option
My Daypo

Storia Romana breve

COMMENTS STADISTICS RECORDS
TAKE THE TEST
Title of test:
Storia Romana breve

Description:
storia romana

Author:
FRA1969
(Other tests from this author)

Creation Date:
21/12/2021

Category:
Literature

Number of questions: 48
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Share the Test:
Facebook
Twitter
Whatsapp
Last comments
No comments about this test.
Content:
Quale fu uno dei primi passi di Pompeo dopo che l'aristocrazia romana gli fece sentire il suo appoggio? Pompeo fece richiamare Serse dall’esilio per godere del suo appoggio. Pompeo fece richiamare Cicerone dall’esilio. Pompeo fece richiamare Silla dall’esilio. Pompeo fece richiamare Crasso dall’esilio.
Tornato dal suo esilio, nel 57 a.C., cosa propose Cicerone? Su proposta di Cicerone, Cesare ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia. Nessuna delle due risposte precedenti è esatta. Su proposta di Cicerone, Pompeo ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia. Su proposta di Cicerone, Crasso ebbe l’incarico di occuparsi per cinque anni dell’annona, rifornendo di viveri Roma in un periodo di carestia.
Fu rinnovato il primo triumvirato? Si ma solo per qualche mese. Per bilanciare gli incarichi e realizzare un reciproco controllo, i triumviri rinnovarono l’accordo a Lucca, nel 56 a.C. No, mai. Nessuna delle tre risposte precedenti è esatta.
Quali furono gli accordi presi a Lucca nel 56 a.C.? Nulla di particolare. Che Cesare poteva rientrare in Italia per andare in Egitto a conquistarlo. Cesare avrebbe governato le Gallie per altri cinque anni; Pompeo e Crasso dopo essere stati eletti consoli nel 55 a.C., avrebbero governato rispettivamente la provincia di Spagna e di Siria. Il senato era escluso da ogni decisione. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Di fatto cosa stabiliva l'accordo di Lucca del 56 a.C.? L’accordo di Lucca, in buona sostanza, premise a Cesare di conquistare davvero le Galliae e sancì il definitive accantonamento del senato dalle decisioni per l’imperium romano. Il senato non si riprese più se non dopo il 476 d. C. quando ormai si era in epoca barbara. Che ormai il senato era nelle mani di Cicerone. Che ormai il senato contava poco. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Cosa avvenne nel 48 a.C. a seguito dello scontro di Durazzo? Nel 48, Cesare raggiunge Pompeo nelle regioni orientali, dove questi lo attende assieme a parte del Senato (quella che, fuggita con lui da Roma, lo ha aiutato a prepararsi ad affrontare la guerra). Le ostilità si svolgeranno principalmente in Epiro. In una prima battaglia, quella di Durazzo, Cesare uscirà sconfitto, rischiando quasi di perdere la guerra. Non accadde nulla di significativo. Cesare vinse la battaglia. Cesare pareggiò la battaglia ma si riorganizzò per poi perderla.
Attraversato il Rubicone e giunto a Roma cosa fece Cesare? Cesare pianificò un attentato contro Pompeo. Appena giunto a Roma, Cesare tenta infatti un riavvicinamento col Senato, cercando di giustificare il proprio precedente operato e garantendo la revoca di molti dei passati provvedimenti dei popolari (dei quali Cesare è il principale esponente politico), provvedimenti che decretano tra l'altro la cancellazione sommaria dei debiti: veri e propri 'attentati' contro la proprietà fondiaria. Cesare chiese a Tolomeo di Egitto di fargli conoscere la sorella Cleopatra. Cesare si riposò per organizzare, subito dopo, il conflitto contro i pompeiani.
Cosa fece Cesare nel 49 a.C.? Cesare volendo tutelare la sua dignità e l’autorità dei tribuni della plebe, alla testa di una legione varcò il Rubicone. Si fermò sul Rubicone e attese ulteriori decisioni del senato. Andò in Egitto a svernare. Nessuna delle risposte precedenti è esatta.
Quale decisione prese il senato romano nel 49 a.C.? Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava al giovane Ottaviano la difesa della repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Cesare di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Pompeo la difesa della Repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Cicerone la difesa della repubblica. Nel gennaio del 49 a.C. il senato ingiunse a Pompeo di rinunciare al comando ed emanò un senatus consultum ultimum, con il quale affidava a Cesare la difesa della repubblica.
Cosa avvenne a Roma dopo la morte di Crasso? Cosa avvenne a Roma dopo la morte di Crasso? Dopo la morte di Crasso, Pompeo si trovò da solo a fronteggiare il prestigio che Cesare aveva conquistato in Gallia, mentre il senato, che temeva Cesare e il suo esercito, cercò un modo per togliergli ogni comando riducendolo a privato cittadino. Nulla. Pompeo sconfisse Cesare.
Intorno al 53 a.C. le istituzioni repubblicane esistevano ancora a Roma ed erano nel pieno della loro forza? Le istituzioni repubblicane continuavano ad esistere ma si stavano svuotando di ogni potere. Ormai non esisteva più la repubblica romana. Ormai non esisteva più la repubblica romana. Le istituzioni repubblicane continuavano ad esistere e avevano un enorme potere.
Cosa comportò la sconfitta di Carre? Nulla di significativo. Essa portò il blocco dell’espansione romana ad oriente. Che i Romani non invasero più la Turchia. Che i Romani non invasero più la Bessarabia.
Come venne considerata dai contemporanei Berenice? Nessuno di speciale. Una novella Clodia. Una novella Cleopatra. Una novella Agrippina.
Quando morì Domiziano? Nessuna delle tre risposte è esatta Nel 101 a.C. Nel 202 a.C. Nel 96 d.C. cadde vittima di una congiura e il senato, dopo la sua morte, decretò la damnatio memoriae:.
Il furto come veniva considerato inizialmente dalla Chiesa? in taluni casi non certo un peccato un peccato veniale da evitare un peccato mortale una cosa buona.
Infine Roma sconfisse i briganti? si si, con Pompeo si, con Cesare mai essendo un fenomeno insito nella società.
Cosa sono le bacaudae? rivolte contadine organizzate e eseguite dalla plebe rurale nessuna delle tre risposte precedenti una rivolta di schiavi rivolte contadine organizzate e eseguite dai domini.
Essere chiamato latro era un insulto per un romano? si, un insulto grave no qualche volta. si, un insulto modesto.
In che periodo i briganti poterono agire pressocché indisturbati? durante le guerre sociali durante le guerre civili mai sempre.
Le azioni dei briganti cosa minacciavano? nulla i commerci i movimenti dell’esercito i movimenti dell’esercito.
Il banditismo come veniva considerato dai Romani? era un fastidio in realtà non lo si combatteva alla stregua di una calamità naturale si combatteva senza mitizzarlo.
Da cosa veniva certificata la frequenza degli assalti dei latrones? erano fatti sostanzialmente ignorati dagli epitaffi lungo le strade da epigrafi sui monumenti pubblici da epitaffi ed epigrafi che testimoniano quei fatti.
Da dove provenivano spesso molti briganti? dalla società civile dalle file dell'ordine equestre dalle file dei senatori dalle file dell'esercito.
Chi accusava Salviano di Marsiglia di comportarsi come tiranni? i funzionari di grado inferiore nessuna delle tre risposte precedenti è esatta sia i funzionari di grado superiore che i loro sottoposti nessuno. tutti i funzionari svolgevano onestamente il loro compito.
Chi inviò Diocleziano per sconfiggere i bacaudae? Massimiano Galerio Carusio Bonoso.
Quante fasi della bacauda si contano? due. La prima nel secolo III e la seconda nel IV due. La prima nel secolo IV e la seconda nel V nessuna delle tre risposte precedenti due. La prima nel secolo III e la seconda nel V.
Come descrive Mamertino i bacaudae del secolo V? come monstri biformia, contadini, pastori, fanti e cavalieri come chierici disperati nel vedere la povertà così diffusa come nobili disperati non li descrive.
Nella seconda fase della bacauda dove si combattè? nessuna delle tre risposte precedenti In Britannia e Gallia In Britannia e Hispania In Gallia e Hispania.
Quale zona della Hispania subì rivolte bacaudiche nel secolo V? la baetica la valle dell'ebro la zona intorno a toledo la zona intorno a madrid.
Il clero delle Galliae condannò totalmente il movimento bacaudico del secolo V? si, soprattutto salviano di marsiglia salviano di marsiglia si mostrò piuttosto comprensivo nei confronti dei rivoltosi no escluso salviano di marsiglia si.
Che episodio si racconta dei bacaudae del secolo V in azione sulle alpi? essi bloccarono saro sulle alpi giulie essi sconfissero attila essi bloccarono saro sulle alpi marittime essi sconfissero alarico.
La chiesa tardoantica fu in grado di offrire aiuto ai disperati? si, ma solo in alcuni casi eccezionali no, sebbene si fosse diffusa molto no, mai si.
In cosa Carausio non ebbe scelta? nell'imporsi quale imperatore nell'imporsi quale sostenitore di Massimino nell'imporsi quale aiutante di Diocleziano nell'imporsi quale fedele suddito dell'impero.
Chi sostenne Carausio nel suo allontanarsi da Roma? i Sassoni la nobiltà britanna i contadini britanni la cavalleria britanna.
La chiesa tardo antica giustificava i misfatti quando c’era manifesta povertà? si ma senza criticare la repressione statale considerata giusta mai mai, era sempre rispettosa dello stato Si e arrivò a criticare la repressione statale.
Chi fu a stabilire la Tetrarchia? Gordiano III Teodosio Costanzo Diocleziano.
Quale imperatore romano ammise anche il dio cristiano nel Pantheon romano? Augusto Teodosio Costantino Nerone.
Chi fu l’acerrimo rivale di Costantino? Massimiano Massenzio Diocleziano Giuliano l'Apostata.
Che città fondò Costantino o meglio rifondò? Bisanzio Ravenna Vindobona Burdigala.
Quale imperatore impose un ritorno al paganesimo? Giuliano l'Apostata Nerone Costantino Teodosio.
Quale imperatore fece divenire il cristianesimo religione di stato? Teodosio Costantino Vespasiano Traiano.
Agostino di Ippona come si poneva di fronte al furto? n una posizione di condanna in una posizione di condanna da mitigare in presenza di volontà di redenzione evitava di condannare in presenza di grande povertà non condannava mai.
I padri della chiesa di quale cultura erano impregnati? di cultura greca di cultura romana di cultura pagana di pazienza e carità.
Come il cristiano intendeva la Natura? L’ambiente non viene visto come totalmente distinto da Dio L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio ma, nonostante ciò, non viene dissacrato L’ambiente però viene visto come totalmente distinto da Dio e, pertanto, dissacrato in nessun modo.
In quale anno il primo sacco di Roma? 390 455 410 411.
Chi fu l’ultimo imperatore dell’impero di Occidente? Alarico Zenone Romolo Augustolo Romolo Augustolo.
Cosa accadde di significativo nel 53 a.C.? Nel 53 a.C., nella battaglia di Carre, le legioni romane furono annientate e Crasso fu catturato e ucciso. Una eclissi lunare ricordata dai celeberrimi re Magi. Nulla di particolare. Una eclissi solare ricordata dai celeberrimi re Magi.
Quali furono i generali che si affrontarono nel cosiddetto longus et unus annus? Pompeo, Otone, Vitellio e Vespasiano. Galba, Otone, Marco Antonio e Vespasiano. Galba, Otone, Vitellio e Vespasiano. Galba, Otone, Vitellio e Domiziano.
Report abuse Terms of use
HOME
CREATE TEST
COMMENTS
STADISTICS
RECORDS
Author's Tests