.
L'amminoacido riportato in figura è? triptofano fenilalanina alanina prolina.
Quale dei seguenti amminoacidi appartiene al gruppo degli amminoacidi polari con R alifatico? Isoleucina Acido Glutammico glutammina Metionina.
Quale dei seguenti amminoacidi non è essenziale? Fenilalanina prolina Metionina Isoleucina.
La fenilalanina è un amminoacido con gruppo R... carico negativamente polare alifatico apolare aromatico carico positivamente.
Quale delle seguenti affermazioni relative al punto isoelettrico di un amminoacido è FALSA? Il pI è un particolare pH al quale l'amminoacido si trova sotto forma di ione dipolare Ogni amminoacido ha un suo particolare pI Il pI corrisponde a un pH che va da 6,5 a 7,5 Al pI l'amminoacido ha carica complessiva pari a 0.
quale è la formula di struttura dell'asparagina? Figura A Figura B Figura C Figura D.
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? glutammina isoleucina triptofano prolina.
quale è la forma predominante della Lisina a pH 2? Figura A (H3N+, NH3+, O, O-) Figura B (H3N+, NH3+, O, OH) Figura C (H2N, NH2, O, OH) Figura D (H3N+, NH2, O, OH).
Come si chiama l'amminoacido riportato in figura? alanina valina leucina prolina.
Quale aminoacido, tra quelli sottoelencati, non è considerato essenziale? Valina Glicina Triptofano Treonina.
come si chiama l'amminoacido riportato in figura? acido glutammico istidina glutammina asparagina.
Quali di questi amminoacidi NON E' otticamente attivo? Glicina Cisteina Arginina Lisina.
Quale delle seguenti definizioni descrive la catena laterale per l'Alanina? idrogeno gruppo isopropile gruppo metile gruppo etile.
La sindrome del ristorante cinese può essere causata da un errore congenito del metabolismo di quale aminoacido? cistina valina tirosina acido glutammico.
Per il bambino gli aminoacidi essenziali sono: 7 10 8 15.
E' presente una catena ramificata in: Tutti gli aminoacidi indicati Valina Leucina Isoleucina.
Quale di questi aminoacidi è diaminomonocarbossilico? Asparagina Acido glutammico Lisina Valina.
Tra i seguenti amminoacidi, indicare quale è l'aminoacido essenziale per l'uomo presente in minor quantità nelle proteine del frumento: Valina Lisina Metionina Acido glutammico.
come si chiama l'amminoacido riportato in figura? fenilalanina valina treonina cisteina.
Quale è la forma predominante della Prolina a pH 1? Figura A (HN, O-, O) Figura B (N-, O-, O) Figura C (H2N+, O-, O) Figura D (H2N+, OH, O).
come si chiama l'amminoacido riportato in figura? istidina acido aspartico asparagina valina.
come si chiama l'amminoacido riportato in figura? valina prolina acido aspartico asparagina.
Gli amminoacidi essenziali sono? Arg; Val; Met; Leu; Gly; Glu, Trp e Gln Arg; Val; Met; Leu, Ile; His, Phe; Trp; Lys, e Thr Arg; Val; Met; Leu, Ile; His, Phe; Trp; Lys, Thr; Pro; Gly; Glu e Gln Lys, Thr; Pro; Gly; Glu e Gln.
A pH 11, quale è la formula di struttura predominante della Isoleucina è? Figura A (NH3+, O, OH2+) Figura B (NH2, O, OH) Figura C (NH2, O, O-) Figura D (NH3+, O, OH).
Quale è la formula predominante della Lisina a pH 11? Figura A (H2N, NH2, O, OH) Figura B (H3N+, NH2, O, O-) Figura C (H2N, NH2, O, O-) Figura D (H3N+, NH3+, O, O-).
Le PROTEINE COMPLETE non contengono amminoacidi essenziali non contengono amminoacidi essenziali sono solo le proteine di orgine vegetali sono carenti di solo un aminoacido essenziale.
I polipeptidi sono costituiti da: Tre molecole di trigliceridi Sfingosina, acido grasso e un monosaccaride Un numero limitato di aminoacidi Un numero limitato di glucidi.
La DIGERIBILITÀ di una proteina Indica la qualità d'azoto introdotto con una determinata proteina e che è stato trattenuto per il mantenimento e per l'accrescimento è un indice chimico che si misura come il rapporto tra la quantità di azoto proteico assorbito e la quantità d'azoto proteico ingerito, corretta per le perdite metaboliche dell'azoto con le feci è un indice chimico che si misura come il rapporto tra l'azoto ingerito e quello trattenuto E' dato dal rapporto tra la quantità di un dato aminoacido in un grammo della proteina in esame e la quantità dello stesso aminoacido in un grammo di una proteina biologica di riferimento.
l' INDICE PROTEICO CHIMICO è un indice chimico che si misura come il rapporto tra la quantità di azoto proteico assorbito e la quantità d'azoto proteico ingerito, corretta per le perdite metaboliche dell'azoto con le feci Indica la qualità d'azoto introdotto con una determinata proteina e che è stato trattenuto per il mantenimento e per l'accrescimento è un indice chimico che si misura come il rapporto tra l'azoto ingerito e quello trattenuto E' dato dal rapporto tra la quantità di un dato aminoacido in un grammo della proteina in esame e la quantità dello stesso aminoacido in un grammo di una proteina biologica di riferimento.
Il VALORE BIOLOGICO di una Proteina Indica la qualità d'azoto introdotto con una determinata proteina e che è stato trattenuto per il mantenimento e per l'accrescimento E' dato dal rapporto tra la quantità di un dato aminoacido in un grammo della proteina in esame e la quantità dello stesso aminoacido in un grammo di una proteina biologica di riferimento è un indice chimico che si misura come il rapporto tra la quantità di azoto proteico assorbito e la quantità d'azoto proteico ingerito, corretta per le perdite metaboliche dell'azoto con le feci è un indice chimico che si misura come il rapporto tra l'azoto ingerito e quello trattenuto.
L'UTILIZZAZIONE PROTEICA NETTA è un indice chimico che si misura come il rapporto tra l'azoto ingerito e quello trattenuto è un indice chimico che si misura come il rapporto tra la quantità di azoto proteico assorbito e la quantità d'azoto proteico ingerito, corretta per le perdite metaboliche dell'azoto con le feci Indica la qualità d'azoto introdotto con una determinata proteina e che è stato trattenuto per il mantenimento e per l'accrescimento E' dato dal rapporto tra la quantità di un dato aminoacido in un grammo della proteina in esame e la quantità dello stesso aminoacido in un grammo di una proteina biologica di riferimento.
Quali sono i nomi abbreviati dei due amminoacidi cerchiati nel seguente peptide? Phe e Tyr Lys e Tyr Arg e Phe Met e Pro.
Il valore nutrizionale di una proteina corrisponde al rapporto %le tra amminoacidi ramificati e amminoacidi basici al contenuto medio in aminoacidi idrofobici rapportato a quelli polari al rapporto %le tra amminoacidi ramificati e amminoacidi basici alla sua capacità di soddisfare le esigenze fisiologiche dell'organismo.
il legame peptidico è un legame che NON presenta un parziale carattere di doppio legame tra carbonio ed azoto è un legame non planare è un legame rigido e planare è un legame non planare.
Le proteine fibrose sono generalmente di origine animale e hanno funzione meccanica sono solamente di origine vegetale non hanno funzione meccanica non hanno funzione meccanica.
il legame peptidico è un legame ionico che si stabilisce tra due gruppo amminico ed il gruppo carbossilico di due amminoacidi adiacenti è un legame carboamidico (covalente) che si stabilisce tra il gruppo amminico ed il gruppo carbossilico di due amminoacidi adiacenti è un legame estereo che si stabilisce tra il gruppo amminico ed il gruppo carbossilico di due amminoacidi adiacenti è un legame non covalente che si stabilisce tra due gruppo amminico ed il gruppo carbossilico di due amminoacidi adiacenti.
gli oligopeptidi polimeri contenenti fino a 10 unità di amminoacidi polimeri contenenti fino a 100 unità di amminoacidi polimeri contenenti fino a 2 unità di amminoacidi polimeri contenenti fino a 3 unità di amminoacidi.
PROTEINE INCOMPLETE contengono tutti gli aminoacidi essenziali nelle giuste proporzioni sono tutte le proteine di orgine animale che mancano di uno o più aminoacidi essenziali oppure li contengono in quantità inadeguata sono proteine ottenute per idrolisi Proteine Complete.
Una soluzione acquosa di glicina è neutra a causa della formazione di: carbanione ioni protossido radicali liberi zwitterone.
La DENATURAZIONE di una proteina è definita come il processo di folding proteico ogni modifica della struttura secondaria, terziaria e/o quaternaria delle proteine, che non implichi la rottura dei legami peptidici, in cui cioè rimanga integra la struttura primaria la rottura dei legami peptidici di una proteina la modifica della sola struttura quaternaria delle proteine.
Nei trattamenti termici, le proteine partecipano alla reazione di Maillard non si denaturano partecipano alla reazione di Maillard solo dopo idrolisi del legame peptidico non partecipano alla reazione di Maillard.
Nei trattamenti termici, la Formazione di legami isopeptidici tra proteine determina un aumento della digeribilità delle proteine determina generalmente un incremento della lisina biodisponibile è generalmente ininfluente sulla biodisponibilità della lisina determina generalmente una riduzione della lisina biodisponibile.
tra le Proprietà funzionali delle proteine , le Proprietà di superficie dipendono esclusivamente dagli amminoacidi carichi esposti sulla superficie della proteina allo stato nativo consentono di stabilizzare schiume ed emulsioni attraverso la costituzione di uno strato molecolare resistente ed elastico che si oppone alla rottura delle bolle d'aria nelle schiume consentono la formazione di gel stabili mediante la formazione di ponti disolfuro non hanno interesse nella stabilizzazione di schiume ed emulsioni.
Uno zwitterione è un carboidrato con una carica elettrica un composto che può ionizzare sia come base che come acido uno ione che in soluzione è caricato positivamente uno ione caricato negativamente in soluzione.
Quale dei seguenti amminoacidi ha un gruppo R eterociclico? Glicina Treonina Acido aspartico Prolina.
Quale delle seguenti strutture proteiche viene distrutta dalla "denaturazione"? strutture terziarie e quaternarie strutture secondarie, terziarie e quaternarie strutture secondarie e terziarie strutture primarie e secondarie.
Quali dei seguenti agenti sono in grado di denaturare le proteine? pH estremo calore solventi organici tutti gli agenti elencati.
Quale delle seguenti affermazioni è / sono corrette? Le proteine parzialmente denaturate sono più digeribili Le proteine parzialmente denaturate hanno migliori proprietà schiumogene Tutte le risposte sono corrette Le proteine parzialmente denaturate hanno una migliore proprietà emulsionante.
Il metodo Kjeldahl quantifica il contenuto proteico di un alimento è dal suo tenore in azoto quantifica il contenuto amminoacidico di un alimento è un metodo spettrofotometrico di quantificazione proteica degli alimenti Quantifica solo il contenuto non proteico di un alimento.
il contenuto di azoto medio nelle proteine è 6% 25% 10% 16%.
Quante e quali provitamine si conoscono? Una per ciascuna vitamina Per tutte le vitamine liposolubili Due: provit.A e provit. D Per tutte le vitamine idroosolubili.
Con il termine Vitamina A si identificano solo l'isomero trans del retinolo diversi composti detti retinoidi gli isomeri del retinale tutti i carotenoidi.
Beta-carotene si trova natualmente nelle arance e nei vegetali di colore giallo o arancione. Nell'uomo può essere convertito in vitamina A come mostrato dallo schema seguente. Che tipo di informazioni si possono trarre da questo schema? Dal Beta-carotene si ottiene 1 molecola di retinolo ed 1 molecola di retinale. Il retinale è un aldeide, mentre il retinolo è un alcol tutti tre composti sono classificati come idrocarburi saturi. tutti e tre i composti sono altamente solubile in acqua.
Il seguente composto è? Il retinale (all trans) (all-(E)-retinale) il retinono (all cis) (all-(Z)-retinolo) il retinale (all cis) (all-(Z)-retinale) Il retinolo (all trans) (all-(E)-retinolo).
La seguente formula di struttura descrive? La struttura base dei caroteonidi La struttura base degli stroli La struttura base dei tocoferoli La struttura base della vitamina B12.
Quale composto è rappresentato in figura? all-trans-retinolo beta-carotene all-trans-retinale alfa-carotene.
I tocoferoli sono tutti idrosolubili non hanno attività antiossidante hanno attività vitaminica (costituiscono il gruppo della vitamina E) e sono antiossidanti hanno azione chelante nei confronti di ioni divalenti.
I carotenoidi hanno attività antiossidante e provitaminica solo azione antiossidante solo azione provitaminica azione chelante nei confronti di ioni divalenti.
Quale delle seguenti affermazioni circa le vitamine è corretta? La Vitamina D può essere immagazzinata nei tessuti adiposi del corpo Vitamina D3 è solubile in acqua a causa della presenza del gruppo idrossile. La vitamina D è essenziale nella dieta umana in quanto non può essere prodotto dal corpo La Vitamina D2 e la vitamina D3 sono isomeri strutturali.
La vitamina D e la vitamina K sono unicamente di origine alimentare La D è di origine unicamente alimentare e la K può derivare anche da fonti non alimentari La K è di origine unicamente alimentare e la D può derivare anche da fonti non alimentari sono apportate anche da fonti non alimentari.
La vitamina A e la vitamina E sono di origine alimentare sono apportate anche da fonti non alimentari sono apportate anche da fonti non alimentari La A è di origine alimentare e la E può derivare anche da fonti non alimentari sono unicamente di origine alimentare.
La carenza di vitamina D nell'infanzia provoca principalmente rachitismo Nessuna delle altre risposte è corretta sordità permanente scorbuto.
Quale degli alimenti elencati contiene dosi consistenti di Vitamina D Pane fresco Olio di oliva Olio di fegato di merluzzo Nessuna delle altre risposte è corretta.
In quale dei seguenti alimenti è maggiormente presente il retinolo? latte mele zucchero lattuga.
La vit. D aumenta l'assorbimento del: acido folico vit.B12 ferro calcio.
Perchè alcune vitamine liposolubili danno fenomeni di tossicità da iperdosaggio? Restano catturate all'interno delle lipoproteine Per la loro natura lipofila che le fa accumulare nei depositi adiposi Formano aggregati stabili con le proteine Non vengono eliminate dal rene.
quale affermazione è ERRATA riguardo all'acido ascorbico possiede attività antiossidante È un forte agente riducente Può essere sintetizzato nel corpo è coinvolta nell'idrossilazione dei residui di prolina e lisina del collagene.
Il seguente composto è? L'acido retinoico Il retinolo la retin-aldeide Il retinale.
Report abuse