Questions
ayuda
option
My Daypo

ERASED TEST, YOU MAY BE INTERESTED ONPEDAGOGIA DIDATTICA DELL'INCLUSIONE

COMMENTS STATISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
PEDAGOGIA DIDATTICA DELL'INCLUSIONE

Description:
ecampus

Author:
AVATAR

Creation Date:
03/03/2024

Category:
Others

Number of questions: 21
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
In quale anno è stato è stato pubblicato l’Index per l’inclusione 2020 2010 2000 1990.
Da chi è stato pubblicato l'Index per L'inclusione dal centro linguistico d'Ateneo dal Centre for Studies on Inclusive Education in Gran Bretagna dal Centro Montessori dagli USR.
A cosa ci riferiamo se affermiamo: è il documento nel quale vegono descritti gli interventi integrati ed equilibrati tra loro, prdisposti per l'alunno con disabilità, per un determinato periodo di tempo, ai fini della realizzazione del diritto all'educazione e all'istruzione, di cui ai primi quattro commi dell'art 12 della legge 104/92 (D.P.R. 24/02/1994 art 5) PEI DPR PDP PTOF.
Approccio neuromotorio ai Disturbi Specifi ci di Apprendimento disturbo oculare disprassia sequenziale disturbo del tatto disturbo logico.
Vari autori hanno invece contribuito ad evidenziare come i fenomeni complessi, soprattutto nel campo dell'Educational, necessitino di uno sguardo plurimo non lineare, di un approccio allargato, inter e transdisciplinare, maggiormente rappresentativo della varietà e dell'imprevedibilità delle dinamiche e degli esiti evolutivi ed educativi Bruner 2019 Gardner e Winnicott 2021 Damiani, Gomez Paloma, 2020; Canevaro, 2013 nessuna risposta è corretta.
In particolare esperienze di sintonizzazione affettiva generano uno stato di risonanza e di unione con l'altro che permette al bambino di sentirsi solo ammirato sentirsi toccato sentirsi sentito sentirsi visto.
A chi ci riferiamo se afferiamo: L'organizzazione dei circuiti neurali relativi alla stimolazione affettiva e all'auto-regolazione, nonché la loro capacità di attivarsi in risposta agli stimoli Goleman Boscehtti Alberti Schore, 2000; Siegel, Bryson, 2020) solo a Piaget.
Quale autore considera l'attaccamento comeo una delle aree più importanti dello sviluppo infantile Piaget Bruner Dixon Montessori.
A quale autorie ci riferiamo con l'approccio psicologico della Embodied Cognition Borghi Giaconi Montessori Rosati.
Dal modello «logico globale» all'approccio neurologico nei processi similari nei processi modulari solo nei DSA nessuna risposta è corretta.
Il modello logico del funzionamento motorio è stato elaborato da Jeannerod Bruner Rosati Piaget.
Nell'articolo gli autori sottolineano il fatto che la dislessia-disgrafi a-discalculia siano un Disturbo tendenzialmente integrato, qualitativo e parzialmente pervasivo solamente pervasivo solo quantitativo assolutamente non pervasivo.
a chi associamo la Teoria dei tre blocchi Bandura Lurija Mencarelli Piaget.
Le modalità di esercizio del diritto di cui al comma 1 sono determinate dai contratti collettivi nazionali di lavoro dei comparti interessati e non devono comportare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. determinano nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. nessuna risposta è corretta possono comportare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.
Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche, a valere sulle risorse specifiche e disponibili a legislazione vigente iscritte nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, garantiscono: l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata, con forme efficaci e flessibili di lavoro nessuna risposta è corretta l'uso di una didattica individualizzata, con forme efficaci e flessibili di lavoro scolastico che tengano conto anche di caratteristiche peculiari dei soggetti, quali il bilinguismo, adottando un solo tipo metodologia e una strategia educativa; una procedura univoca di didattica non personalizzata.
Con l'acronimo DSA si intende diagnosi sincrona asintomatica disturbo specifico di apprendimento disturbo della lettura aspecifico nessuna risposta è corretta.
I familiari fino al primo grado di studenti del primo ciclo dell'istruzione con DSA impegnati nell'assistenza alle attività scolastiche a casa hanno diritto di usufruire di orari di lavoro flessibili. no si dipende dal territorio di appartenenza dipende dal lavoro.
Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a: fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione, ma non nella secondaria di secondo grado fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari. nessuna risposta è corretta fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e non negli studi universitari.
LEGGE 8 ottobre 2010 , n. 170: Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito militare nuove norme riferite esclusivamente ai dirigenti scolastici Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. nessuna risposta è corretta.
Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche, a valere sulle risorse specifiche e disponibili a legislazione vigente iscritte nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, garantiscono: entrambe le risposte sono corrette nessuna risposta è corretta l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, ma ascluso eventuale didattica individualizzata l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere;.
Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche, a valere sulle risorse specifiche e disponibili a legislazione vigente iscritte nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, garantiscono: per l'insegnamento delle lingue, l'uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento, prevedendo anche, ove risulti inutile, la possibilità dell'esonero. l'esclusione di tecnologie informatiche a sostegno nessuna risposta è corretta per l'insegnamento delle lingue straniere, l'uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento, prevedendo anche, ove risulti utile, la possibilità dell'esonero.
Report abuse Consent Terms of use