option
Questions
ayuda
daypo
search.php
ERASED TEST, YOU MAY BE INTERESTED ON Psicologia dello sviluppo tipico e atipico
COMMENTS STATISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
Psicologia dello sviluppo tipico e atipico

Description:
lezione 25-50

Author:
Me
Other tests from this author


Creation Date:
20/01/2024

Category: Others

Number of questions: 105
Share the Test:
New CommentNuevo Comentario
No comments about this test.
Content:
Rispetto alle coliche ideopatiche segnare la risposta falsa nessuna risposta è falsa, sono tutte corrette è una patologia della sfera digestiva il bambino resta tranquillo per la maggior parte della giornata, poi nel tardo pomeriggio o nel corso della sera dopo il pasto, con lo svolgersi della digestione, iniziano le coliche si manifestano durante i primi otto mesi di vita del bambino.
Tra i disagi che i bambini esprimono attraverso il corpo troviamo le patologie solo della sfera respiratoria e cutanee solo della sfera digestiva e cutanee della sfera digestiva, respiratoria e cutanee solo della sfera digestiva e respiratoria.
Tra le patologie della sfera digestiva non troviamo rettocolite ulcero-emorragica laringospasmo mericismo coliche idiopatiche.
Rispetto alle cause di alopecia è possibile individuare nessuna risposta è corretta entrambe le risposte sono corrette fattori di natura psicologica e ambientale come gravi carenze di affetto o perdita di figure significative di attaccamento eventi stressanti, come ad esempio lo svezzamento traumatico, l'ansia in seguito a un abbandono, la nascita di fratelli o sorelle, shok emozionali.
Il mericismo compare nel secondo trimestre di vita e sembra riguardare maggiormente i maschi compare nel secondo trimestre di vita e sembra riguardare maggiormente le femmine compare nel primo trimestre di vita e sembra riguardare maggiormente i maschi compare nel primo trimestre di vita e sembra riguardare maggiormente le femmine.
Rispetto al vomito nessuna risposta è corretta entrambe le risposte sono vere sono rare le condotte con le quali il bambino si induce il vomito, introducendosi le dita nella bocca per causare il riflesso della nausea alcune volte sembra che si palesi senza alcuno sforzo, spontaneamente, mentre altre volte può essere conseguenza delle contrazioni dei muscoli addominali.
Quale forma di alopecia prevede la presenza di aree prive di capelli, in assenza di infiammazione o squame? alopecia primaria alopecia secondaria alopecia areata alopecia totale.
Tra gli 1-3 anni la durata complessiva del sonno è di 10 ore 13 ore 11 ore 8 ore.
Tra i criteri diagnostici per il disturbo dell'addormentamento, troviamo il bambino deve avere almeno 6 mesi il bambino necessita di più di 30 minuti prima di addormentarsi 1 volta a settimana per 1 mese il bambino deve avere almeno 12 mesi il bambino necessita di 1 ora prima di addormentarsi.
I bambini _________ hanno più del doppio di probabilità di sviluppare tutta una serie di disturbi psicosomatici abbandonati vittime di abusi con autismo con ADHD.
Secondo il DSM 5 è possibile fare diagnosi di due o più tipi di disturbi della nutrizione e dell'alimentazione? no, unica eccezione è la pica si no, mai no, unica eccezione è il disturbo di ruminazione.
Quale criterio diagnostico non è più necessario per fare diagnosi di Anoressia Nervosa? IMC riconoscimento della gravità del sottopeso amenorrea inappetenza.
Quanti sono i sottotipi che il DSM 5 distingue riguardo l'anoressia nervosa? 2 1 3 4.
Uno dei criteri diagnostici per la bulimia nervosa è mangiare molto più rapidamente del normale sentirsi disgustati verso se stessi mangiare fino a sentirsi spiacevolmente pieni nessuna delle opzioni.
Nell'epilessia quando l'improvvisa e eccessiva scarica neuronale coinvolge una parte settoriale del cervello si parla di crisi parcellizzata crisi parziale crisi focale crisi generalizzata.
Tra le cause dell'epilessia, troviamo tutte le opzioni cause genetiche cause strutturali cause autoimmuni.
Le crisi miocloniche non esistono sono delle evidenti scosse muscolari sono spesso confuse con un disturbo di attenzione sono quasi impercettibili scossette muscolari brevi e isolate.
La morte prematura negli individui con epilessia è tre volte superiore rispetto alla popolazione generale non ci sono differenze rispetto alla popolazione generale è tre volte superiore rispetto alla popolazione generale ma solo in alcuni paesi è tre volte superiore rispetto alla popolazione generale solo se non è trattata.
Hulme e Snowling (2009) ritengono che nei bambini con DCD l'informazione sottocorticale relativa alla localizzazione nello spazio di un oggetto sia degradata l'informazione corticale relativa alla localizzazione nello spazio di un oggetto sia degradata l'informazione motoria relativa alla localizzazione nello spazio di un oggetto sia degradata l'informazione visiva relativa alla localizzazione nello spazio di un oggetto sia degradata.
Tra i fattori di rischio del DCM o DCD troviamo tutte le opzioni di risposta più lento e/o irregolare sviluppo delle abilità psicomotorie basso peso alla nascita nascita pretermine.
Quando ci si aspetta che il bambino sia in grado di camminare su tutte le superfici (salita, discesa, salire le scale di casa)? 3 anni 5 anni 2 anni 4 anni.
Il funzionamento del nostro sistema motorio è influenzato da circuiti corticali e sottocorticali esclusivamente sottocorticali parzialmente corticali esclusivamente corticali.
La disprassia evolutiva è un disturbo del neurosviluppo, dato che è diagnosticato nel DSM 5 all'interno dello spettro autistico è un disturbo del neurosviluppo dato che è diagnosticato nel DSM 5 all'interno dell'ADHD è un disturbo del neurosviluppo dato che è diagnosticato nel DSM 5 all'interno del DCD o DCM è un disturbo del neurosviluppo dato che è diagnosticato nel DSM 5 all'interno dei DSA.
I soggetti con disprassia non hanno difficoltà a livello del funzionamento sociale hanno delle difficoltà nella motricità fine hanno delle difficoltà nella motricità grossolana hanno bisogno di passare alla pianificazione dei movimenti che hanno difficoltà di automatizzare.
La prevalenza della disprassia evolutiva è stimata nel 2-4 % della popolazione 5-6 % della popolazione 8-10 % della popolazione nessuna delle opzioni di risposta.
La disprassia evolutiva si presenta in nessuna delle opzioni di risposta soggetti che hanno familiarità soggetti con disabilità intellettive soggetti senza difficoltà intellettive.
Le cause della disfunzione dell'integrazione sensoriale sembra siano da ricondurre a fattori genetici combinati a fattori ambientali ereditari tutte le opzioni di risposta.
Nei disturbi della regolazione sensoriale, nel caso dell'ipersensibilità è sufficiente una soglia minima di stimolo per avere reazioni anche molto ________ da parte del bambino aggressive intense adeguate lente.
I disturbi della regolazione dei processi sensoriali sono sempre in comorbidità con il disturbo dello spettro dell'autimo non sono mai in comorbidità con il disturbo da deficit di attenzione e iperattività sono sempre in comorbidità con il disturbo da deficit di attenzione e iperattività non sono mai in comorbidità con il disturbo dello spettro dell'autismo.
La capacità di modulare e modificare l'andamento dell'esperienza emotiva è il risultato di un processo multi componenziale che si articola a diversi livelli e che coinvolge la meta cognizione, che implica la consapevolezza esplicita di vere e proprie strategie di regolazione le capacità cognitive di base (implicate nel riconoscimento e nell'etichettamento) tutte le risposte sono corrette i fattori temperamentali e relazionali.
La capacità di controllare il tipo di risposta emotiva esibita in relazione al contesto e alle aspettative sociali si riferisce al concetto di controllo emotivo intelligenza emotiva rispecchiamento emotivo regolazione emotiva.
Le tappe della regolazione emotiva individuate da Sroufe (1995) sono 0 6 mesi 6 18 mesi 18 30 mesi 0 6 mesi 6 12 mesi 12 18 mesi 18 30 mesi 0 5 mesi 6 10 mesi 11 15 mesi 16 20 mesi 0 5 mesi 6 12 mesi 13 18 mesi.
Quali bambini tendono a utilizzare strategie etero-dirette coinvolgendo in maniera negativa l'adulto o non coinvolgendolo in maniera efficace mentre ricorrono poco a strategie auto dirette? bambini disorganizzati bambini sicuri bambini ansiosi ambivalenti bambini evitanti.
Secondo la teoria differenziale le emozioni di base o primarie includono un elevato numero di stati emotivi come la vergogna, la colpa, l'imbarazzo, l'orgoglio, l'odio e così via e si presentano in relazione all'emergere della consapevolezza di sè e quindi solo a partire dalla fine del primo anno di vita le emozioni complesse o secondarie includono un numero ridotto di stati emotivi e si presentano in relazione all'emergere della consapevolezza di sè e cioè solo verso i 6/8 mesi di vita nessuna delle altre opzioni di risposta le emozioni complesse o secondarie includono un elevato numero di stati emotivi come la vergogna, la colpa, l'imbarazzo, l'orgoglio, l'odio e così via, e si presentano in relazione all'emergere della consapevolezza di sè e quindi solo a partire dalla fine del primo anno di vita.
Lo sviluppo della espressione delle emozioni avviene attraverso quattro fasi ed è durante il terzo periodo che appare il sorriso quattro fasi ed è durante il secondo periodo che appare il sorriso tre fasi ed è durante il secondo periodo che appare il sorriso sociale tre fasi ed è durante il secondo periodo che appare il sorriso endogeno.
Secondo l'approccio funzionalista il contesto non è fondamentale per dare significato a esperienze e espressioni emotive il contesto è fondamentale per dare significato a esperienze e espressioni emotive il contesto è fondamentale per far si che le persone imparino a scegliere quali emozioni mettere in gioco nel contesto relazionale nessuna opzione è corretta.
I tre approcci teorici che studiano lo sviluppo emotivo sono teoria della differenziazione, approccio funzionalista, teoria della regolamentazione teoria differenziale, teoria stadiale, approccio biologico teoria differenziale, teoria della differenziazione, approccio funzionalista teoria differenziale, teoria stadiale, approccio olistico.
Durante lo Still face alla madre viene chiesto di mantenere un'espressione immobile still-face tutte le opzioni sono corrette riprendere ad interagire con il figlio interagire con il figlio come farebbe abitualmente.
Secondo il modello della regolazione reciproca il bambino è un sistema eteroorganizzato che non è in grado di regolare le emozioni nella comunicazione con la madre soprattutto nelle prima fasi di vita il bambino p un sistema autorganizzato in grado molto presto di regolare le proprie emozioni nella comunicazione con la madre, solo se questa è un sistema autorganizzato di regolazione di emozioni positive il bambino è un sistema autorganizzato che non è in grado di regolare le emozioni nella comunicazioni con la madre, soprattutto nelle prime fasi di vita il bambino è un sistema autorganizzato in grado molto presto di regolare le proprie emozioni nella comunicazione con la madre, intesa anch'essa come sistema autorganizzato di regolazione.
La procedura dello still face prevede 4 fasi 2 fasi 3 fasi nessuna fase.
La durata del paradigma dello still face è di circa 9 minuti 8 minuti 12 minuti 15 miuti.
Quanto dura ciascuna fase dello still face? circa 4 minuti dipende dalle reazioni emotive del bambino circa 3 minuti circa 6 minuti.
I fattori di rischio per il disturbo d'ansia da separazione sono stati suddivisi in fattori biologici psicologici e sociali caratteristiche della madre tutte le opzioni sono corrette esperienze avverse in famiglia.
Per spiegare il disturbo d'ansia da separazione Bowlby ha descritto alcune esperienze relazionali avverse: quante? 3 5 2 4.
Prima del DSM 5 era possibile diagnosticare il disturbo d'ansia da separazione in età adulta? si no solo in rare eccezioni si ma con il termine disturbo d'ansia.
Nel DSM 5 il disturbo d'ansia da separazione è inserito nella sezione disturbi da stress correlati disturbi d'ansia disturbi solitamente diagnosticati per la prima volta nell'infanzia, fanciullezza o adolescenza disturbi di tipo internalizzato.
I bambini affetti da mutismo selettivo non riescono a parlare con i soli adulti non familiari non riescono a parlare in assoluto non riescono a parlare con adulti e coetanei non familiari non riescono a parlare con i coetanei non familiari .
L'incapacità del paziente (quasi sempre un bambino) di parlare in pressochè tutti i contesti sociali, nonostante sviluppo e capacità di linguaggio normali definisce fobia sociale tutte le opzioni sono corrette disturbo d'ansia mutismo selettivo.
Un luogo comune _________ relativo al MS è quello ad esempio di attribuire a questi bambini una certa intenzionalità/volontà nel mantenere il loro silenzio errato condiviso nella comunità scientifica parzialmente esatto assolutamente esatto.
Nei casi di mutismo selettivo l'incapacità di parlare è incostante ma si ravvisa in diversi contesti sociali l'incapacità di parlare si ravvisa in un unico contesto (esempio scuola) e non perdura nel tempo l'incapacità di parlare si evidenzia solo in età prescolare l'incapacità di parlare è costante, per cui persiste regolarmente nei diversi contesti sociali e nel tempo.
Il congelamento della produzione verbale può essere letto una strategia di difesa di fronte all'incapacità di affrontare richieste dell'ambiente tutte le opzioni sono corrette un comportamento manipolatorio un comportamento controllante.
Nella prospettiva comportamentista i comportamenti ossessivi tendono a autorinforzarsi poichè consentono all'individuo di ridurre i livelli di paura ridurre i livelli di stress psicosomatico ridurre i livelli di burn out ridurre i livelli di ansia.
Quale prospettiva rispetto l'eziopatogenesi dei disturbi ossessivo compulsivi sposta il focus dell'attenzione dai comportamenti disfunzionali agli schemi di pensiero, credenze, giudizi e convinzioni che danno conto di come l'individuo percepisce, elabora, e immagazzina informazioni provenienti dal mondo esterno? prospettiva cognitivista prospettiva comportamentista prospettiva mentale prospettiva psicologica.
Quale approccio rispetto l'eziopatogenesi dei disturbi ossessivo compulsivi tenta una connessione tra una molteplicità di fattori come vulnerabilità genetica, caratteristiche di personalità ed eventi di vita stressanti, i quali agiscono sul genoma e sullo sviluppo di modelli cognitivo affettivi specifici? approccio integrato approccio neurobiologico approccio psicologico approccio diretto.
Le ipotesi eziopatogenetiche rispetto al disturbo ossessivo compulsivo fanno riferimento a due diverse interpretazioni, quella diretta e indiretta a due diverse interpretazioni, quella psicologica e neurobiologica solo all'interpretazione neurobiologica solo all'interpretazione psicologica.
Come si chiamano le sezioni del DSM 5 in merito ai disturbi dell'umore? disturbi bipolari, depressivi, ciclotimici disturbi bipolari, distimici e ciclotimici disturbi depressivi distimici e ciclotimici disturbi bipolari e depressivi.
Il DSM per la diagnosi dei disturbi dell'umore prevede quante sezioni? 5 nessuna 6 4.
L'affermazione ...... fino agli anni '70 si riteneva che i bambini non potessero presentare sintomi depressivi in ragione dell'immaturità delle loro strutture di personalità è falsa perchè non erano negli anni 70 ma 50 falsa perchè non erano gli anni 70 ma 60 vera falsa perchè non erano gli anni 70 ma 80.
Il disturbo bipolare è un disturbo maniacale un disturbo depressivo un disturbo con una componente di ansia un disturbo dell'umore.
Un elemento frequente nel disturbo bipolare è ridotta necessità di sonno maggiore necessità di cibo ridotta necessità di attività fisica ridotta necessità di cibo.
Il disturbo bipolare è spesso in comorbidità con un disturbo del neurosviluppo, quale? DSA ADHD DCM Autismo.
La prevalenza di ideazione suicidaria appare molto bassa fino ai 15 anni 14 anni 10 anni 12 anni.
Il bambino insicuro ambivalente/resistente di tipo C1 mostra segnali impliciti di ricerca in prossimità e contatto con comportamenti resistenti e di rifiuto durante la riunione, accompagnati da palesi sentimenti di angoscia che fanno si che non si calmi durante la riunione mostra segnali impliciti di evitamento del contatto fisico e comportamenti resistenti e di rifiuto durante la riunione, accompagnati da palesi sentimenti di angoscia che fanno si che non si calmi durante la riunione mostra segni espliciti di ricerca di prossimità e contatto misti a comportamenti resistenti e di rifiuto alla riunione, accompagnati da palesi sentimenti di rabbia e non si calma alla riunione mostra deboli segni di ricerca di contatto e prossimità nei confronti della figura di attaccamento, prevalentemente in modo passivo, attraverso il pianto, piuttosto che attraverso un approccio attivo; l'esplorazione è nulla o assente e non si calma alla riunione.
Chi parla di stili comunicativi diadici come precursori di un attaccamento sicuro? Bowlby Ainswoeth Main Beebe.
Tra i principali precursori di un attaccamento sicuro vs insicuro troviamo gli stili comunicativi della famiglia e sensibilità materna la sensibilità materna e paterna la sensibilità materna e gli stili comunicativi diadici nessuna delle risposte.
Nell'ambito dello sviluppo dei legami di attaccamento, il caregiver deve essere in grado di rispondere alle richieste di vicinanza e protezione del bambino in modo sensibile, aiutandolo nelle capacità di esprimere il proprio disagio contenendolo anche a costo di ostacolare l'esplorazione dell'ambiente circostante nessuna delle precedenti deve essere in grado di rispondere alle richieste di vicinanza e protezione del bambino, aiutandolo nella regolazione delle emozioni di paura e stress gioia e piacere, assecondandole al contempo il distacco da lui e la conseguente esplorazione dell'ambiente in condizioni di stress deve essere in grado di rispondere alle richieste di vicinanza e protezione del bambino in modo sensibile, aiutandolo nella regolazione delle emozioni di paura e stress, assecondandole al contempo il distacco da lui e la conseguente esplorazione dell'ambiente in condizioni di tranquillità.
La Strange Situation è in grado di attivare nel bambino comportamenti di evitamento difensivo attraverso la sua esposizione a condizioni mediamente stressanti, come la separazione prolungata dalla madre e la presenza di un adulto non riconosciuto è in grado di attivare nella madre il riconoscimento di comportamenti di manifestazione del disagio nel bambino in modo da consentire di correggere il proprio stile di attaccamento è in grado di attivare nella madre la regolazione emotiva di manifestazione del disagio nel bambino in modo da consentirle di correggere il proprio stile di attaccamento è in grado di attivare nel bambino comportamenti di attaccamento attraverso la sua esposizione a condizioni mediamente stressanti, come la separazione dalla madre e la presenza di un adulto non riconosciuto.
Sulla base dei comportamenti adottati dai bambini alla Strange Situation si definiscono 3 diverse tipologie di attaccamento tutte le opzioni sicuro, insicuro evitante, insicuro ambivalente sicuro, insicuro evitante, insicuro distanziante sicuro, insicuro furviante, insicuro ambivalente.
I MOI hanno la tendenza a cambiare durante il corso della vita, a seconda dei contesti e funzionano in modo inconsapevole come una sorta di filtro rispetto alle successive esperienze di attaccamento sperimentante dal soggetto nel corso della sua vita infante e adulta tendono a mantenersi stabili funzionando, in modo inconsapevole, come una sorta di filtro rispetto alle successive esperienze di attaccamento sperimentale dal soggetto nel corso della sua vita infantile e adulta hanno la tendenza alla stabilità e funzionano a livello consapevole come una sorta di filtro rispetto alle successive esperienze di attaccamento sperimentante dal soggetto nel corso della sua vita infantile e adulta la stabilità dipende dal pattern di attaccamento.
L'attaccamento con il padre è strettamente legato alla regolazione emotiva si verifica ed è legato alla capacità del padre di porre regole durante il gioco non si verifica se non in assenza della figura materna (casi di lutto, abbandono...) si verifica ed è legato alla capacità del padre di sostenere il gioco del bambino e la sua attività esplorativa.
A quale strumento si riferisce la consegna "Vorrei che tu mi aiutassi a capire cosa provano i bambini quando qualche volta i genitori devono andare via e devono lasciarli un pò di tempo. In genere alcuni bambini si sentono soli, altri sono comunque contenti, altri si arrabbiano, altri hanno paura. Ho qui dei disegni in cui c'è un bambino della tua età e ora ti farò delle domande? SAT AAI LTP ERQ.
Nella AAI in quali soggetti è stato rilevato che compiano segni fisiologici di tensione emotiva (accelerazione del battito cardiaco) simili a quelli riscontrati dai bambini evitanti nella Strange Situation? irrisolti rispetto alla norma distanzianti sicuri-autonomi preoccupati.
Il SAT permette la valutazione dei MOI solo in adolescenti in bambini (dai 4 anni) e adolescenti in bambini (dai 6 anni) e adolescenti solo in bambini.
Le vignette nel SAT descrivono 4 situazioni di separazione e 4 situazioni di ricongiungimento 4 situazioni di separazione definite moderate tranquille (M) e 4 situazioni di separazione definite severe (S) 3 situazioni di separazione definite moderate tranquille (M) e 3 situazioni di separazione definite severe (S) 3 situazioni di separazione e 3 situazioni di ricongiungimento.
Nel SAT per ciascuna vignetta, dopo che è stata presentata al bambino, si devono porre quante domande? 3 6 4 5.
La Adult Attachment Interview permette di indagare in soggetti adulti gli stati della mente circa l'attaccamento non esiste falso vero in parte vero.
Nella Adult Attachment Interview troviamo domande relative alle prime separazioni tutte le risposte sono corrette alle proprie esperienze infantili di disagio e modalità in cui i propri genitori gestivano la situazione alle concrete esperienze vissute dal soggetto nell'infanzia rispetto alle principali figure di attaccamento.
Nell'Adult Attachemnt Interview il sistema di codifica prevede che ogni soggetto intervistato venga assegnato a una tra quante possibili categorie? 2 5 3 6.
La classificazione dell'Adult Attachment Interview prevede che ogni soggetto intervistato venga assegnato a una delle seguenti categorie sicuro-autonomo, distanziante, ambivalente, irrisolto rispetto a un trauma sicuro, evitante-ambivalente, disorganizzato sicuro-autonomo, distanziante, preoccupato, irrisolto rispetto a un trauma, non classificabile sicuro-autonomo, ambivalente evitante irrisolto rispetto a un trauma non classificabile.
Quali soggetti nell'Adult Attachment Interview presentano una particolare organizzazione di pensiero che permette loro di tenere l'attaccamento relativamente disattivato e scollegato dall'esperienza di vita attuale? sicuri autonomi preoccupati irrisolti rispetto a un trauma distanzianti.
Riferendosi al disturbo reattivo dell'attaccamento, i manuali diagnostici lo definiscono come alterazione persistente nella vita relazionale del bambino con inizio prima dei 5 anni, riscontrabile in diverse situazioni familiari e distinto dei disturbi generalizzati dello sviluppo alterazione persistente nella vita relazionale del bambino con inizio prima dei 3 anni, riscontrabile in diverse situazioni familiari e distinto in disturbi generalizzati dello sviluppo alterazione persistente nella vita relazionale del bambino con inizio prima dei 3 anni riscontrabile in diverse situazioni sociali e distinto dei disturbi generalizzati dello sviluppo alterazione persistente nella vita relazionale del bambino con inizio prima dei 5 anni riscontrabile in diverse situazioni sociali e distinto dei disturbi generalizzati dello sviluppo.
I bambini con disturbo reattivo dell'attaccamento possono mostrare a lungo termine Nessuna delle risposte scarsa motivazione iperattività ipoattività.
Rutter (1978) aveva identificato tra i criteri diagnostici fondamentali dell'autismo esordio dei sintomi entro 48 mesi di vita esordio dei sintomi entro i 30 mesi di vita esordio dei sintomi entro il primo anno di vita esordio dei sintomi entro i 40 mesi di vita.
Secondo l'ipotesi interpretativa della teoria della coerenza centrale, lo spettro dell'autismo non consente di sviluppare delle abilità generali che consentono di cogliere la struttura complessiva di uno stimolo e le relazioni con il contesto non consente di sviluppare delle aree cerebrali centrali non consente di sviluppare delle abilità che si riferiscono a stati mentali che consentono di cogliere le connessioni tra mente propria e altrui nessuna delle risposte.
L'osservazione, nel caso del disturbo dello spettro dell'autismo, dovrebbe concentrarsi su reazioni emotive spontanee, emotive indotte dall'osservatore e ambientali primarie e secondarie emotive nel contesto familiare emotive spontanee e all'ambiente.
Preoccupazioni, rituali fissi e/o comportamentali ripetitivi appaiono abbastanza di frequente da essere ovvi all'osservatore casuale ed interferiscono con il funzionamento in diversi contesti. Stress o frustrazione appaiono quando sono interrotti ed è difficile redigere l'attenzione. Questa affermazione si riferisce a quale livello di gravità per la diagnosi di spettro dell'autismo? livello 3 livello 2 in generale, non si riferisce a nessun livello di gravità livello 1.
Cosa si intende per insistenza nella sameness aderenza a rituali privi di flessibilità o comportamenti stereotipati esclusivamente non verbali aderenza a routine priva di flessibilità o rituali di comportamento esclusivamente verbali aderenza a routine priva di flessibilità o rituali di comportamento verbale o non verbale aderenza a rituali privi di flessibilità o comportamenti stereotipati sia verbali che non verbali.
Il livello di gravità per la diagnosi di spettro dell'autismo si basa su compromissione cognitiva e manierismo compromissione cognitiva, età di esordio e pattern di comportamento ristretti compromissione della comunicazione sociale e pattern di comportamento ristretti e ripetitivi compromissione della comunicazione sociale e pattern di comportamento adattivo in funzione dell'età di esordio.
Il POEMS per la valutazione dell'autismo è una scala osservativa per i genitori somministrabile dal primo mese di vita è una scala osservativa per i genitori somministrabile dal sesto mese di vita è un questionario per i genitori somministrabile dal primo mese di vita è un questionario per i genitori somministrabile dal sesto mese di vita.
Il questionario M-CHAT può essere somministrato ai bambini di 18-24 mesi 6-12 mesi 16-36 mesi 24-48 mesi.
Le fasi fondamentali del processo diagnostico per l'autismo si collocano non ci sono aree in due principali aree, quella dedicata agli incontri con i genitori e quella dedicata agli incontri con il bambino in una sola principale area dedicata agli incontri con i genitori in una sola principale area dedicata agli incontri con il bambino.
Se il gioco simbolico è presente nei bambini con Disturbo dello Spettro dell'autismo è caratterizzato da carenza in termini di competenza nessuna delle altre opzioni di risposta frequenza flessibilità.
Tra gli indicatori precoci dello spettro dell'autismo tra gli 8 e 12 mesi ipopropensione verso gli oggetti assenza della paura dell'estraneo ritardo nella locomozione una ridotta attenzione per il volto umano.
Simonoff et al. (2008) hanno riscontrato una associazione tra autismo e ADHD nelo 18.2 % dei casi 8.2 % dei casi 28.2 % dei casi 38.2 % dei casi.
Nei bambini con autismo è presente anche l'epilessia in quale percentuale dei casi? tra il 7 e il 38% tra il 17 e il 38% sotto il 17% tra il 27 e 38%.
I disturbi del comportamento rientrano tra i sintomi del Disturbo dell'autismo solo se compromettono il funzionamento del bambino rientrano tra i sintomi del disturbo dell'autismo non rientrano tra i sintomi del disturbo dell'autismo, solo se non compromettono il funzionamento del bambino non rientrano tra i sintomi del disturbo dell'autismo.
Tra le novità del DSM 5 per la diagnosi di ADHD troviamo la possibilità ora di fare una diagnosi in comorbidità con il disturbo della condotta nessuna delle opzioni di risposta la possibilità ora di fare una diagnosi in comorbidità con lo spettro dell'autismo l'età di diagnosi a 10 anni.
Nelle femmine l'ADHD si presenta prevalentemente con la forma d impulsiva inattentiva combinata iperattiva.
Per quanto riguarda il criterio dell'insorgenza del DSM 5 per la diagnosi di ADHD si fa riferimento a diversi sintomi di disattenzione o iperattività impulsività presenti prima di quale età? 7 anni 10 anni 12 anni 8 anni.
Tra i modelli di funzionamento cognitivo per l'interpretazione dell'ADHD troviamo controllo delle componenti attentive deficit di memoria del lavoro tutte le opzioni di risposta difficoltà di acquisire il controllo motorio.
Segnare quale affermazione sulla CBCL (1991) è vera consente di fare una diagnosi di disturbo esternalizzante consente di definire un fattore generale relativo ai disturbi esternalizzanti del comportamento consente di fare una diagnosi internalizzante consente di definire un fattore generale relativo ai disturbi internalizzanti del comportamento.
La Nepsy 2 (Korman 2011) batteria di test usata anche per la valutazione iniziale di ADHD si somministra a quale età? dai 7 ai 16 anni dagli 8 ai 16 anni dai 3 ai 16 anni dai 5 ai 16 anni.
A cosa si riferisce il criterio C del DSM 5 per la diagnosi di ADHD? alla dimensione relazionale del disturbo alla dimensione comportamentale del disturbo tutte le funzioni di risposta alla pervasività del disturbo.
Il criterio C del DSM 5 per la diagnosi di ADHD rileva che i problemi causati dai sintomi devono manifestarsi necessariamente nel contesto scolastico i problemi causati dai sintomi devono manifestarsi almeno nel contesto scolastico i problemi causati dai sintomi devono manifestarsi almeno nel contesto familiare i problemi causati dai sintomi devono manifestarsi almeno in due contesti.
Quali di queste affermazioni è vera riguardo l'ADHD? verso gli ultimi anni della scuola primaria l'iperattività motoria si attenua mentre possono persistere impulsività e disattenzione verso gli ultimi anni della scuola secondaria di primo grado si accentua l'iperattività ma in modo discontinuo verso gli ultimi anni della scuola secondaria di primo grado persistono solo impulsività e disattenzione verso gli ultimi anni della scuola primaria l'iperattività motoria si accentua e incrementano anche impulsività e disattenzione.
Report abuse